Cookie Policy Privacy Policy Congedi retribuiti di due anni al coniuge



Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Pesaro e Urbino
    Messaggi
    961
    Thanked: 0

    Predefinito

    <H3>Ne sapete qualcosa riguardo a questa nuova normativa....</H3>
    <H3></H3>
    <H3>Congedi retribuiti di due anni al coniuge:
    Sentenza della Corte Costituzionale</H3>





    Come si ricorder? la normativa vigente (art. 42 del Decreto legislativo 151/2001) prevede l'opportunit? per i genitori di persone con handicap grave di fruire di due anni di congedo retribuito, anche frazionabile. Una opportunit? che si aggiunge, pur in modo alternativo, a quella dei tre giorni di permesso mensile retribuito.
    La norma originaria prevede che tale congedo di due anni spetta anche ai fratelli o alle sorelle delle persone con handicap grave certificato, dopo la scomparsa di entrambi i genitori.


    La Corte Costituzionale è già intervenuta su tale agevolazione con la Sentenza 233/2005 che ha dichiarato l'illegittimit? costituzionale di quell'articolo (il 42, appunto, del D. lgs 151/2001) nella parte in cui prevedeva che per la concessione del congedo ai fratelli o alle sorelle entrambi i genitori dovessero essere deceduti.
    La Corte decretava che il congedo doveva essere concesso, ai fratelli o alle sorelle conviventi con il disabile, anche nel caso in cui i genitori fossero totalmente inabili.


    Ora, con sentenza 158 del 18 aprile 2007 (deposita l'8 maggio), la Corte Costituzionale si esprime ancora su un'altra eccezione di legittimit? costituzionale, sempre dell'articolo 42, su un aspetto di impatto molto superiore: la concessione del congedo al coniuge lavoratore di una persona con handicap grave.
    La norma, come noto, esclude questa opportunit?: il coniuge non pu? fruire dei due anni di congedo retribuito e la Corte censura in modo nettissimo questa esclusione.
    Afferma la Corte: "La norma censurata (?) esclude attualmente dal novero dei beneficiari del congedo straordinario retribuito il coniuge, pur essendo questi, sulla base del vincolo matrimoniale ed in conformit? dell'ordinamento giuridico vigente, tenuto al primo posto (art. 433 cod. civ.) all'adempimento degli obblighi di assistenza morale e materiale del proprio consorte; obblighi che l'ordinamento fa derivare dal matrimonio. Ci? implica, come risultato, un trattamento deteriore del coniuge del disabile, rispetto ai componenti della famiglia di origine."


    Con queste premesse, viene dichiarata l'illegittimit? costituzionale dell'articolo 42, nella parte in cui non prevede la concessione dei congedi retribuiti anche al coniuge della persona con handicap grave. D'ora in poi i congedi dovranno essere concessi anche al coniuge.
    Si tratta di una Sentenza con conseguenze di notevole impatto.
    Si tratta ora di attendere le istruzioni operative degli istituti previdenziali (INPS, INPDAP ecc.) che si ritiene verranno diramate a breve.
    ... \" ... Migliore non è colui che arriva primo, ma colui che da’ il massimo ... \" ...


  2.      


  3. #2
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito



    speriamo che presto l'inps e gli altri enti si adeguino a questa mancanza di riconoscimento....non riconoscere il coniuge l'ho sempre vista (e vissuta) come un'ingiustizia e oltretutto questa mancanza è sempre stata volontariamente taciutain un paese democraticamente civile e attento alle categorie "deboli". Questa esclusione? un'offesa per tutte quelle persone in difficolt?per poter contare sulla propria famiglia....altra mancanza che spero presto si possa concludere positivamente? la proposta di legge sulla possibilit? di poter andare sempre il coniuge in pensione per assisterel'altro coniuge che si trova in condizione di non poter svolgere le proprie mansioni quotidiane



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    ? una sentenza non una normativa ciò vuol dire che vale solo per la persona che ha intentato la causa
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •