Cookie Policy Privacy Policy Viaggi a lungo raggio: risp. a buasaard



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 26
  1. #1
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    96
    Thanked: 1

    Predefinito



    poi il trambusto che si crea per farsi trasportare al bagno, non è che passi esattamente inosservato su un aereo.

    E chissene frega di passare inosservati


    Fiammetta risponde: -Magari non per tutti è così su un aereo stracolmo e affollato, era solo un suggerimento per chi non ha voglia di farsi trasportare ammesso che ne esista la possibilit?, cosa che come ben sai spesso è impossibile sapere prima con precisione.

    Ma poi il pappagallo di gomma passa inosservato?


    Fiammetta risponde: -si! è piccolo blu e fucsia, sembra una pochette e nessuno vedendolo pensa a cosa pu? contenere. Quando si utilizza la valvola di svuotamento della busta da viaggio alla base della caviglia, non si capisce nemmeno l'operazione che si sta compiendo.



    E poi per non farti portare in bagno, rischi una infezione alla vescica? A me francamente pare un nonsenso...


    Fiammetta risponde: -seiesposto ad una infezione urinaria quanto recondoti al bagno frequestato da TUTTI i viaggiatori presenti sull'aereo...almeno così ha detto l'urologo.


    E comunque è solo una possibile soluzione per alcuni più indicata per altri meno.


    Si tratta di un diverso approccio alla disabilit?!


    Mi spiego:


    mi è capitato di andare in gita condue ragazzi paraplegici.


    La gita durava 1 gg, in una zona dove non era assolutamente probabiledi riuscire a trovare un bagno adatto per disabili.


    Uno dei due era attrezzato con condom e busta da viaggio, l'altro no.


    Il secondo , ad un certo punto ha bloccato tutti per iniziare una ricerca forsennata di un bagno per disabile, diventando sempre più stressato e agitato e caricando un p? tutti di questo problema.


    Ovviamente, come prevedevasi, il bagno in quel posto all'altro capo del mondo e ben disorganizzato, non si è trovato.


    Il ragazzo che doveva andare al bagno, ovviamente incazzato a morte, ha praticamente fatto quanto voleva "coram populo" e poi ha passato il resto del tempo a criticare la disorganizzazione degli indigeni e di chi aveva organizzato in loco la gita.


    Inutile precisare che si era aggregato alla gita alla fine e si era ben guardato di spiegare cosa gli sarebbe potuto servire ad un certo punto del percorso.


    Quello con condom e busta da viaggio, non ha avuto alcun problema, almeno nessun problema che sia stato avvertito dagli altri partecipanti alla gita.


    Ecco, dato questo esempio, la mia simpatia va nettamente al secondo, per la gestione discreta del problema e per la piena integrazione con il gruppo di tutti gli altri "non disabili" partecipanti alla gita.


    Tutto qui.


    Non posso fare a meno di ammirare chi vive la propria disabilit? senza farne un peso per gli altri, perchè tutta questa "naturalezza ed integrazione", costa ad un disabile in organizzazione mentale e fisica di qualit? superiore!


    Baci





    Fiammetta


  2.      


  3. #2
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    579
    Thanked: 0

    Predefinito



    Cara la mia Fiammetta,
    io proprio non ti capisco! Non so se vuoi giustificare l'inefficienza e l'inciviltà di chi dovrebbe aver rispetto di tutti o se proprio non ci arrivi!
    L'utilizzo di un condom con sacca oltre ad essere poco indicato sia igienicamente che praticamente (ho assistito a tragiche esplosioni di sacche dovute a depressurizzazioni veloci che hanno annaffiato alcuni vicini di posto!) non è sopportato da tutti e tanto meno utilizzabile dalle femminucce.
    Io comunque faccio il ti fo per il secondo.

    Edited by: henryago
    Saluti
    Henry

    <a href=\"http://www.h81.org/auto_dis.html\" target=\"_blank\">
    </a>



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Fiammetta, non c'era nessun intento polemico nella mia risposta, era solamente quello che penso della cosa...

    Del condom con la sacca : non l'ho mai usato, lo uso' mio padre 20 anni fa che era stato colpito da ictus, e come dice Enrico, era piu' le volte che si sfilava e se la faceva sotto che quelle che funzionava.....

    Come poi ho detto, se uno fa cateterismo, capisco benissimo il catetere fisso fino al termine del viaggio, anche perche' il bagno di un aereo e' sicuramente scomodo per fare cateterismo, ma non sono solo mielolesi quelli che viaggiano e hanno bisogno della sedia a rotelle, e fra i mielolesi non tutti devono fare cateterismo. Oriol fa cateterismo, ma la mia risposta valeva un po' per tutti, non solo per mielolesi.

    Quindi se c'e' la possibilita' di andare in bagno, francamente credo che sia la soluzione migliore, nel caso e' da preferire quelle compagnie aeree che danno una assistenza migliore e che hanno aerei meglio attrezzati, come ad esempio e' il caso della Malaysia Airlines che ha la sensibilita' di mettere sui propri aerei un bagno speciale...

    Ora io capisco la gita di un giorno, siccome stavo pensando di andare ad Angkor Wat in Cambogia, dove immagino che le strutture per disabili siano praticamente uguali a zero (tranne che negli hotel), mi trovo il problema di dover andare in bagno durante la giornata, e quindi il condom potrebbe essere una soluzione. Ma dev'essere l'ultima spiaggia, e se su un aereo c'e' un bagno ...

    Inoltre, in 11 ore di viaggio, c'e' pure il rischio di dover andare in bagno per altri motivi oltre che per la pipi' e quindi e' bene attrezzarsi per andare comunque in bagno, perlomeno per me che soffro di colite e' una priorita' assoluta il disporre di un bagno dove poter andare...

    Edited by: buasaard
    Claudio



  5. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    2,553
    Thanked: 0

    Predefinito



    Fiametta io ho fatto diversi viaggi col catetare permanente, mi sono sempre trovata bene,ma leggendo quello che a scritto henryago cominciano a venirmi dei dubbi (esplosione del sacchetto)spero non succeda,l"importante svuotarlo ogni 3 ore,controllo il bere tutto il tempo del viaggio.



  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito



    ...pu? sembrare un osservazione banale, ma il TRAVEL JOHN pubblicizzato sopra, in diverse occasioni si è rivelato come una soluzione pratica e veloce nonch? "profumata" sino ad 800 cc di prodotto contenuto...certo che se il problema è quello fecale allora i discorsi sono altri.


    ....per un abbigliamento accessibile...www.lyddawear.com
    ......per scambiare quattro chiacchere dal vivo saremo a EXPOSANITA 28 - 31 Maggio nel Pad. 19 corsia A59.......



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Scusa Piergiorgio, io non capisco pero'. Sto Travel John mi pare che sia una specie di pappagallo, ma mi ci vedi in aereo tirarlo fuori e fare pipi' in questo contenitore? Anche se sotto una coperta, francamente mi sento piu' a disagio con sto coso che a farmi portare in bagno.

    Poi se non si puo' fare altrimenti, faccio pure di necessita' virtu', ma se lo scopo e' quello di non farsi notare beh....

    Claudio



  8. #7
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    579
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da rita

    ... l"importante svuotarlo ogni 3 ore,controllo il bere tutto il tempo del viaggio.
    scusa , ma se il viaggio dura più di 3 ore ... dove la svuoti la sacca? si potrebbe pensare allora a una sacca da viaggio .. autonomia 6 - 8 ore. .. e comunque il pericolo dell'inondazione persisterebbe. .. meglio il wc accessibile.. credetemi!


    Saluti
    Henry

    <a href=\"http://www.h81.org/auto_dis.html\" target=\"_blank\">
    </a>



  9. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    2,553
    Thanked: 0

    Predefinito

    La svuoto nel wc, aiutata da mio marito,di solito sono seduta nei primi posti, in aereo non troverai mai la toilette accessibile, hai sempre bisogno di qualcuno che ti aiuta.



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    No Rita.

    Non conosco le tue condizioni quindi non so nel tuo caso, io vado in bagno, hanno la sedia di bordo e mi portano nella toilette. Poi faccio da solo perche' ho dei pantaloni con la chiusura lampo lunga (comprati da Lydda Wear) e quindi non devo nemmeno tirare giu' i pantaloni. Come dicevo nell'altro post, la Malaysia Airlines e anche altre compagnie sui loro aerei hanno dei bagni speciali per disabili, in quel caso la sedia di bordo entra nel bagno , con la Thai Airways invece accostano la sedia alla tazza, salto sulla tazza , tirano via la sedia e chiudono la porta.

    Edited by: buasaard
    Claudio



  11. #10
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    96
    Thanked: 1

    Predefinito



    Rispondo a henryago:


    suggerivo l'uso di condom e sacca solo per gite di un gg al max, non per l'aereo.


    Per viaggi in aereo di 8 e più ore suggerivo il catetere fisso.





    rispondo a Buasard


    non si riesce quasi mai a sapere se c'è o meno il bagno adatto a bordo. A malapena si trova l'elevatore!


    Noi paghiamo "la tassa" di una scomodit? oggettiva per affrontare destinazioni di cui a priori non si riesce a sapere nulla o perchè non si trova una controparte con cui parlare, o perchè magari si è avuto poco tempo per organizzare il viaggio.


    Non rispondevo a te con polemica, ma ai soliti personaggi per i quali la colpa di qualsiasi cosa è sempre degli altri.


    Io ce l'ho con quelli che fanno la solita inutile sterile polemica di chi si è trovato male per la solita storia che la gente è insensibile, l'hotel disorganizzato, nessuno li capisce etc etc...figuriamoci se me la prendo con te che sei esattamente dell'altra posizione, ovvero di quelli che offrono le soluzioni!


    Un caro saluto





    Fiammetta



  12. #11
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    579
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da Fiammetta

    Rispondo a henryago:</span>


    suggerivo l'uso di condom e sacca solo per gite di un gg al max, non per l'aereo.</span>


    Per viaggi in aereo di 8 e più ore suggerivo il catetere fisso.</span>


    </span>


    rispondo a Buasard</span>


    non si riesce quasi mai a sapere se c'è o meno il bagno adatto a bordo. A malapena si trova l'elevatore!</span>


    Noi paghiamo "la tassa" di una scomodit? oggettiva per affrontare destinazioni di cui a priori non si riesce a sapere nulla o perchè non si trova una controparte con cui parlare, o perchè magari si è avuto poco tempo per organizzare il viaggio.</span>


    Non rispondevo a te con polemica, ma ai soliti personaggi per i quali la colpa di qualsiasi cosa è sempre degli altri.</span>


    Io ce l'ho con quelli che fanno la solita inutile sterile polemica di chi si è trovato male per la solita storia che la gente è insensibile, l'hotel disorganizzato, nessuno li capisce etc etc...figuriamoci se me la prendo con te che sei esattamente dell'altra posizione, ovvero di quelli che offrono le soluzioni!</span>


    Un caro saluto</span>
    ma da dove salta fuori questa? .. da sotto a un cavolo?
    .. e la dignit? dove la mettiamo? per non parlare dei diritti umani e delle pari opportunit??

    Mi viene in mente fatto singolare che mi è accaduto in un vecchio ospedale che per fortuna ora è stato "dismesso".
    Facevo assistenza a mia moglie in un reparto che non aveva il WC accessibile. Ho provato a cercare in altri reparti : niente!
    Mi imbattei in una signora con la carrozzina elettrica che portava dei documenti in giro a reparti, fra di me pensai che quella "disabile" forse lavorava per l'ospedale e forse mi avrebbe potuto aiutare. La fermai, le chiesi se sapeva dove potevo trovare un WC a norma .. mi rispose che in tutto l'ospedale non ce n'era uno. Le chiesi dove andasse lei quando le occorreva.... risposta: tanto c'ho il catetere!
    ah .ah. ah.
    non è una barzelletta ... ma parlo di oltre 20 anni fa!
    FIAMMETTA!!!!
    Saluti
    Henry

    <a href=\"http://www.h81.org/auto_dis.html\" target=\"_blank\">
    </a>



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    non si riesce quasi mai a sapere se c'è o meno il bagno adatto a bordo. A malapena si trova l'elevatore!

    </span>Non lo sanno a Roma, ma la sede della compagnia lo sa certamente. Il problema e' combattere per farsi dare il posto vicino alla toilette, anche se ti informi, lo chiedi, arrivi in aeroporto e te lo cambiano e devi stare a spiegare nuovamente.... Bisogna insistere un po' con la compagnia che si informino adeguatamente. In ogni caso con la sedia di bordo, se si ha la forza per trasferire, e non servono i maniglioni, anche un bagno normale va bene. Come ho detto, con la Thai Airways che non hanno il bagno speciale, mi hanno accostato al W.C. sono saltato sulla tazza e poi hanno tolto la sedia. Quando ho fatto, hanno riaperto, riaccostato la sedia di bordo e via...

    L'elevatore, beh...dipende da dove vai, francamente credo che in Polinesia (dove doveva andare Oriol) ci sia, dopo tutto e' pur sempre Francia..In Thailandia ti posso dare per certo che c'e' a Bangkok e Phuket, ma credo che ci sia in ogni aeroporto. Probabilmente in qualche altro paese meno sviluppato non c'e', mi ricordo che una volta ho volato con la Biman (Bangladesh Airlines) era il 1986 e ancora camminavo coi tutori e bastoni, dubito fortemente che a Dacca ci sia l'elevatore anche adesso....

    Enrico,

    pero' ha anche ragione Fiammetta, se il volo parte dall'Italia, l'aereo deve avere una certa attrezzatura per i disabili, ma se hai un volo con scalo, tu sei garantito fino allo scalo, poi vai a scontrarti con le leggi del luogo da dove parte il secondo volo e con chi te la prendi? Se vuoi andare e' cosi', se no non vai.... Quindi e' bene informarsi adeguatamente e prepararsi al peggio in caso di volo con scalo, cio' non toglie che pero' se la struttura c'e' e' inutile usare dei mezzi come dici tu poco dignitosi.

    Nel caso di Rita per esempio, io sono certo che la Lauda Air ha la sedia di bordo , anche perche' e' obbligata per legge ad averla, basta chiederla prima di partire, Rita probabilmente si e' adagiata col catetere e non si informa ulteriormente, ma la sedia di bordo al bagno ce la porta (certo deve poter trasferire dalla sedia al water e non ci sono maniglioni naturalmente)....anche perche' come dicevo sopra, se capita dover andare al bagno per qualcosa altro che non sia pipi' ci devi poter andare...

    Ah...un consiglio assolutamente da seguire. Mai affidarsi all'agenzia di viaggio. Non ne sanno un tubo, bisogna agire in prima persona e chiamare la compagnia aerea, senno' la compagnia fa casino...



    </span>
    Claudio



  14. #13
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    96
    Thanked: 1

    Predefinito



    rispondo a henryago


    "ma da dove salta fuori questa? .. da sotto a un cavolo?
    .. e la dignit? dove la mettiamo? per non parlare dei diritti umani e delle pari opportunit??"


    Caro henryago, è solo una questione di scelta!


    Tusbandieri valori e principi, OK! Io rispetto la tua scelta...ma se vuoi viaggiare ed andare veramente da tutte le parti infischiandotene anche un p? del fatto che sei disabile ed accettando che non dappertutto troverai il bagno adtto, la stanza adatta, l'elevatore, la comprensione dei tuoi problemi ...e chi se ne frega di trovare tutto questo, comprensione dei problemi inclusa!


    Una sceltadi "adattamento"ti ripaga facendoti godere il sole su una spiaggia bianca in un mare cristallino, con le onde che ti accarezzano la pelle..almeno le senti fino a dove la sensibilit? residua da una mielolesione te lo consente e per quello che ti resta da vivere, se hai una invalidit? progressiva, la vita ti sembrer? ancora bella da vivere.


    E come ci sei arrivato in un posto del genere secondo te?


    Rompendo i attributi propiamente maschili sulle pari opportunit? o adattandoti al contesto che per te disabile non ha previsto nulla di specificatamente adatto...incluso il bagno per disabili sul piccolo elicottero che ti ci ha trasportato su quella spiaggia...per non parlare del concetto di elevatore, che in alcuni paesi proprio non è arrivato!


    Le pari opportunit? sono nella tua testa non in quella di chi ti circonda!


    Resta inteso che se preferisci passare il tempo a parlare e viveredi valori e principi io non mi permetto di dire "A"...solo che temo che da casa tua non andrai molto lontano, e che così ti precludi alcuni dei più bei posti del mondo...dove non è che frega a nessuno che un disabile non possa andare.


    Con animo sereno


    Fiammetta



  15. #14
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    96
    Thanked: 1

    Predefinito



    Rispondo a buasard


    ..non si riesce quasi mai a sapere se c'è o meno il bagno adatto a bordo. A malapena si trova l'elevatore!

    Non lo sanno a Roma, ma la sede della compagnia lo sa certamente. Il problema e' combattere per farsi dare il posto vicino alla toilette, anche se ti informi, lo chiedi, arrivi in aeroporto e te lo cambiano e devi stare a spiegare nuovamente.... Bisogna insistere un po' con la compagnia che si informino adeguatamente.





    Risposta Fiammetta: spesso, specialmente per viaggi intercontinentali, mi informo direttamente all'aereoporto di arrivo ed alla sede della compagnia che utilizzo.


    Spesso è proprio da queste fonti che si apprende l'assenza dell'uno e dell'altro..e ti assicuro che anche viaggiandoi in business, la situazione non cambia!


    E non serve nemmenodi parlare di aereoporti come Mal? o Mah?, anche sulla vicina Mykonos manca all'ereoporto l'elevatore e "lo scarico a braccia" è uno degli sport più diffusi per i trasporti interni alle seychelles.


    Vogliamoparlare in Egitto dei voli interni? I piccoli charter che portano i turisti?


    In america sul Grand Canyon? Che fai, rinunci a salire sull'elicottero perchè la tua dignit? ti ferisce dall'essere preso a braccia da una colonna di negro?


    Insomma grandi e piccole compagnie in luoghi remoti o non esattamente pensati per disabili, mancano. come dire, delle basi!


    E' ovvio che pretendi di base tutto e di più!


    Ma dove non lo trovi o dove non sai se lo trovi, che fai?


    Non parti?


    Ogni viaggio ci ha regalato alcune delle più comiche ed incredibili esperienze.


    Ci siamo trovati a pescare di notte su un barcone con la sedia tenuta a braccia,


    ci siamo goduti una vista unica dal tetto di un tempio Indi dove siamo praticamente stati "caricati" a forza da entusiasti e sorridentiindigeni.


    abbiamo giocato ad una corsa di pacuri su una spiaggia Maldiviana nel bel mezzo della notte


    abbiamo ballato al chiaro di luna sotto il cielo più ricco di stelle che si sia mai visto una tipica danza tribale seychellese, ed il disabile non era tra i meno scatenati.





    Dunqua, alla luce di tutto questo, si cerca di verificare, si pretende il max che si pu? trovare..ma devo confessarti che anche dove ci attende l'incerto, opportunamente attrezzati con ausilii da viaggio, noi si parte...e comunquetutti st? disabili che viaggiano io mica li ho visti!





    Per noi alle Seychelles hanno messo rampe di legno in tutto l'albergo,..ma tu pensi che qualche altro disabile ci sia mai più stato?


    Cordiali saluti





    Fiammetta



  16. #15
    Junior Member L'avatar di yankee
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,440
    Thanked: 7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fiammetta


    rispondo a henryago


    "ma da dove salta fuori questa? .. da sotto a un cavolo?
    .. e la dignit? dove la mettiamo? per non parlare dei diritti umani e delle pari opportunit??"


    Caro henryago, è solo una questione di scelta!


    Tusbandieri valori e principi, OK! Io rispetto la tua scelta...ma se vuoi viaggiare ed andare veramente da tutte le parti infischiandotene anche un p? del fatto che sei disabile ed accettando che non dappertutto troverai il bagno adtto, la stanza adatta, l'elevatore, la comprensione dei tuoi problemi ...e chi se ne frega di trovare tutto questo, comprensione dei problemi inclusa!


    Una sceltadi "adattamento"ti ripaga facendoti godere il sole su una spiaggia bianca in un mare cristallino, con le onde che ti accarezzano la pelle..almeno le senti fino a dove la sensibilit? residua da una mielolesione te lo consente e per quello che ti resta da vivere, se hai una invalidit? progressiva, la vita ti sembrer? ancora bella da vivere.


    E come ci sei arrivato in un posto del genere secondo te?


    Rompendo i attributi propiamente maschili sulle pari opportunit? o adattandoti al contesto che per te disabile non ha previsto nulla di specificatamente adatto...incluso il bagno per disabili sul piccolo elicottero che ti ci ha trasportato su quella spiaggia...per non parlare del concetto di elevatore, che in alcuni paesi proprio non è arrivato!


    Le pari opportunit? sono nella tua testa non in quella di chi ti circonda!


    Resta inteso che se preferisci passare il tempo a parlare e viveredi valori e principi io non mi permetto di dire "A"...solo che temo che da casa tua non andrai molto lontano, e che così ti precludi alcuni dei più bei posti del mondo...dove non è che frega a nessuno che un disabile non possa andare.


    Con animo sereno







    Una volta, volando verso le Maldive (10 ore di volo) io disabile mi creavo il problema, mosso dal rispetto per gli altri...Gli altri, invece, tipo i genitori Milanesi di un maledetto bambino padano pestifero vicino di posto, ad un certo punto fregandosene altamente degli altri, anzich? andare in bagno con le loro belle sei gambe, hanno deciso di cambiare il pannolino al loro piccolino alla luce del sole, inondando di puzza di santo cielotutto l'aereo. A quel punto ho fatto anch'io il mio comodo e tutti parevantranquilli.
    hasta siempre la libertad



  17. #16
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito




    No, ma guarda Fiammetta che io sono d'accordo con te quando dici di adattarsi, in particolare approvo pienamente laddove dici..
    <br style="font-weight: bold;">Tusbandieri valori e principi, OK! Io rispetto la tua scelta...ma
    se vuoi viaggiare ed andare veramente da tutte le parti
    infischiandotene anche un p? del fatto che sei disabile ed accettando
    che non dappertutto troverai il bagno adtto, la stanza adatta,
    l'elevatore, la comprensione dei tuoi problemi ...e chi se ne frega di
    trovare tutto questo, comprensione dei problemi inclusa!
    Io che sono un tirchione vado in posti che uno non immaginerebbe di poter andare, in Thailandia viaggiando con l'auto, mi fermo in piccoli motel da 10-15 Euro, che di certo non hanno tutti i crismi dell'accessibilita', mi adatto, mica c'e' lo sgabellino per la doccia, prendo una sedia di plastica e la metto sul pavimento e faccio la doccia, mica ci sono maniglioni, uso la carrozzina come appoggio e se c'e' il lavandino o la vasca vicini uso quella....Anche perche' dove vado nemmeno al Grand Hotel hanno la stanza pienamente accessibile.Se mi fossi preoccupato della accessibilita' piena non sarei partito nel 1986 con la Biman....Io dicevo solo che qualora i mezzi esistano (come puo' essere una toilette anche parzialmente accessibile con difficolta') me ne strafrego del fatto che creo trambusto sull'aereo e preferisco andare in bagno.
    Ovvio che e' una scelta mia, se qualcuno preferisce usare un condom con sacca non e' che posso stare a dire cosa fare, solo che a me sembra poco dignitoso qualora sia possibile andare in bagno, se non e' possibile, pazienza...son disposto a tutto.......Enrico evidentemente pensa che tutto il mondo sia Europa, ma fuori dall'Europa (e spesso anche in Europa) l'accessibilita' piena e' un miraggio. Se vuoi e' cosi', prendere o lasciare....

    Pero' e' anche vero che dovremmo premere affinche' i voli che partono dall'Italia (e in generale dall'Europa cosi' avremmo piu' forza) siano piu' accessibili. Vuoi vendere biglietti agli europei? Devi avere un aereo adeguato, senno' ti fai i voli verso altri scali...Cosi' aiuteremmo anche altri popoli ad avere una accessibilita'. Se quelli delle Seychelles vogliono turisti francesi ed italiani , se noi li obblighiamo ad avere aerei piu' a norma, ne beneficiano anche i disabili delle Seychelles (ammesso che si possano permettere di viaggiare, che la hanno ben altri problemi). Pero' inculcheremmo una visione diversa, magari anche gli alberghi cominciano a pensarci, e poi i negozi, i centri commerciali e ne beneficierebbero anche loro.

    A proposito di trasporto dalla scaletta te ne racconto una che mi e' capitata non per vacanza ma per lavoro a Bruxelles nel 1999. Sono andato a Oslo via Bruxelles (all'andata) e ritorno via Amsterdam, quindi paesi "civili". Arrivati a Bruxelles, per un malinteso (aveva prenotato l'azienda dove lavoro quindi avevano fatto casino), non c'era l'elevatore ad aspettarmi. L'addetto mi ha fatto capire che se aspettavo l'elevatore avrei perso la coincidenza. Allora siccome ancora camminavo, sono sceso dalla scaletta coi bastoni. Poi mi hanno portato direttamente sotto bordo dell'aereo per Oslo senza portarmi in aerostazione, per far prima che i passeggeri erano tutti a bordo mi hanno preso, legato alla sedia di bordo , salito sulla scaletta che sembravo Hannibal Lecter ne "il silenzio degli innocenti", pure le braccia m'hanno bloccato....mancava solo la museruola

    Edited by: buasaard
    Claudio



  18. #17
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    579
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da Fiammetta

    ...solo che temo che da casa tua non andrai molto lontano, e che così ti precludi alcuni dei più bei posti del mondo...dove non è che frega a nessuno che un disabile non possa andare.


    Con animo sereno
    anzitutto mi scuso con te se ho urtato il tuo "animo sereno" , poi ti sconsiglio di esprimere dei giudizi affrettati senza conoscere con chi stai parlando ... senza offesa si intende ... perchè il sottoscritto, per scelta personale, è andato in posti che "voi umani non potete nemmeno immaginare". Bada bene! PER SCELTA. Cosicch? mi sono adeguato alle necessit? del caso. Ma questa, ribadisco, è stata una mia scelta!
    Il concetto per il quale ho postato in precedenza riguarda ben altro, e cioè la disponibilit? dei servizi pubblici che dovrebbe essere uguale per tutti. Chiaro?
    Senza rancore!
    Saluti
    Henry

    <a href=\"http://www.h81.org/auto_dis.html\" target=\"_blank\">
    </a>



  19. #18
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Si Enrico, hai perfettamente ragione, ma quando parti per luoghi lontani, non puoi far conto sulla legge, perche' dovresti poter incidere su leggi di altri paesi, quindi o ti adatti o non vai, non c'e' altra scelta.....

    Quello che dici tu va bene per l'Italia....

    Claudio



  20. #19
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    579
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ok Claudio,
    ci siamo!
    anche gli astronauti avevano (hanno) il raccoglitore delle urine!
    tutto sta ad organizzarsi.
    Esiste comunque una convenzione delle Nazioni Unite sottoscritta di recente dai paesi membri che riguarda i diritti delle persone con disabilit? per cui con molta calma in tutti gli stati membri si dovrebbe crescere culturalmente.
    .. cosa che anche qui (in Italia) lascia molto a desiderare

    Saluti
    Henry

    <a href=\"http://www.h81.org/auto_dis.html\" target=\"_blank\">
    </a>



  21. #20
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Scusa Piergiorgio, io non capisco pero'. Sto Travel John mi pare che sia una specie di pappagallo, ma mi ci vedi in aereo tirarlo fuori e fare pipi' in questo contenitore? Anche se sotto una coperta, francamente mi sento piu' a disagio con sto coso che a farmi portare in bagno.

    Poi se non si puo' fare altrimenti, faccio pure di necessita' virtu', ma se lo scopo e' quello di non farsi notare beh....

    ......certamente lo devi considerare come l'ultima spiaggia, condivido in pieno che il bagno accessibile dovrebbe essere un obbligo, il Travel da quello che mi hanno raccontato i miei clienti è un ottimo prodotto ma ovviamente per le emergenze...lungi da me a pensare che debba essere la soluzione migliore.
    ....per un abbigliamento accessibile...www.lyddawear.com
    ......per scambiare quattro chiacchere dal vivo saremo a EXPOSANITA 28 - 31 Maggio nel Pad. 19 corsia A59.......



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •