Cookie Policy Privacy Policy disabile non collaborante muore



Risultati da 1 a 18 di 18
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://www.superabile.it/CANALI_TEMA...abilex/News/in fo335797326.html
    <H3>Roma, non riesce a farsi capire dai medici e muore: esposto alla procura</H3>
    <DIV>
    Dalla capitale la storia di una donna di mezza età con un grave ritardo mentale e serie difficolt? respiratorie: non è in grado di comunicare con i medici del pronto soccorso del San Carlo di Nancy, che la dimettono dall'ospedale. Dopo poche ore, la morte. La famiglia si rivolge alla magistratura: ?Vicenda che ha del grottesco, l?handicap si è rivelato fatale?
    <DIV =c&#111;ntent>
    ROMA - Aveva un grave ritardo mentale, non era in grado n? di esprimersi n? di descrivere cosa provava: certamente per? il suo respiro era particolarmente affannato ma i medici dell'ospedale dove era stata portata d'urgenza non riuscirono ad aiutarla. "L'esame obiettivo delle sue condizioni" - si legge nel referto medico - erano state di difficile determinazione, a causa della "mancanza di collaborazione della paziente". Dimissioni immediate dal San Carlo di Nancy a Roma e dopo poche ore, a casa, le difficolt? respiratorie che si fanno ancora più gravi. A nulla serve l'ambulanza del 118: la donna, 54 anni, muore.

    Ora, i familiari di Rosalba Forcellati hanno deciso di rivolgersi alla magistratura romana con un esposto in cui chiedono di fare luce sulla vicenda ed eventualmente procedere penalmente nei confronti di chi abbia avuto una responsabilit? nella morte. Secondo il fratello, la donna era stata sottoposta a "modesti accertamenti", con un valore inferiore alla media di globuli bianchi, per essere dimessa "dopo appena due ore con una blanda terapia di aerosol e antibiotici". Il tutto, sottolinea l'uomo, nonostante "l'evidente strid?o respiratorio caratterizzato da un sibilo continuo".

    A rendere nota la vicenda è stato il legale della famiglia, l'avvocato Francesco Lauri, secondo il quale "la vicenda ha del grottesco, perchè proprio in considerazione del suo grave handicap fisico e mentale, che le impediva di esternare adeguatamente la propria sofferenza, Rosalba andava trattenuta in ospedale per ulteriori accertamenti". "A nessuno invece" - continua - "? venuto in mente di approfondire le cause del suo malessere: l'handicap di cui soffriva la povera Rosalba, la sua impossibilit? di comunicare, si sono rivelati fatali". A stupire sono soprattutto quelle due righe stampate in fondo alla cartella clinica: "Esame obiettivo di difficile esecuzione per mancanza di collaborazione della paziente". Per il fratello della donna, "in sostanza, poich? non poteva comunicare la propria sofferenza, a causa del suo handicap, non si è ritenuto di doverla trattenere per ulteriori accertamenti".

    (24 aprile 2007)
    </DIV></DIV>
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    ROMA - Aveva un grave ritardo mentale, non era in grado n? di esprimersi n? di descrivere cosa provava: certamente per? il suo respiro era particolarmente affannato ma i medici dell'ospedale dove era stata portata d'urgenza non riuscirono ad aiutarla. "L'esame obiettivo delle sue condizioni" - si legge nel referto medico - erano state di difficile determinazione, a causa della "mancanza di collaborazione della paziente". Dimissioni immediate dal San Carlo di Nancy a Roma e dopo poche ore, a casa, le difficolt? respiratorie che si fanno ancora più gravi. A nulla serve l'ambulanza del 118: la donna, 54 anni, muore.



    questo è quanto succede a chi non è in grado di comunicare i propri sintomi a medici che considerano queste persone delle sottospecie di esseri umani, sono anni che lotto per far capire le necessit? di formazione che hanno i medici , a nessuno di loro viene spiegato che vi sono malati con difficolt? di comunicazione a cui l'esame obiettivo non sa dare risposte e nel dubbio è necessario fare esami su esami per arrivare a una diagnosi, ma gli esami costano e allora........................................., tanto muore un disabile chi se ......


    Rosalba aveva difficolt? di respirazione , forse anche dolore ma non sapeva esprimerlo ,edema polmonare?o cos'altro? ora lo scopriranno con l'autopsia ma che servir?? lei ha ormai tolto il disturbo


    Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  4. #3
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    540
    Thanked: 0

    Predefinito



    Queste, sono notizie che non vorrei mai sentire!!
    Mi si stringe il cuore e mi si gonfiano gli occhi di lacrime!!



    Ciao Rosalba!!
    \"Beata la famiglia in cui vivere è gioia,
    ******allontanarsi è nostalgia,
    ****** to rn ar e è festa!\" (Papa Giovanni Paolo II)



  5. #4
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    che storia triste


    roberto



  6. #5
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito

    Storia Tristissima....



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    NON è SOLO TRISTE è INCONCEPIBILE


    LA PIET? E LA PENA NON PORTANO LONTANO, DOMANI SARA DIMENTICATA FINO ALLA PROSSIMA STORIA , A CHI CAPITER??
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  8. #7
    Junior Member L'avatar di Lorena
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Reggio Emilia Italy
    Messaggi
    2,966
    Thanked: 19

    Predefinito



    Questo è il mio incubo, è esattamente la mia paura per Fabrizio.





    Proprio luned? scorso ho portato Fabrizio in ospedale, la domenica sera nel lavarlo mi sono accorta che nella zona dell'obelico, premendo con la mano, sentivo la pancia dura. Ho dormito malissimo ma ho pensato forse è teso e domani andr? meglio. No, alla mattina allora ho chiamato il medico che è vebuto subito, L'ha visitato e il suo sospetto era non di un blocco intestinale, possibile, ma che essendo molto magro si sentiva la colonna vertebrale.


    Mi ha consigliato di andare al pronto soccorso e l? lo hanno visitato, fatto l'ecografia, i raggi e visita del chirurgo, Esito: ha ragione il medico condotto. Tutti contenti e a casa. Io ho ancora le budella attorcigliate dalla preoccupazione, ma la cosa che mi sconvolge di più è pensare che finche ci sono io c'è chi parla per lui, diversamente si pu? arrivare agli estremi come a Rosalba.





  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    ANCHE PER ME è LA PREOCCUPAZIONE CHE PI? MI AGOSCIA, STO CERCANDO DI RIUSCIRE A PARLARE, SPIEGARE A POLITICI, MEDICI, QUANTO SIA NECESSARIO UN APPROCCIO CON LA DISABILIT? PI? SPECIFICO , MA POCHI HANNO VOGLIA DI ASCOLTARE, AD ESMPI SONO RIUSCITA A FAR CAPIRE LA NECESIT? DI UN AMBULATORIO GINECOLOGICO E ORA A TORINO C'? E FUNZIONA BENE MA PER L'ACCOGLIENZA IN P.S. E LA DEGENZA OLTRE CHE PER GLI ESAMI DIAGNOSTICI HO TROVATA MOLTA CHIUSURA , SE NON CI FACCIAMO SENTIRE NOI GENITORI CHI CREDI CHE LO POSSA FARE?
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  10. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Trovo che sia una storia che, purtroppo, è diventata comune nel nostro pese, e non solo verso le persone con disabilit?.
    Frequentando i reparti di pediatria ho spesso incontrato bambini a volte rovinati da frettolose e superficiali diagnosi.
    Io credo che questi episodi rappresentano platealmente il deficit enorme che c'è nella preparazione professionale dei nostri medici che non sono, in nulla, aiutati nell'approccio osservativo.
    Si muovono solo ed unicamente guardando gli incartamenti, le analisi e le indagini diagnostiche mentre il primo approccio clinico dovrebbe essere proprio quello osservativo esplorativo.





  11. #10
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,749
    Thanked: 0

    Predefinito

    ? così.. purtroppo secondo me le carte prevalgono sempre tacitando il resto e limitando il tutto il brevissime osservazioni e soprattutto standard. diletta ad esempio sdraiata a pancia in su è puntualmente definita spastica... solo con un adeguato approfondimento si capisce che il tuo muscolare è misto e la parte inferiore ipotonica... ora io lo dico e già spesso non basta (come se tono misto fosse meglio di spastico mah!).. ma poi.... è farci sentire...giusto ma come?? ha ragione marina... non c'è molta voglia di sentire.. di occuparsi comunque di una minoranza.. anche se poi questa minoranza è l'utenza che più necessita di cure
    fabiana
    mamma di diletta,diana e daniela



  12. #11
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    guarda io sono u grande rompiscatole a detta di molti e è anche vero se si crede che basti affidarsi a una struttira per essere in buone mani, visto che non è così e ne ho la riprova troppo sovente io quando porto Claudia al PS SPIEGO i disturbi che io noto, elenco tutte le problematiche , spiego che Claudia ha qualcosa che non va, ad esempio si lamenta e non si calma con nulla , spiego tutto quello che ho fatto per escludere alcune cause, a quel punto cosa credi possano fare se non sottoporla ad esami? tutti quelli possibili e non invasivi per iniziare, e se non lo facessero altro che carabinieri .


    La vita dei nostri figli , almeno quelli non i grado di spiegarsi è appesa a un filo e noi genitori siamo i primi e i soli in grado di codificarli, ho chiesto, ho "offerto"Claudia come "cavia", ho detto vi faccio conoscere le più profonde possibilit? di comunicazione, da un batter di ciglia, da un sorriso spento, ma non ci vogliono sentire, una volta dopo aver letto un articolo sul giornale di una mamma che si lamentava del trattamento subito dal figlio ho scritto una lettera ai giornali, alla direzione e non ci crederai ma si sono affannati a scusarsi che non sarebbe successo più etc,etc, sono i genitori che si devono far sentire e non affidarsi alle supposizioni dei medici almeno fino a che questi non entreranno nell'ottica che per pazienti speciali ci vogliono medici speciali e attenti .


    c'è un ospedale in cui gli infermieri ormai mi conoscono e mi dicono: dobbiamo fare questo a Claudia , come ci organizziamo? ecco così mi piace poco a poco saranno in grado di capirlo da soli.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  13. #12
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Si Mar? ma ha detto bene Lorena: che succeder? quando noi non saremo più la loro voce?
    io so che Sabrina ed anche l'assistente sono in grado di riconoscere i malesseri di Simone, un p?, anche se pochissimo, lui è anche in grado di segnalare quando ha il mal di pancia, per esempio.....ma che succederebbe se comparisse un sintomo nuovo?
    Che succederebbe se lui piangesse e basta, senza segnalre una ragione specifica......
    Mi ricordo un ragazzo che conobbi in ospedale, la mamma, una donna molto in gamba, l'aveva già inserito in una casa famiglia in modo da poter vigilare e nel frattempo cominciare a pensare al dopo.....
    Ebbene mi ha raccontato che, malgrado gli assistenti fossero tutti molto solleciti in quella struttura lui per un periodo aveva cominciato a non dormire più la notte ed a lamentarsi e....la soluzione trovata dal medico della struttura era stata quella di......sedarlo per farlo dormire.
    In realt? aveva dei dolori alle gambe, ed era quello il motivo per cui poi la mamma l'aveva portato in ospedale.....ma nessuno si era posto nelle condizioni di....ascoltare, ascoltare e basta.
    Io lo so che non è una cosa semplice, a volte anche io non capisco Simone....per? se lascio la porta aperta sempre prima o poi qualche segnale riesco anche a selezionarlo e d? li posso partire per comprenderlo.
    Il fatto è che ho la sensazione, invece, che la richiesta da parte degli altri sia solo che i nostri figli siano...gestibili, quando non lo sono allora non si parte alla ricerca della motivazione della loro ingestibilit? ma si cerca solo di renderli ancora gestibili...




  14. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito

    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  15. #14
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito

    Avrei delle considerazioni da fare ma evito di esternarle poich? sono decisamente più pragmatica della maggioranza delle madri che frequentano questo sito.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  16. #15
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da fair
    Si Mar? ma ha detto bene Lorena: che succeder? quando noi non saremo più la loro voce?
    io so che Sabrina ed anche l'assistente sono in grado di riconoscere i malesseri di Simone, un p?, anche se pochissimo, lui è anche in grado di segnalare quando ha il mal di pancia, per esempio.....ma che succederebbe se comparisse un sintomo nuovo?
    Che succederebbe se lui piangesse e basta, senza segnalre una ragione specifica......
    Mi ricordo un ragazzo che conobbi in ospedale, la mamma, una donna molto in gamba, l'aveva già inserito in una casa famiglia in modo da poter vigilare e nel frattempo cominciare a pensare al dopo.....
    Ebbene mi ha raccontato che, malgrado gli assistenti fossero tutti molto solleciti in quella struttura lui per un periodo aveva cominciato a non dormire più la notte ed a lamentarsi e....la soluzione trovata dal medico della struttura era stata quella di......sedarlo per farlo dormire.
    In realt? aveva dei dolori alle gambe, ed era quello il motivo per cui poi la mamma l'aveva portato in ospedale.....ma nessuno si era posto nelle condizioni di....ascoltare, ascoltare e basta.
    Io lo so che non è una cosa semplice, a volte anche io non capisco Simone....per? se lascio la porta aperta sempre prima o poi qualche segnale riesco anche a selezionarlo e d? li posso partire per comprenderlo.
    Il fatto è che ho la sensazione, invece, che la richiesta da parte degli altri sia solo che i nostri figli siano...gestibili, quando non lo sono allora non si parte alla ricerca della motivazione della loro ingestibilit? ma si cerca solo di renderli ancora gestibili...




    e allora? Chiara io credoche la strada sia battersi perchè i medici vengano preparati già all'universit? a capire tra le righe e noi potremmo essere loro collaboratori per questo. dobbiamo riuscire a inserirsi, certo loro non lo vogliono ma noi ce vogliamo ferm??????????????
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  17. #16
    Senior Member L'avatar di BILANCINETTA85
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Venezia
    Messaggi
    9,995
    Thanked: 1

    Predefinito



    Ricordo che nel periodo in cui ho svolto delle terapie in Francia con me c'era un bambino che ha accusato dolori alla pancia, ma anche lui come la signora non si esprimeva.


    Alla fine è stato operato di peritonite e salvato grazie all'accortezza della madre e anche di mia mamma.


    Purtroppo se non si esprimono è difficile risolvere queste situazioni.



  18. #17
    Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    4,194
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io sono del parere che se la gente insistesse e denunciasse le cose andrebbero molto meglio.


    e qui dobbiamo intervenire noi madri........martellarli questi medici e questi politici affinch? si facciamo più corsi di specializzazione ....si devono raccogliere firme e rompere ...finch? qualcosa si muova.....li abbiamo fatti sedere noi nelle poltrone i politici ed allora che se li meritino i soldi ............


    SONO TROPPO INCAVOLATA!!!!!!!!


    Ricordo quando mio padre ha avuto l'ictus cerebrale.....ricoverato ...poi dopo...abbiamo scoperto che era caduto dal letto al pronto soccorso....ed aveva delle costole fratturate....e tutti zitti in quell'ospedale....l'abbiamo scoperto perchè poi ricoverato in un altro ospedale avevamo un amico _semplicemente un infermiere che ci ha ascoltato -mio padre si lamentava e siccome era vecchio veniva proprio ignorato - questo amico le ha fatto fare una lastra e l? abbiamo scoperto cosa era successo.


    questa è una ...ma poi è successo qualcosa anche in quell'ospedale...


    non riusciva a respirare e aveva bisogno dell'ossigeno ...la capa ...chiama l'allieva.....quella correva da una parte all'altra e non arrivava......mio padre stava veramente soffrendo......arrivo io e cerco di stare calma ma mia cognata no....ed afferra la capo sala per il camice e le dice inc.....attacchi subito l'ossigeno a mio suocero....


    VENIAMO SBATTUTE IMMEDIATAMENTE FUORI DALL'ANDITO...PERCHE' MIO PADRE ERA RICOVERATO NELL'ANDITO ...CON DELLE SEPARAZIONI.....ED ERA MALATO TERMINALE.....PERCHE' ERAVAMO FUORI DELL'ORARIO D'ENTRATA.


    MIO PADRE VIENE DIMESSO CON LA FEBBRE A 41......


    IO DICO CHE FACCIO ARRIVARE I CARABINIERI......


    LORO RISPONDONO CHE E' MALATO TERMINALE E STA OCCUPANDO UN LETTO "UTILE" PER UN'ALTRA PERSONA.


    A QUESTO PUNTO VENGO FERMATA IO DA MIA COGNATA PERCHE' VOGLIO METTERE LE MANI ADDOSSO A QUESTA PSEUDO CAPO REPARTO.....


    COMUNQUE QUANDO PARLO DEI CARABINIERI E DICO CHE MIO PADRE NON ESCE IN QUELLE CONDIZIONI MI DICONO. LE CERCHIAMO UN POSTO IN UN'ALTRA STRUTTURA..........


    VIENE TRASFERITO IN UN'ALTRA STRUTTURA E ...DOPO UNA SETTIMANA MUORE........MA IN QUESTA STRUTTURA TROVA UN SACCO DI AMORE E MEDICI UMANI..............


    IO ORA MI CHIEDO .......BISOGNA STARE ZITTI???


    NO........


    ORA TORNANDO INDIETRO ....AVREI DOVUTO FARE ANCHE CHIASSO A LIVELLO DI STAMPA ....PERCHE' OGNI MALATO INDIPENDENTEMENTE DALL'ETA' HA UNA SUA DIGNITA'.....


    scusate lo sfogo............



  19. #18
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    NUTELLA
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  20.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •