Cookie Policy Privacy Policy Mai così tanti cambi della guardia



Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito

    <DIV =NewsC&#111;ntentTitle>
    <DIV =NewsC&#111;ntentTitle>Mai così tanti cambi di guardia...</DIV>
    <DIV =NewsC&#111;ntentDate>Luned? 25.06.2007 17:00</DIV>
    <DIV =NewsC&#111;ntent>
    <DIV id=c&#111;ntextadv>


    Di Gianni de Felice


    Cambio di stagione, col solstizio di giugno, e anche cambi della guardia. Mai così tanti in così poco tempo. Via il capo della Guardia di Finanza, Speciale. Versione ufficiale (Padoa Schioppa in Senato): non era figura affidabile. Versione reale: non si rassegnava ad ubbidire a Visco. Subito dopo, via il capo della Polizia, De Gennaro. Versione ufficiale: avvicendamento dopo sette anni di servizio. Versione realistica: ne chiedevano la testa gli integralisti di sinistra, per la faccenda del G8 di Genova nel 2001. Particolare curioso: due giorni dopo la notizia del siluramento, arriva quella dell'avviso di garanzia a De Gennaro per i fatti della scuola Diaz: quando si dice il tempismo. Particolare coraggioso: mettere a capo della polizia uno che si chiama Manganelli.


    Cambio della guardia anche nella parrocchia di Forcella, presidiata dal giovane ma già famoso parroco anti-camorra Don Merola. Un prete di preghiera e azione, che non temeva la camorra e insegnava ai napoletani di quel difficile quartiere a non temerla. Lo hanno mandato a Roma, per un incarico di grande prestigio ma infinitamente meno utile, sembra, della funzione che svolgeva in parrocchia. Come se avessero mandato il Dottor Schweitzer all'Onu o Madre Terersa di Calcutta in Vaticano. Certi Pastori devono stare col gregge. E' l? il loro posto, è li la loro missione, è l? il loro apostolato: farne sovrintendenti al patrimonio zootecnico o ministri dell'agricoltura significa non promuoverli, ma tradirli. Anzi, silurarli. Perch?? Non c'è risposta. Da noi i cambi della guardia, si tratti di un generale o di un parroco, sono troppo spesso misteri. Non sempre gaudiosi.


    </DIV></DIV></DIV>
    <DIV =NewsC&#111;ntent>
    <DIV id=c&#111;ntextadv>





    Come il mistero del perchè siamo andati a cacciarci nel pasticciaccio del Libano, con un entusiasmo che all'epoca nessuno in Europa condivideva. Quando l'Onu chiese truppe, gli altri risposero: duecento, trecento uomini. Noi gonfiammo il petto, annunciando: tremila! Impazienti anche nell'attesa che i francesi (meno di noi) arrivassero alla scadenza del loro turno di comando. Volevamo comandare subito. Volevamo prenderci le responsabilit? il più presto possibile. Ci sentivamo artefici di una nuova politica mediterranea, protagonisti di una svolta - mai riuscita a nessuno in alcuni millenni - che ci avrebbe messi presto al centro dell'insidioso scacchiere mediorientale. Chi osò domandarsi: "Ma chi ce lo fa fare?" si becc? sprezzanti risatine di superiorit?. Come a dire: "Zitto, stupido, la grandeur oblige!"


    Ora volano dal Libano verso Israele missili, che le truppe italiane - andate a garantire neutralit? e pacifica convivenza nell'area - non hanno n? visti, n? bloccati. Seguendo un'escalation non difficile da prevedere, si è passati all'attacco delle truppe Onu con i terroristi kamikaze: sei militari del contingente spagnolo ci hanno rimesso la pelle. Nulla consente di escludere che sar? sempre peggio e che in Libano - spese a parte - ci troveremo presto o a dover dare un efficace contenuto alla nostra presenza militare o a dover rassegnarci a qualche dolorosa perdita. Ancora vietato domandarsi: "Chi ce lo ha fatto fare? Perch? siamo andati a fare i primi della classe nel posto più guerreggiato del Mediterraneo?"


    Anche questo, mistero. Come quello, stagionato ma non dimenticato, del capo dello spionaggio Pollari: cacciato perchè, pensate, in combutta con gli americani voleva disinfestare il territorio dagli imam "impegnati". O come questi misteri freschi freschi di Speciale, De Gennaro, Don Merola. Evviva. Se fosse tutto chiaro, trasparente, evidente, coerente, che Italia sarebbe?



    http://canali.libero.it/affaritalian.../Popcorn/popco rn2506.html


    Chissò come mai Tutti questi cambi ???</DIV></DIV>


  2.      


  3. #2
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Vedo che ti stai allenando ad entrare ha pieno titolo del nuovo PD Edited by: luni
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  4. #3
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da luni
    Vedo che ti stai allenando ad entrare ha pieno titolo del nuovo PD

    All'inizo dissi che mi riservavo il giudizio sul nuovo soggetto politico....


    Continuo ad avere riserve......



  5. #4
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    747
    Thanked: 0

    Predefinito



    Anche cambiamenti improvvisi nelle ventiquattro ore sul piano fiscale. Tanti mesi di discussioni tra sindacati e interno della maggioranza con un Ministro ferreo alla sua politica. Improvvisamente tutto si appiana, i problemi fomentati per mesi si vanno risolvendo come neve al sole e tutti vissero felici e contenti.


    "MIRACOLO ITALIANO POLITICO"


    Mi viene da riflettere così da piccolo invalido della strada, ma allora tutto questo polverone, tutta questa gente tutte queste discussioni fanno parte forse di un teatrino per prendere lo stipendio?


    Serve tutta questa coorte se poi i problemi si risolvono in pochissimo tempo?


    Ma allora il Ministro aveva la calcolatrice con le batterie scariche?


    Cambiandole nel giro di qualche minuto, la situazione è tutta cambiata?


    chissò come mai?


    Scusami Arnold_1978 se mi sono accodato alla tua discussione ma anch'io rimango molto perplesso e confuso.


    www.midu.it


    Gianfranco Malato
    Coordinatore di Roma del MID (Movimento Italiano Disabili) www.ilmid.it



  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    166
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ARNOLD_1978
    <DIV ="NewsC&#111;ntentTitle">
    <DIV ="NewsC&#111;ntentTitle">Cambio di stagione, col solstizio di giugno, e anche cambi della guardia. Mai così tanti in così poco tempo............ Subito dopo, via il capo della Polizia, De Gennaro. Versione ufficiale: avvicendamento dopo sette anni di servizio. Versione realistica: ne chiedevano la testa gli integralisti di sinistra, per la faccenda del G8 di Genova nel 2001. Particolare curioso: due giorni dopo la notizia del siluramento, arriva quella dell'avviso di garanzia a De Gennaro per i fatti della scuola Diaz: quando si dice il tempismo. Particolare coraggioso: mettere a capo della polizia uno che si chiama Manganelli.</DIV>
    <DIV ="NewsC&#111;ntent">
    <DIV id=c&#111;ntextadv>



    <DIV ="NewsC&#111;ntent">
    <DIV id=c&#111;ntextadv>


    </DIV></DIV>

    Bh? per quanto riguarda De Gennaro era ora. Uno ke ha combinato tutto quel casino a Genova, ke nn è stato capace a garantire la sicurezza nn solo dei suoi uomini ma anke dei manifestanti era ora ke se ne andasse.


    Ricordate sempre ke i disordini di Genova nella giornata in cui mor? Carlo Giuliani sono iniziati per colpa della polizia, ke interruppe una manifestazione autorizzata dalla questura a metà percorso sferrando il primo attacco nn solo psicologico ma anche materiale dato che inizi? a lanciare razzi sui manifestanti senza alcun motivo. Da questa azione di arroganza sono poi seguiti tutti quei casini.</DIV></DIV></DIV>
    <font color=RED>www.emergency.it</font>



  7. #6
    Senior Member L'avatar di Mr. Bean
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy, Italy
    Messaggi
    7,685
    Thanked: 3

    Predefinito

    Certo che un capo della Polizia che si chiama Manganelli...? tutto un programma... occhio ora che se non fate i bravi.. manganellate a go go!
    Fabrizio
    Quando si sta vivendo, si muore!



  8. #7
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    166
    Thanked: 0

    Predefinito

    Hai ragione mr.bean, se pensi keci davanodentro di brutto già con De Gennaro con i manganelli, pensa ora con un capo di nome Manganelli!!!!
    <font color=RED>www.emergency.it</font>



  9. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,277
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ARNOLD_1978
    <DIV ="NewsC&#111;ntentTitle">
    <DIV ="NewsC&#111;ntentTitle">Mai così tanti cambi di guardia...</DIV>
    <DIV ="NewsC&#111;ntentDate">Luned? 25.06.2007 17:00</DIV>
    <DIV ="NewsC&#111;ntent">
    <DIV id=c&#111;ntextadv>


    Di Gianni de Felice


    Cambio di stagione, col solstizio di giugno, e anche cambi della guardia. Mai così tanti in così poco tempo. Via il capo della Guardia di Finanza, Speciale. Versione ufficiale (Padoa Schioppa in Senato): non era figura affidabile. Versione reale: non si rassegnava ad ubbidire a Visco. Subito dopo, via il capo della Polizia, De Gennaro. Versione ufficiale: avvicendamento dopo sette anni di servizio. Versione realistica: ne chiedevano la testa gli integralisti di sinistra, per la faccenda del G8 di Genova nel 2001. Particolare curioso: due giorni dopo la notizia del siluramento, arriva quella dell'avviso di garanzia a De Gennaro per i fatti della scuola Diaz: quando si dice il tempismo. Particolare coraggioso: mettere a capo della polizia uno che si chiama Manganelli.


    Cambio della guardia anche nella parrocchia di Forcella, presidiata dal giovane ma già famoso parroco anti-camorra Don Merola. Un prete di preghiera e azione, che non temeva la camorra e insegnava ai napoletani di quel difficile quartiere a non temerla. Lo hanno mandato a Roma, per un incarico di grande prestigio ma infinitamente meno utile, sembra, della funzione che svolgeva in parrocchia. Come se avessero mandato il Dottor Schweitzer all'Onu o Madre Terersa di Calcutta in Vaticano. Certi Pastori devono stare col gregge. E' l? il loro posto, è li la loro missione, è l? il loro apostolato: farne sovrintendenti al patrimonio zootecnico o ministri dell'agricoltura significa non promuoverli, ma tradirli. Anzi, silurarli. Perch?? Non c'è risposta. Da noi i cambi della guardia, si tratti di un generale o di un parroco, sono troppo spesso misteri. Non sempre gaudiosi.


    </DIV></DIV></DIV>
    <DIV ="NewsC&#111;ntent">
    <DIV id=c&#111;ntextadv>





    Come il mistero del perchè siamo andati a cacciarci nel pasticciaccio del Libano, con un entusiasmo che all'epoca nessuno in Europa condivideva. Quando l'Onu chiese truppe, gli altri risposero: duecento, trecento uomini. Noi gonfiammo il petto, annunciando: tremila! Impazienti anche nell'attesa che i francesi (meno di noi) arrivassero alla scadenza del loro turno di comando. Volevamo comandare subito. Volevamo prenderci le responsabilit? il più presto possibile. Ci sentivamo artefici di una nuova politica mediterranea, protagonisti di una svolta - mai riuscita a nessuno in alcuni millenni - che ci avrebbe messi presto al centro dell'insidioso scacchiere mediorientale. Chi osò domandarsi: "Ma chi ce lo fa fare?" si becc? sprezzanti risatine di superiorit?. Come a dire: "Zitto, stupido, la grandeur oblige!"


    Ora volano dal Libano verso Israele missili, che le truppe italiane - andate a garantire neutralit? e pacifica convivenza nell'area - non hanno n? visti, n? bloccati. Seguendo un'escalation non difficile da prevedere, si è passati all'attacco delle truppe Onu con i terroristi kamikaze: sei militari del contingente spagnolo ci hanno rimesso la pelle. Nulla consente di escludere che sar? sempre peggio e che in Libano - spese a parte - ci troveremo presto o a dover dare un efficace contenuto alla nostra presenza militare o a dover rassegnarci a qualche dolorosa perdita. Ancora vietato domandarsi: "Chi ce lo ha fatto fare? Perch? siamo andati a fare i primi della classe nel posto più guerreggiato del Mediterraneo?"


    Anche questo, mistero. Come quello, stagionato ma non dimenticato, del capo dello spionaggio Pollari: cacciato perchè, pensate, in combutta con gli americani voleva disinfestare il territorio dagli imam "impegnati". O come questi misteri freschi freschi di Speciale, De Gennaro, Don Merola. Evviva. Se fosse tutto chiaro, trasparente, evidente, coerente, che Italia sarebbe?



    http://canali.libero.it/affaritaliani/rubriche/Popcorn/popco rn2506.html


    Chissò come mai Tutti questi cambi ???</DIV></DIV>


    Sul "mai così tanti cambi di guardia" esprimo qualche riserva... Quelle che nell'articolo vengono definite "versioni reali" sono in realt? versioni dell'autore. Sul gen. Speciale se ne è lette tante, una cosa è certa, st? nel potere del ministro ed è plausibile, anzi necessario, che il governo in carica abbia la massima fiducia nel gen. capo della Guardia di Finanza. Se così non è la sostituzione diviene necessaria. Nessuno si domanda più perchè l'ex capo della Guardia di Finanza non ha mai presentato la lista di avvicendamenti relativi alla Lombardia?


    Inoltre nel 2001 il ministro Tremonti azzer? letterelamente quei vertici, senza nessun rumore, allora?


    Inoltre, per quanto riguarda la sostituzione del capo della Polizia De Gennaro, la "versione reale" descritta dal giornalista è al limite solo parziale, e secondo mepure inverosimile.Su Gianni De Gennaro pende un'indagine della magistratura che lo ha iscritto nel registro degli indagati per induzione e istrigazione alla falsa testimonianza. Altro che sinistra radicale, sulla notte alla Diaz sono in molti nella Polizia che devono dare spiegazione della "macelleria messicana" che i poliziotti fecero quella notte, descritta così dalvicequestore Fournier, presente quella sera nella scuola.


    SuPollari, poi, deludente leggere "caciato perchè voleva disinfestare il territorio dagli imam impegnati".


    Peccato che Pollari, anch'esso oggi indagato dalla magistratura, fosse a capo di una rete di spionaggio di matrice politica, finalizzata alla neutralizzazione e al disarticolamento di importanti funzionari dello Stato, come magistrati e uomini politici. Nel mirino decine di toghe e uomini ignari, in questo caso del centrosinistra, Il Sismi ha violato le stesse regole della sua costituzione, che lo vede "al servizio delle istituzioni" e non utilizzato contro leader politici, atto a costruire falsi dossier. Tutto questo è di una gravit? spaventosa, da tempi della Propaganda 2, un attentato alla democrazia.


    Ma che civiene a direin quell'articolo?


    Un caro saluto a tutti
    Stefano



  10.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •