Cookie Policy Privacy Policy Pet-therapy: cosa ne pensate?



Risultati da 1 a 19 di 19
  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,834
    Thanked: 0

    Predefinito



    La Pet-therapy è un modo innovativo per migliorare alcuni aspetti psicologici di persone disabili fisiche e mentali. Aiuta a curare i disturbi comportamentali.


    http://www.ministerosalute.it/dettag...oPiano.jsp?id= 118
    Moderatori l\'Accessibilità è la prima regola da far rispettare!


  2.      


  3. #2
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito

    Sicuramente se fatta seriamente pu? essere un valido aiuto....



  4. #3
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    35
    Thanked: 0

    Predefinito



    Caro Coccolino, ne ho esperienza personale nei confronti di mia madre che, dopo aver avuto tre ictus, è alquanto mal messa e sempre depressa.La mia veterinaria un giorno mi telefonica e mi comunica di avere il cane giusto per mia madre. E' una volpina variegata con una macchia sul muso, ma grintosa e sempre in movimento. La porto a casa ed è subito amore tra lei e mia mamma. E' la sua guardiana più fedele e non l'abbandona mai. Mia mamma l'ama teneramente e guai a chi gliela tocca. Sono inseparabili.


    Cosa dirvi? WW GLI ANIMALI.


    Lilly
    Giuliani Ines



  5. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,003
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da inegiuli


    Caro Coccolino, ne ho esperienza personale nei confronti di mia madre che, dopo aver avuto tre ictus, è alquanto mal messa e sempre depressa.La mia veterinaria un giorno mi telefonica e mi comunica di avere il cane giusto per mia madre. E' una volpina variegata con una macchia sul muso, ma grintosa e sempre in movimento. La porto a casa ed è subito amore tra lei e mia mamma. E' la sua guardiana più fedele e non l'abbandona mai. Mia mamma l'ama teneramente e guai a chi gliela tocca. Sono inseparabili.


    Cosa dirvi? WW GLI ANIMALI.


    Lilly





    come non quotarti



  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    1,742
    Thanked: 0

    Predefinito



    BELLA STORIA.





    IO HO IL GATTO ROSSO CHE è LA MIA OMBRA, NN MI MOLLA UN MINUTOEdited by: manolo5



  7. #6
    Senior Member L'avatar di BILANCINETTA85
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Venezia
    Messaggi
    9,995
    Thanked: 1

    Predefinito

    Io da bimba ho fatto hippoterapia e devo dire che mi servito più di tutto il resto per acquisire stabilit? del tronco, vincere le paure ecc..



  8. #7
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    1,742
    Thanked: 0

    Predefinito



    HIPPO TERAPIA CIO? HAI MNGIATO MOLTI HYPPO HYPPO





  9. #8
    Senior Member L'avatar di BILANCINETTA85
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Venezia
    Messaggi
    9,995
    Thanked: 1



  10. #9
    Senior Member L'avatar di BILANCINETTA85
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Venezia
    Messaggi
    9,995
    Thanked: 1

    Predefinito

    Ovviamente io non la svolgevo a Bologna ma a Camponogara (credo tu sappia dov'?)



  11. #10
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    1,742
    Thanked: 0

    Predefinito

    ? la terapia con i cavalli che fa pure ross



  12. #11
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sono diventata disabile a poco a poco...il mio amico più fedele è stato Argo, il mio splendido Labrador nero.
    Quando ho preso Argo, aveva solo 40 giorni ed era un esubero di una cucciolata e non avendo il pedegree, nessuno lo voleva (a quei tempi, 16 anni fa, i labrador non erano di moda).
    Era un battufolo nero con il musino tondo, bellissimo.
    L'ho portato a casa e subito ha dimostrato un'intelligenza e una sensibilit? piuttosto insolite in un cucciolo così piccolo, imparando subito, per esempio,che, per certe "funzioni" doveva usare il giardino (e, di notte, un foglio di giornale opportunatamente steso per terra) ecc.
    A sei mesi, era ancora piccolo, si è ammalato di una gravissima forma di gatroenterite batterica...l'ho curato come fosse un bambino, facendogli anche delle flebo e poi, quando ha cominciato a riprendersi, passavo ore a nutrirlo con gli omogenizzati. Quando era in convalescenza, per evitare che prendesse freddo, avevo cucito due angoli di un asciugamano da ospite e, infilandolo dalla testa, lo copriva fino alla coda (questo anche per capire com'era piccolo)...sembrava un cavallino in miniatura!
    Da quel piccolo cucciolo è diventato un colosso, di 40kg di peso...ma non ha perso la sua grande sensibilit?.
    Non ha ricevuto nessun addestramento, eppure, mi ha iniziato ad aiutare...raccoglieva gli oggetti da terra e me li avvicinava alla mano, mi portava il cordless e, man mano che la mia disabilit? avanzava, lui mi era sempre più indispensabile, standomi sempre vicino e aiutandomi a mantenere l'equilibrio quando camminavo, posandosi con la sua nera presenza alle mie gambe...e, psicologicamente, mi aiutava a non sentirmi sola. Lui era sempre vicino a me, anche quando lo abbracciavo piangendo e lui mi asciugava le lacrime con il pelo e con le leccate facendomi ridere!
    Era un grande cane, in tutti i sensi.
    Era sempre vicino a me,si concedeva solo qualche corsa e gioco con mio figlio, solo a patto che io fossi nei paraggi...ogni tanto mi si avvicinava, posandomi il muso sul ginocchio, come a dirmi che non si era dimenticato di me.
    Purtroppo i cani non vivono a lungo...due anni fa, ho dovuto prendere una grave decisione per Argo...non potevo permettere che, quel cane eccezionale, soffrisse...
    Ma non lo dimenticher? mai...e gli vorr? sempre bene,.


    La pet-teraphy è una bellissima terapia, che aiuta moltissimo.


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  13. #12
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    NOI UMANI CI DIAMO TANTE ARIE DI SUPERIORITA'.

    Se provassimo a pensare, a volte, potremmo scoprire delle cose che ci costringerebbero a rivedere certi nostri atteggiamenti. Mi spiego meglio.

    Non so se, sulla terra, sia comparso prima l'uomo o gli animali ma, secondo la bibbia, sono comparsi prima gli animali. Infatti:

    " Dio disse: - La terra produca esseri viventi secondo la loro specie -. E così avvenne: Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la loro specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona.</span><br style="font-style: italic;">E Dio disse: - Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra." </span>(Gn 1, 24-25)

    Quindi, stando alla bibbia, cronologicamente Dio cre? prima gli animali e poi gli uomini, ai quali diede in consegna gli animali. Gi?, perchè il domini</span> di Dio va inteso come custodia degli animali, e non come disprezzo, sfruttamento, abominio, o altro che certi nostri simili compiono nei confronti degli animali.

    Gli animali sono i nostri compagni di vita, che esistono sulla terra prima di noi (stando alla bibbia di cui sopra). Per miliardi di anni ci hanno aiutato nelle fatiche della nostra vita (ad esempio nel lavoro dei campi) e continuano ad aiutarci (ahim?) fornendoci carne per l'alimentazione.

    Arrivano persino ad aiutarci nella guarigione da certe patologie, come sopra ampiamente dimostrato, senza nulla chiedere se non una carezza, una parola, uno sguardo.

    Non dico di amarli gli animali (qualcuno non ci riesce ed io provo a capirlo) ma, almeno, se non siamo capaci di amarli, non comportiamoci peggio di loro.

    E mi riferisco al fatto che gli animali, fra di loro, non arrivano mai al grado di ferocia gratuita di cui è capace un certo tipo di genere umano, sia nei confronti dei propri simili che degli animali.

    Ecco, l'ho detto e non me ne pento.

    Cordialit? a tutti.

