IL GENOMA DELL'OPOSSUM.
Questo è l'opossum grigio a coda corta. Gli hanno sequenziato il genoma. Un grande onore per una creatura così piccola.
Lo studio pubblicato su "Nature", che si deve a un gruppo internazionale di ricercatori, è molto interessante perchè il genoma dell'opossum, in particolare del "monodelphis domestica", rappresenta un bel paragone con il genoma umano.
Infatti come noi questo simpatico animaletto ha tra i 18.000 e i 20.000 geni. Alcuni sono simili a quelli degli esseri umani, altri ovviamente sono tipici dei marsupiali. E se fino a poco tempo fa si credeva che l'opossum fosse un mammifero arcaico e poco evoluto, oggi si sa che ha un sistema immunitario differente dal nostro, ma come il nostro molto evoluto.
E non è tutto: è l'unica specie, oltre agli esseri umani, che sviluppa il melanoma da radiazioni ultraviolette. Anche per questo i grigi a coda corta sono da tempo utilizzati in laboratorio per spiegare varie malattie genetiche e immunologiche.
Ad esempio se il midollo spinale di queste creature subisce una lesione si ricostruisce da sò. Motivo per cui è utile come modello per studiare come riparare il sistema nervoso umano. E ancora, questa specie di opossum, che si trova in Brasile, Bolivia e Paraguay e che vive sugli alberi, è più simile a un roditore che al cugino australiano canguro.
Se si considera che i marsupiali si sono separati dai mammiferi placentati 180 milioni di anni fa, e che poi si sono evoluti e specializzati in modi differenti, si capisce l'impresa di leggere il dna dell'opossum.


Da TGR Leonardo del 10/05/07