Con due partite vinte su tre i canturini salutano la serie B e si preparano ad affrontare l?A2. Questo il bilancio delle final four di basket in carrozzina che si sono tenute in questo weekend a Bergamo, e che hanno visto passare alla serie superiore, oltre ai canturini, anche i bergamaschi.



Sabato 14 aprile
Gara 1 Taranto Vs Briantea 28 a 75
Partita quasi scontata, tutti hanno giocato al meglio e la vittoria è stata portata a casa senza troppe difficolt?.
Gara 2 Bergamo Vs Briantea 61 a 59
Match bellissimo, una puntata di grande basket in carrozzina.
Marco Bergna allenatore della Briantea commenta: ?Non abbiamo avuto paura e abbiamo giocato davvero bene. Sono stati loro a doverci inseguire per tutta la partita. Abbiamo condotto quasi tutto il terzo quarto sopra di 9. Roncari e Molteni hanno fatto una gran bella figura in campo?. Poi per? i troppi falli fischiati ai canturini hanno rovinato la media, facendo purtroppo perdere alla Briantea84 la concentrazione, e la partita, di soli 2 punti. ?Arbitraggio a parte, c?? da dire che il Bergamo è una squadra forte, giocano insieme da molto tempo, sono affiatati e questo in campo fa la differenza?.



Domenica 15 aprile
Gara 3 Briantea Vs Verona 76 a 60
I primi due quarti non sono stati proprio bellissimi, la sconfitta con il Bergamo e la stanchezza si sono fatte sentire, mostrando una Briantea un po? sotto tono, ma sempre sopra di 10 fin da subito. Gli altri due quarti invece sono andati decisamente meglio: ?Siamo partiti un po? deconcentrati ma poi ci siamo ripresi?. Gli ultimi minuti di gioco hanno visto in campo solo il reparto giovani della Briantea84: ?I giovani sono stati grintosi, sono entrati in campo senza paura, hanno fatto canestri, diretto il gioco e preso rimbalzi, davvero bravissimi?


La Briantea84 è una delle pochissime società sportive di basket in carrozzina di serie b che fa giocare tra le sue fila dei ragazzi così giovani, cinque di loro hanno infatti dai 17 ai 14 anni. Una scelta che permette a questi atleti di misurarsi con persone che hanno più esperienza di loro e di imparare così direttamente sul campo come comportarsi.
Un aspetto importante che nel corso delle premiazioni è stato sottolineato anche da Remo Preda, del dipartimento pallacanestro del Comitato Italiano Paralimpico, che ha evidenziato come una scelta di questo tipo, significhi dare un futuro concreto al basket, investire sui giovani permettendogli di giocare a questi livelli è un esempio che più squadre dovrebbero seguire.


Di seguito i nomi dei giocatori della Briantea84 che si sono guadagnati la serie A2:
Alceste Cavallini, Diaz Herbert Hugo, Leonardo Farina, Jacopo Geninazzi, Antonio Pecoraro, Daniele Riva, ai quali si aggiungono i giovanissimi: Lorenzo Molteni, Francesco Roncari, Mattia Sala, Angelo Scopelliti e Paolo Zanoni.


Notizia a cura dell' Associazione Sportiva Dilettantistica Diversamente-Abili BRIANTEA84-ONLUS