    Edited by: marinotunger
    marinotunger



  14. #13
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    1,035
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao,o anch?io a raccontarti la mia esperienza di pet terapy che ho iniziato da ben 12 o 13 anni nel 1993 circa e ancora oggi continuo.
    Tutto inizio grazie a mia madre, (come sempre parlando con altri genitori di altri ragazzi disabili, si informa su tutto ciò che è riabilitazione x cercare di aiutarmi e di avermi recuperare una autonomia più completa o quasi).
    Un giorno mia madre parlando conuna amica viene a conoscenza che la figlia della sua amica fa equitazione come sport. Aveva sentito parlare di ippotarapia e disabilita così gli si accenda la famosa lampadina facendo chiedere se all?interno del maneggio praticano anche l?ippotarapia. Per mia sfortuna di allora ma fortuna di adesso la risposta fu positiva l?ippotarapia si praticava.
    Un pomeriggio di gennaio febbraio decidemmo di andare a vedere quest?ippotarapia anche se io non ero affatto d?accordo. Non vi dico che fifa avevo e nella macchina non facevo altro chedire cheavevo pura e che non avrei mai provato?.. Arrivati il maneggio era bellissimo cavalli ovunque, e in un campo un po? più piccolo c?erano due terapiste che svolgevamo lezione ad un ragazzino autistico bravissimo che trottava e galoppava, nel vederlo la cosa inizi? un po? a piacermi. Ma la paura ancora c?era?.
    Terminata la lezione le due terapiste si avvicinarono verso di noi???. Dopo un po venne il mitico momento di provare e di salire a cavallo, continuava in me la n paura tanto è vero che insistevo per provare su un poni.. Ma che poni e poni in un attimo mi ritrovai a cavallo, e la cosa che non dimenticher? mai e che salita in sella provai subito delle sensazione grandi la 1 fu al tatto della mia mano fredda e il pelo del Cavallo che era caldo, quel calore che averti sembro un calore pari a quello umano sanzione stupenda. Ma come quella c?e ne sono stata tante altre con emozioni grandi e piacevoli anche a livello sportivo. Ora x il 7 giugno ho dimostrazionea carattere internazionale.Quest'anno, per la prima volta a CONCORSO IPPICO INTERNAZIONALE che si
    svolge tutti gli anni a Napoli A PIAZZA DEL PEBLISCITO, nn so se ne aveta mai sentito parlarne o visto x
    tv?. si è dato ascesso ai
    diversamente abili campani, che in certo qual senso praticano sport
    equestri... saremo 6 disabili, con patologie diverse a dimostrare le
    nostre piccole capacit? in tale disciplina, a cospetto di Grandi
    Cavalieri normadotati (si fa per dire........!!)
    Si l?ippotarapia mi ha e continua a darmi risultati ottimi soprattutto per migliore il mio equilibrio a la divaricazione del gambe che anni fa le avevo complemente chiuse?. E ho iniziato ad avere più coraggio è fiducia in me stessa superando anche la grossa paura di rimanere sola in casa
    Si dopo la terapia si puzzetta un po? ma ne vale le pena, se soprattutto se scoprii che oltre per salute lo fai x passione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!




  15. #14
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io non ho fatto ippoterapia, ma equitazione (a quei tempi eo ancora sufficientemente abile), pecisamente completo di equitazione salto ostacoli.
    Avevo un cavallo mio, Dustin III, un hannover baio castagno zaino (baio è il cavallo marrone con coda, criniera ed estremit? degli arti nere, zaino significa che non aveva nessuna marcatura bianca), estremamente intelligente e molto bravo.
    Non dimenticher? mai le grandi soddisfazioni che ha saputo regalarmi...ho ancora coppe e coccarde che ho vinto con lui.
    Ed è grazie a lui che sono uscita da un periodo di depressione...ne sono uscita in sella a Dustin!


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  16. #15
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    per la pet terapy sono efficaci anche gli asini


    più umili e più frugali dei cavalli


    roberto



  17. #16
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito

    E splendidi gli asinelli e molto intelligenti.
    Ci sono gli anelli i martinafranca, che sono davvero splendidi e, nel loro genere, nobili.


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  18. #17
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    251
    Thanked: 0

    Predefinito

    io ho 8 cani, 1 cavallo e una capretta..
    dico sempre che sono la mia salvezza in ogni senso...
    sono chiusa in casa da una settimana, e se non ci fossero loro sarie già impazzita!

    Jessica
    le lacrime sono il ghiaccio dell\'anima che si scioglie...




  19. #18
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Como
    Messaggi
    2,808
    Thanked: 0

    Predefinito

    pet-terapy, è una cosa meravigliosa, ma nn dimentichiamo l'altre terapie con altri animale, delfini, cavalli.........
    DER APFEL FEHLT NICHT WEIT VOM STAMM !!!!
    SO WIE DER VATER? AUCH DER SOHN !



  20. #19
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    842
    Thanked: 0

    Predefinito

    Cani, gatti e coniglietti contro il mal di testa
    </font>
    Sempre
    più bambini soffrono di cefalea. Per loro, la cura più dolce è la Pet
    Therapy. Un caso di successo: l?Ospedale San Carlo di Nancy a Roma
    </font>


    Il
    mal di testa è una cosa da grandi? Niente di più sbagliato: nelle sue
    svariate forme, dall?emicrania alle cefalee tensive, in Italia ne
    soffrono sempre più bambini: ad oggi circa 1,5 milioni, ovvero il 30%
    dei piccoli, una quota raddoppiata rispetto a 10 anni fa quando a
    risentirne era il 15-18%. A rendere la situazione sempre più grave sono
    i crescenti disagi familiari e ambientali: i bambini assistono ai
    litigi fino anche alla separazione dei genitori, si trovano a
    interagire in ambienti fortemente competitivi, sono costretti a
    dividersi tra scuola e impegni pomeridiani, perchè entrambi i genitori
    lavorano e non possono dedicare loro il giusto tempo.

    Tutto questo pu? trasformarsi in una miccia esplosiva quando il bambino
    ? predisposto geneticamente a soffrire di mal di testa; e ricordiamo
    che, oltre a tutti i disagi che ciò comporta in una fase della vita
    delicata come quella dello sviluppo, questo bambino sar? spesso un
    adulto col mal di testa.

    Per disinnescare una malattia altrimenti destinata a peggiorare negli
    anni, occorre tenere il piccolo al riparo da qualunque situazione che
    possa provocargli ansia; bisogna inoltre offrirgli gli strumenti adatti
    per riacquistare fiducia e serenit? e quindi per vivere serenamente
    anche una situazione triste come il divorzio di mamma e pap?. I
    genitori devono imparare che è molto meglio donare al bimbo un po? di
    tempo, magari disegnando insieme, piuttosto che spendere centinaia di
    euro per l?ultimo videogioco di grido.

    Per aiutare i piccoli alle prese con il mal di testa, una terapia che
    si dimostra molto efficace è la Pet Therapy: suoni come belati,
    cinguettii, nitriti e la presenza degli animali riescono a dimezzare
    durata e frequenza degli attacchi con risultati che perdurano anche a
    distanza di anni dalla terapia. Il tutto senza l?utilizzo di farmaci. A
    renderlo noto è Davide Moscato, neuropsichiatra, che recentemente ha
    inaugurato il nuovo centro di Pet Therapy dell?Ospedale San Carlo di
    Nancy, Roma: si tratta di una vera e propria ?fattoria-ospedale?
    abitata da un pony, una capretta, un pastore maremmano, maialini
    cinesi, criceti nani, conigli e 150 uccelli di diverse specie.
    Un?esperienza forse unica al mondo perchè, se la Pet Therapy è ormai
    abbastanza diffusa e ha ricevuto diversi riconoscimenti di efficacia,
    nessuno aveva mai pensato di allevare animali tra i reparti di un
    ospedale! I roditori vengono ?utilizzati? per problemi psicologici e
    mentali, gli ovini per l?emicrania, gli equini per disturbi motori, i
    felini e i cani sono polivalenti: i più indicati sono quelli a pelo
    lungo, morbidi, mansueti, rassicuranti.

    I medici hanno cominciato a utilizzare la terapia su bambini con
    patologie psichiatriche, forti ansie, depressioni, fobie, autismo,
    iperattivit? e deficit d?attenzione. Nell?arco di sei mesi, senza l?uso
    di farmaci, molti casi di gravi fobie sono guariti; mediamente, durata
    e frequenza degli attacchi di cefalea si sono ridotte di oltre il 50%;
    in 260 bambini sono addirittura scomparsi.

    &lt;&lt;Il segreto della Pet Therapy - spiega Moscato - è che aiuta i
    piccoli a ritrovare fiducia in sò stessi, nel mondo e l?equilibrio che
    si era spezzato&gt;&gt;.

    </font>



    </font>



  21.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •