Cookie Policy Privacy Policy Le due...Italie....



Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 78

Discussione: Le due...Italie....

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Situazione investimenti in Borsa dei 'paperoni' italiani:

    1) Fratelli Benetton 7,52 +12,69% 2) Silvio Berlusconi 6,77 -6,16% 3)
    Leonardo Del Vecchio 6,47 +41,74% 4) Gianfelice Rocca 5,99
    +141,66% 5) Ernesto Bertarelli 5,18 +9,54% 6) Boroli/Drago 3,08
    +138,90% 7) Romain Zaleski 2,45 +120,75% Diego Della Valle 1,73
    +118,29% 9) Francesco Gaetano Caltagirone 1,70 +11,34% 10)
    Marcellino Gavio 1,69 +17,15% 11) Ennio Doris 1,49 +26,75% 12)
    Stefano Ricucci 1,46 +496,70% 13) Mario Moretti Polegato 1,37 -
    14) Nicola e Paolo Bulgari 1,34 +20,73% 15) Achille Maramotti
    (eredi) 1,18 +22,70% 16) Fratelli Buzzi 1,05 +36,63% 17) Rosa Anna
    Magno Garavoglia 0,96 +62,01% 1 Vittorio Merloni 0,95 -1,81% 19)
    Riccardo Garrone 0,91 +184,49% 20) Gian Piero Mondini 0,91
    +184,49% 21) Luigi Zunino 0,90 +228,85% 22) Danilo Coppola 0,87
    +290,56% 23) Arrigo Recordati (eredi) 0,73 +61,37% 24) Silvio
    Scaglia 0,72 +17,24% 25) Anna Formiggini 0,63 +69,90% 26)
    Vincent Bollor? 0,61 +58,16% 27) Giampiero Pesenti 0,59 +48,42% 2
    Massimo Segre/Franca Bruna 0,56 +32,93% 29) Gavazzi/Lado 0,53
    +50,71% 30) Carlo De Benedetti 0,53 +99,85% 31) Mohammed
    Gheddafi 0,47 +57,65% 32) Giorgio Armani 0,43 +41,72% 33)
    Marzotto (Paolo, Pietro, Umberto) 0,41 +42,41%
    ==========================================
    ====================== (ANSA).


    Prezzi, stangata per le famiglie
    si spenderanno 700 euro in più

    ROMA - Non bastava il caro-ombrellone, i prezzi salati di viaggi e
    vacanze aumentati del 10% rispetto a un anno fa, la corsa della
    benzina a funestare il Ferragosto. A settembre in agguato c'è una
    nuova stangata per le già tartassate tasche delle famiglie italiane.
    Inflazione, caro-greggio e ritocchi tariffari, un mix che si tradurr? in
    maggiori spese complessive che oscilleranno tra 670-750 euro in
    più, secondo i calcoli dell'Intesa consumatori.
    I ritocchi non risparmiano nessuna delle voci correnti, dalla banca
    alla scuola, dall'assicurazione auto alla benzina, dall'elettricit? al
    metano.


    Sono ancora tempi difficili per le manifatture, Made in Italy in testa.

    Economia del paradosso: crisi e utili record Rapporto di Mediobanca:
    28 miliardi di euro di profitti, il valore più alto del decennio. Bene il
    settore energia e i servizi pubblici.

    BOOM DI UTILI - Il 2004 è stato l'anno del record di utili. Le 2007
    società considerate dall'ufficio studi di Mediobanca hanno incassato
    28 miliardi di euro di profitti, il valore più elevato del decennio. A
    sorridere soprattutto le società attive nel comparto energetico - per
    quanto riguarda l'industria - e dei servizi pubblici, nel terziario. Ha
    ceduto posizioni, invece, la manifattura.

    TASSE - Pi? utili ma anche più tasse, specialmente per chi è quotato
    in Borsa e per le medie imprese, maggiormente penalizzate dall'Irap.
    Il boom di profitti delle medie e grandi imprese italiane nel 2004 ha
    determinato maggiori stanziamenti di imposte per circa 7 miliardi di
    euro da parte delle 2007 aziende analizzate dall'indagine. Il tax rate
    delle 2007 società considerate è salito dal 30,3% al 34,1% (calcolato
    in percentuale sul risultato prima delle imposte), comunque in linea
    con la media europea che si aggira intorno al 35%.
    10 agosto 2005


    La critica:

    PROSPETTIVE - Il peggioramento dell'outlook riflette il
    deterioramento delle prospettive di bilancio rispetto a luglio 2004,
    spiega l'agenzia di rating. ?La revisione dell'outlook riflette i
    crescenti rischi negativi per le finanze pubbliche italiane in un
    contesto di bassa crescita e minori pressioni tra stati membri
    dell'Unione per l'indebolimento del Patto di stabilit? e crescita?,
    spiega l'analista di S&P's Moritz Kraemer in una nota.

    ROMA - Standard & Poor's ha rivisto da ?stabili? a ?negative? le
    prospettive della valutazione assegnata all'Italia aprendo la porta a
    una possibile riduzione del rating nel giro di 18 mesi in assenza di
    una strategia di riduzione del debito dopo le prossime elezioni
    politiche.


    Il paradosso:

    11 ago 03:24
    Vacanze: molte famiglie italiane rinunciano a vacanze
    ROMA - Secondo le stime di Adoc, Adusbef, Codacons,
    Federconsumatori,Almeno 5 milioni di italiani, pari a 1,7 milioni di
    famiglie, hanno rinunciato quest'anno alle vacanze al mare (o in
    montagna). Una famiglia monoreddito deve infatti ipotecare almeno
    tre mesi di stipendio per andare 15 giorni in vacanza: considerando
    gli aumenti di autostrade, carburante, albergo, pizzeria e
    ombrellone, bisogna stanziare almeno 3.000-3.300 euro. Quindi, in
    molti, per questioni di portafoglio, hanno dovuto rinunciare
    quest'anno alle vacanze che avrebbero voluto fare. (Agr)

    Grandi imprese, pieno di utili in un?Italia a crescita zero.




  2.      


  3. #2
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,267
    Thanked: 0

    Predefinito

    LA PRIMA PARTE DI CIO' CHE HAI SCRITTO(SUI PAPERONI NOSTRANI),RIVELA COME IL CONFLITTO TRA CAPITALE E SALARIO,PURTROPPO PERMANE.I CAPITALISTI SI ARRICCHISCONO,MENTRE LAVORATORI E PENSIONATI SI IMPOVERISCONO.SPERO CHE LA FUNE SOCIALE TRA GLI UNI E GLI ALTRI UN GIORNO VENGA SPEZZATA.PACIFICAMENTE.



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    I RICCHI DIVENTANO SEMPRE + RICCHI E I POVERI SEMPRE + POVERI E DISPERATI.? un dato di fatto.


    Per? quanti sono che quelli che si preoccupano di questo?


    alla maggioranza della popolazione è sufficiente sognare con una squadra di calcio e sono disposti a tutto per questo,così come è successo ultimente , quanti per? sono disposti a farlo per motivi più seri è saluti,marina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina


    I RICCHI DIVENTANO SEMPRE + RICCHI E I POVERI SEMPRE + POVERI E DISPERATI.? un dato di fatto


    ....omissis


    E l'invidia rode il popolino ingrato, perchè se non ci fossero coloro che rischiano diventando imprenditori, il popolino non avrebbe nemmeno uno stipendio e di che mangiare.


    L'argomentoandrebbe trattato in maniera più esaustiva ma è tempo sprecato fornire spiegazioni a chi da il cervello all'ammasso.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Il popolino ingrato..



    Stavolta hai superato te stessa Maria Laura.

    Ti ricordi un po' di matematica? Due piu' due fa ancora quattro.



    Se il PIL si riduce mentre gli utili aumentano cosa significa? Da dove
    provengono quegli utili? Considerando anche che la bilancia dei
    pagamenti con l'estero e' in passivo. Se l'Italia ha prodotto di meno,
    se ha importato di piu' di quanto ha esportato, come hanno fatto le
    societa' a fare utili, da dove provengono quei soldi?



    La risposta? Dal "popolino". Cioe' gli imprenditori hanno pagato
    gli stipendi ma se li sono ripresi con gli interessi indebitando la
    gente...



    Ahhhh 'a da ritorna' baffone....E ritornera' se cominciano a pensare
    come te. Prevedo in un futuro non so quanto lontano un nuovo "zar" e
    tutta la sua famiglia sterminata....Dopo migliaia di anni di storia non
    avete capito che se affamate il "popolino ingrato" questo si incazza e
    vi fa a pezzettini.....



    Ovviamente il tu e' puramente discorsivo, ti metto dalla parte dei boiardi visto che tu non ti senti parte del "popolino"...




    Claudio



  7. #6
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    178
    Thanked: 0

    Predefinito



    E' profondamente triste leggere di persone che non vivono edevidentemente non hanno mai vissuto la difficolt? di dover fare i conti con risorse limitate alla sopravvivenza, con un indebitamento progressivo..che sopratutto non hanno la decenza di non offrirci il loro parere, non perchè non si accetti un parere contrario, ma semplicemente perchè quando non si è in grado di percepire l'essenza del discorso è meglio stare in silenzio.....


    Per buon senso...per delicatezza


    Ovviamente concordo con Claudio...


    Buonagiornata a tutti "popolino" e non...Cris



  8. #7
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    546
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ohil?,addirittura una nuova rivoluzione d'Ottobre,profetizza Claudio.


    Gi? che ci sei sarei curioso di sapere cosa ci si potrebbe aspettare dopo che il popolino avr? trucidato lo Zar e avr? preso il potere.





  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    slowman,



    l'ho gia' detto un sacco di volte. Non so quando, non si chiamera'
    rivoluzione d'ottobre, non sara' contro lo zar, non sara' fatta da un
    Partito comunista, ma che ci sara' una rivoluzione in cui si rovescera'
    un regime dittatoriale (e non necessariamente non eletto dal popolo) e'
    una cosa che do per scontato....Se preferite, visto che vi spaventa
    tanto,al posto della Rivoluzione d'ottobre posso nominare la
    rivoluzione francese, forse anche quella rumena cosi' siete contenti
    che ammazziamo un dittatore "pseudo comunista". E se volete posso
    cercare indietro nel tempo.



    Cosa pensate che siano i seguaci di Al Qaeda? Se le masse arabe non
    fossero affamate, oppresse e schiavizzate (e il primo che rompe i
    co.glioni che dice che me la prendo con l'occidente lo meno..) pensate che si farebbero esplodere?



    L'ha storia l'ha insegnato, quando qualcuno affama il popolo e' inevitabile che poi questo si incazza....



    Cosa prevedo per la prossima rivoluzione? Ne' piu' ne' meno di quanto
    e' successo per la Rivoluzione Francese e per la Rivoluzione d'Ottobre,
    terribili dittature che pero' spaventeranno i "boiardi" che
    concederanno riforme sociali , da una parte il popolo continuera' a
    soffrire, ma da un'altra parte del mondo molti ne otterranno benefici a
    lungo termine....




    Edited by: buasaard
    Claudio



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Vabe'..abbiamo svicolato dal discorso iniziale di Chiara...
    Claudio



  11. #10
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    546
    Thanked: 0

    Predefinito



    Quindi ci aspetta il Terrore,la ghigliottina e i gulag.


    Sono estremamente preoccupato perchè iosarei un serio candidato a tutte e tre le possibilit?.Un paio di domande:


    La parte del popolo che si dovr? sacrificare per far star meglio l'altra parte siamo noi?


    I seguaci di Al Qaeda si fanno esplodere perchè oppressi,affamati e schiavizzati?E da chi?Se c'è un oppresso ci deve essere un oppressore.Chi è dunque che opprime le masse arabe?



  12. #11
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito

    E' la loro stessa "cultura" islamica che li rende auto oppressi; è masochismo puro e che vorrebbero pure imporre all'occidente.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ma non ha importanza slowman chi e' l'oppressore.



    Il nostro e' un discorso del tutto teorico. Se leggi bene ho detto che
    non so dove e quando, perche' devi riportare tutto sul piano
    "personale"? Perche' intendi sempre l'occidente?

    Da vari discorsi fatti sul forum ho l'impressione che per te il mondo si riduca all'occidente e gli altri non esistono.

    Potrebbe il nuovo movimento nascere in Polinesia, in Sud America, in
    Africa, vai a sapere potrebbe nascere dagli eschimesi o dai lapponi,
    perche' devi sempre pensare all'Italia? E poi potrebbe succedere fra
    200 anni, spero tu non pretenda di essere ancora vivo fra 200 anni...



    Per gli arabi non so di chi e' la colpa, forse non esiste una sola
    colpa e un solo oppressore, ma il dato di fatto e' che gli arabi sono
    affamati, oppressi e incazzati......




    Claudio



  14. #13
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Gia' Maria Laura,



    la nostra cultura ha prodotto delle belle cose quali il nazismo, il fascismo (che sospetto che a te non dispiaccia del tutto), e il comunismo (la cui idea non mi dispiace ma l'applicazione la detesto)...

    Ha prodotto le bombe sui treni, nelle piazze....



    Eh si...siamo proprio una cultura superiore...


    Claudio



  15. #14
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,267
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tersicore62
    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina


    I RICCHI DIVENTANO SEMPRE + RICCHI E I POVERI SEMPRE + POVERI E DISPERATI.? un dato di fatto


    ....omissis


    E l'invidia rode il popolino ingrato, perchè se non ci fossero coloro che rischiano diventando imprenditori, il popolino non avrebbe nemmeno uno stipendio e di che mangiare.


    L'argomentoandrebbe trattato in maniera più esaustiva ma è tempo sprecato fornire spiegazioni a chi da il cervello all'ammasso.
    mi pare che l'analisi di fair,sia fin troppo esaustiva...o tersicore.Piuttosto che scrivere che è tempo sprecato dare una risposta,perchè non ti sei cimentata ad elaborarne almeno una?il grande walter 2005 pur avendo idee politiche in completa dissonanza dalle mie(e presumo di buasard....)aveva l'umiltà di replicare con argomentazioni.I grandi capitani d'industriaa cui tuinneggi,o tersicore,in realt? hanno sempre fatto una cosa,che tu maldestramente hai omesso:hanno sempre privatizzato i colossali profitti collettivizzando le perdite.DALLA FIAT A CIRIO ,PASSANDO PER PARMALAT,la casistica è piuttosto ampia.quanto poi ai capitali di rischio,MAH!NON NE SONO MAI STATO SICURO.PROUDHON AFFERMAVA:LA PROPRIETA' è UN FURTO!TESI ESTREMA,MA UN FONDAMENTO DI VERO CE L'HA.



  16. #15
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tersicore62
    E' la loro stessa "cultura" islamica che li rende
    auto oppressi; è masochismo puro e che vorrebbero pure imporre
    all'occidente.
    Bhe...ma allora perchè lamentarsi degli islamici!! Sarebbero un
    "popolino" ideale per gli "indispensabili" industrialotti!



  17. #16
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina

    I RICCHI DIVENTANO SEMPRE + RICCHI E
    I POVERI SEMPRE + POVERI E DISPERATI.? un dato di fatto.


    Per? quanti sono che quelli che si preoccupano di questo?


    alla maggioranza della popolazione è sufficiente sognare con una
    squadra di calcio e? sono disposti a tutto per questo,così come è
    successo ultimente , quanti per? sono disposti a farlo per motivi più
    seri è saluti,marina
    Il fatto ?, cara Marina, che ad un certo punto non basta più stordire
    chi non ce la f? ad andare avanti con fitcion e pallone...perchè la
    gente comincia ad arrabbiarsi. Cosò i "furbi" governatori italiani
    hanno trovato un altro modo eccellente per evitare che tale rabbia
    venga rivolta verso di loro: la cosìdetta "guerra tra poveri".
    Guarda quì:
    "Occorre reperire risorse pari allo 0,5% del Pil ''senza aumenti del
    prelievo''


    Finanziaria, Vegas: ''Giro di vite su invalidit?, consulenze e pubblico
    impiego''




    Il viceministro dell'Economia: la prossima manovra punta a porre
    sotto controllo la crescita della spesa corrente per liberare le risorse
    necessarie allo sviluppo




    Roma, 13 ago. (Adnkronos) - Giro di vite su Enti locali, spesa
    sanitaria, pubblico impiego, consulenze facili e pensioni invalidit?.
    Sono questi alcuni dei settori nel mirino del governo che con la
    prossima finanziaria punta a porre sotto controllo la crescita della
    spesa corrente per liberare le risorse necessarie allo sviluppo e al
    consolidamento della ripresa. A fare il punto sui 'lavori in corso', in
    un'intervista all'ADNKRONOS, è il viceministro dell'Economia e delle
    Finanze Giuseppe Vegas. Tra le misure allo studio l'introduzione di
    un tetto alle invalidit? legato al reddito, una sforbiciata alle
    consulenze esterne e agli stipendi dei megadirigenti della Pubblica
    amministrazione. In vista anche la riforma dell'Aran e l'introduzione
    del federalismo fiscale.

    La correzione dei conti nel complesso potrebbe aggirarsi intorno ai
    15 miliardi, ma potrebbe lievitare ulteriormente in relazione alle
    risorse per lo sviluppo: ai 10 concordati in sede Ue per la correzione
    del deficit tendenziale vanno aggiunti i fondi (almeno altri 5 mld di
    euro) da reperire per la riduzione del costo del lavoro, il taglio
    dell'Irap e il rilancio degli investimenti. Piatto forte della prossima
    finanziaria sar?, dunque, l'obiettivo di ''imbrigliare la spesa corrente
    che viaggia oltre il tetto del 2% stabilito dalla scorsa finanziaria''. Per
    rendere credibile l'intervento a favore dello sviluppo, spiega Vegas,
    occorre reperire risorse dell'ordine dello 0,5% del Pil. E soprattutto
    ''occorre farlo senza ricorrere ad aumenti del prelievo. Anche perchè
    - osserva Vegas - sarebbe troppo facile e contraddittorio rispetto
    alle finalit? di aiutare l'espansione dell'economia. Occorre perciò
    partire da quello che è stato fatto l'anno scorso sul versante della
    spesa e rafforzare il livello qualitativo dell'intervento''.

    La regola del 2% funziona a livello macro ma va meglio precisata a
    livello di finanza pubblica. ''Occorre cioè - spiega il viceministro -
    individuare gli strumenti normativi che hanno consentito una
    crescita superiore al 2% della spesa in alcuni settori''. Vediamo
    dunque nel dettaglio i settori che corrono troppo e che potrebbero
    attendersi qualche intervento.

    PUBBLICO IMPIEGO: Nel mirino soprattutto gli stipendi della
    dirigenza di vertice, le consulenze esterne e il ruolo dell'Aran. Per i
    contratti del pubblico impiego, sottolinea Vegas, ''vi è un
    meccanismo che non funziona''. Attualmente in finanziaria si indica
    la somma disponibile per i rinnovi. Poi nella pratica tale somma
    diventa la base della trattativa con i sindacati. Inoltre si verifica una
    sorta di rincorsa al rialzo tra i vari comparti. Una prima misura di
    razionalizzazione, ad avviso di Vegas, potrebbe essere quella di
    portare fuori dall'Aran gli Enti locali e le Regioni per avere una
    maggiore responsabilizzazione dell'ente che poi dovr? pagare gli
    stipendi. ''Attualmente l'Aran stipula il contratto e poi Regioni e
    Comuni devono pagare. Meglio - a detta del viceministro - se il
    contratto lo firma chi deve pagare''. Bisogner? poi interrogarsi sui
    meccanismi della contrattazione della dirigenza ai livelli apicali,
    ''rivedendo gli attuali trattamenti eccessivi''. Infine, un freno va posto
    alle consulenze esterne ''cresciute a dismisura negli ultimi anni''.

    PENSIONI: lente d'ingrandimento su quelle d'invalidit?, che
    continuano a crescere ogni anno. L'ipotesi a cui si lavora è quella di
    porre un tetto legato al reddito. ''Attualmente - spiega Vegas -
    vengono concesse pensioni di invalidit? e indennit? di
    accompagnamento indipendentemente dal livello di reddito. Sarebbe
    opportuno introdurre un tetto massimo oltre il quale l'indennit? di
    accompagnamento non viene concessa o viene concessa in forma
    ridotta. Si pu? cominciare dall'assegno di accompagno per poi
    allargare l'introduzione del tetto all'invalidit? stessa''. Sempre in
    materia di invalidit? Vegas ritiene opportuno unificare sotto lo stesso
    soggetto le competenze di verifica e di erogazione della prestazione.
    L'attuale situazione, spiega il sottosegretario all'Economia, è poco
    razionale ai fini di una corretta gestione della materia. Occorre
    perciò unificare le due funzioni. E l'ipotesi più razionale è di affidare
    i compiti all'Inps che attualmente è la struttura più attrezzata''.
    Quanto alla previdenza in generale, Vegas sottolinea che misure
    come quella del superbonus sta funzionando. ''Punto principale -
    assicura il viceministro all'Economia - resta quello di far partire il
    secondo pilastro fondamentale per dare un trattamento dignitoso ai
    giovani''.


    SANITA' E REGIONI: gli accordi fatti tra governo e Regioni in materia
    di spesa sanitaria, spiega Vegas, ''hanno relativamente funzionato
    portando i disavanzi a livelli inferiori di quelli che si sarebbero
    realizzati in assenza di accordi. Tuttavia le Regioni non hanno agito
    sui meccanismi di spesa sanitaria. Tranne esempi isolati, in molti
    casi i conti sono migliorati con il reperimento di risorse aggiuntive
    ottenute con maggiore tassazione e operazioni di finanza''. Le
    Regioni, aggiunge Vegas, hanno attuato politiche di spesa espansiva
    sia sulla sanit? che sulla spesa di funzionamento, ''cresciuta troppo
    anche rispetto alle spese analoghe dei ministeri''. Perciò, spiega il
    viceministro all'Economia, ''occorre mettere sotto controllo la spesa.
    Alcune tendenze come l'abolizione dei ticket e l'aumento dell'offerta
    di servizi sono preoccupanti, come pure la rinuncia a chiudere i
    piccoli ospedali inefficienti''. La strada da seguire, per Vegas, ''?
    quella di rafforzare le misure della finanziaria 2005''. Per esempio è
    prevista la possibilit? per l'esecutivo di nominare i governatori delle
    Regioni commissari per attuare correzioni all'andamento della spesa.
    ''Una misura- precisa Vegas all'ADNKRONOS- che sicuramente sar?
    attuata tanto più che siamo in fase preelettorale. Ora se l'esecutivo
    far? una politica di rigore dei conti anche le Regioni dovranno fare
    altrettanto perchè l'Ue guarda il complesso dei conti pubblici''.

    SVILUPPO: quanto agli interventi per lo sviluppo Vegas sottolinea
    che l'obiettivo del governo è quello di proseguire la riduzione
    dell'Irap con l'abbattimento dalla base imponibile del costo del
    lavoro. ''Sarebbe utile - spiega - immaginare strumenti di
    deducibilit? legati a investimenti ed export. Sarebbe più vantaggioso
    in una logica di incremento dello sviluppo''.

    Vegas infine annuncia che la prossima finanziaria potrebbe
    introdurre qualche novit? in materia di federalismo fiscale. ''Sarebbe
    importante - afferma - già nella prossima manovra inserire qualche
    elemento di attuazione dell'art.119 della Costituzione. Si potrebbe
    vedere - spiega Vegas - la spesa storica normalizzata di Comuni e
    Regioni e Province e attribuire agli Enti una imposta con gettito
    corrspondente. L'ipotesi è di attribuire a Regioni e Comuni una
    imposta ad hoc, per esempio accise o consumo in quanto hanno un
    gettito più omogeneo sul territorio. L'Irap sarebbe destinata a
    scomparire anche se in maniera progressiva''.



    Ebbene si: saranno i disabili benestanti che salveranno l'Italia!
    Edited by: fair



  18. #17
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    <TABLE height=109 width=470 bgColor=#c0c0c0 border=1>
    <T>
    <TR>
    <TD width=470 height=109>
    <H2>Inno della rivolta (Luigi Molinari)</H2>
    <H2></H2>
    <BLOCKQUOTE>
    <BLOCKQUOTE>
    <BLOCKQUOTE>
    Nel fosco fin del secolo morente<?:NAMESPACE PREFIX = O /><O:P></O:P>
    Sull'orizzonte cupo e desolato<O:P></O:P>
    Gi? spunta l'alba minacciosamente<O:P></O:P>
    Del d? fatato.<O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    Urlan l'odio la fame ed il dolore<O:P></O:P>
    Da mille e mille facce ischeletrite<O:P></O:P>
    Ed urla col suo schianto redentore<O:P></O:P>
    La dinamite.<O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    Siam pronti e dal selciato d'ogni via<O:P></O:P>
    Spettri mac?bri del momento estremo<O:P></O:P>
    Sul labbro il nome santo d'Anarchia<O:P></O:P>
    Insorgeremo.<O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    Per le vittime tutte invendicate<O:P></O:P>
    L? nel fragor dell'epico rimbombo<O:P></O:P>
    Compenseremo sulle barricate<O:P></O:P>
    Piombo con piombo.<O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    E noi cadremo in un fulgor di gloria<O:P></O:P>
    Schiudendo all'avvenir novella via<O:P></O:P>
    Dal sangue spunter? la nova istoria<O:P></O:P>
    </BLOCKQUOTE></BLOCKQUOTE></BLOCKQUOTE></TD></TR></T></TABLE>


    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  19. #18
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    E' avvivato il plebeo.........Ma che diamine, adesso pventendono puve di vibellavsi....



    Ma dov'e' il Bava Beccarisò Ah...sant'uomo...come lui non ce n'e' piu' hanno buttato lo stampo....








    Claudio



  20. #19
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    <A name=INNO%20DEI%20PEZZANTI></A>INNO DEI PEZZANTI
    Noi siamo i poveri siamo i pezzenti
    la sporca plebe di questa età
    la schiera innumere dei sofferenti
    per cui la vita gioie non ha
    Nel crudo inverno la nostra prole
    per lunga inedia languir vediam
    solo pei ricchi risplende il sole
    mentr'essi esultano noi fame abbiam
    Pur natura a tutti uguali
    di? diritti sulla terra
    Noi facciam aspra guerra
    ai ladroni agli oppressor
    Non sia pace tra i mortali
    finch? un'uomo sovr'altro imperi
    i nemici a noi più fieri
    sono i nostri sfruttator
    Triste spettacolo le nostre donne
    per noi primizie non han d'amor
    ancora inpuberi sciolte le gonne
    si danno in braccio di lor signor
    Son nostre figlie le prostitute
    che muoiono tisiche negli ospedal
    le disgraziate si son vendute
    per una cena per un grenbial
    Pur natura....
    Di patria al nome talr sospinti
    contro altri popoli noi si pugn?
    ma vincitori fossimo o vinti
    la nostra sorte mai non cangià
    Tedesco od italo se v'ha padrone
    il sangue nostro deve succhiar
    la patria libera è un'irrisione
    se ancora il basto ci fan portar
    per natura....
    Nelle officine sui monti e piani
    già nelle mine sudiam sudiam
    ma delle nostre fatiche immani
    il frutto intero non raccogliam
    Poi fatti vecchi veniam rinchiusi
    dentro i ricoveri di carit?
    e sul berretto di noi reclusi
    bollano i ricchi la lor pietà.
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  21. #20
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Questa è stata la giusta fine di chi decor? il Bava.W Bresci e l'anarchia
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •