Cookie Policy Privacy Policy ancora sul 5 per mille



Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: ancora sul 5 per mille

  1. #1
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    L ' attuale governo Prodi ha deciso di trattenere metà dei fondi raccolti con il 5 per mille , che cosi diventano il 2,5 per mille; per farne cosa di questi soldi? Boh ...!! misterosenza contare che i fondi raccolti lo scorso anno devono ancora essere erogati; tutte le associazioni onlus aspettano ormai da tempo, non c'è che dire un governo che si definisce di sinistra che trattiene i soldi che servirebbero in gran parte per esigenze e si trattiene per non si quale motivo... della serie togliere ai poveri per dare ai soliti privilegiati.. che sia la nuova frontiera del centro sinistra prodiano?Oltre che ingiusto mi sembra scorretto promettere una cosa e non mantenerla,.. è un sintomo di una decadenza anche morale, di una dittatura della politica che si permette di trattare i cittadini da sudditi....


  2.      


  3. #2
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,782
    Thanked: 0

    Predefinito

    ella nuova legge finanziaria (27 dicembre 2006,
    n. 296[1]) al comma 1234 vengono ridefinite le categorie beneficiarie
    del cinque per mille, nelle quali non sono più presenti i Comuni. Le
    categorie beneficiarie per il 2007 sono quindi:

    1. volontariato, Onlus (Organizzazioni non lucrative di utilit?
    sociale) e associazioni di promozione sociale (iscritte nei registri
    nazionale, regionale o provinciale)


    2. ricerca scientifica o Universit?


    3. enti della ricerca sanitaria




    A differenza del funzionamento per l'anno 2006, nell'edizione del
    2007 è stato introdotto un "tetto" massimo di spesa pari a 250 milioni
    di euro, come riportato al comma 1237 dell'art. 1 della legge
    Finanziaria per il 2007. In altre parole lo Stato girer? - secondo il
    volere dei contribuenti - alle realt? destinatarie del 5 per mille fino
    a un massimo 250 milioni di euro e non oltre. Nel caso in cui
    l'adesione al 5 per mille producesse un volume maggiore, quindi, lo
    Stato si tratterr? la quota eccedente.





    Tutto ciò ha provocato non poche polemiche e critiche, da parte del Terzo settore e non solo, nei confronti del Governo.




    ? noto, infatti, che le prime proiezioni del passato 5 per mille
    (edizione 2006) hanno segnalato dati sorprendenti: un'adesione di circa
    il 61% dei contribuenti (quindi il 20% in più dell'8 per mille) che
    comporterebbe una spesa per lo Stato di poco più di 400 milioni di
    euro. Se - come per l'anno scorso - l'adesione si confermer? quindi al
    61%, per effetto del tetto, ogni contribuente invece del 5 per mille,
    rischia di contribuire effettivamente per un 3,1 per mille delle sue
    imposte. Se, come plausibile, il 5 per mille aumenter? la sua
    attrattivit? e far? dire di sò a 8 contribuenti su 10, il reale
    contributo di chi crede nel non profit si dimezzer? al 2,5 per mille.








    http://www.parlamento.it/leggi/06296l.htm</span>
    Meglio essere un UBRIACONE FAMOSO piuttosto che un ALCOLISTA ANONIMO

    FOTO-GRANDE



  4. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    Vergognaaaaaaa!
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  5.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •