Cookie Policy Privacy Policy POSTA PRIORITARIA



Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: POSTA PRIORITARIA

  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito



    Chi scrive è il mullah Omar. Ho 44 anni, 4 mogli, vari figli, sono di Kandahar, dunque non

    sono arabo: sono afghano.

    A 20 anni combattevo l?Armata rossa (ci ho rimesso letteralmente un occhio della testa), ora

    combatto gli Stati Uniti, gli inglesi e i loro alleati.

    Quando combattevo i sovietici, a voi occidentali piacevo tanto: le armi ce le passavate voi.

    Conosco Bin Laden dai tempi dell?invasione sovietica, quando anche lui vi piaceva parecchio.

    Ma non abbiamo niente in comune: lui è un arabo, un califfo saudita pieno di petrodollari. Ci

    aiut? contro l?Armata rossa e dopo ci diede un sacco di soldi per costruire strade,ponti, scuole e

    ospedali. Per questo era molto amato dagli afghani e quando entrai in Kabul, nel 1996, lo

    lasciai l?. Ma nel ?98 fu accusato di aver ordito gli attentati alle ambasciate Usa in Kenya e in

    Tanzania e Clinton cominciò a bombardare l?Afghanistan nella zona di Khost. Morirono

    centinaia di civili ma Bin Laden non era l?.

    Tra il mio governo e Clinton ci fu una trattativa: ma sò, risulta dai documenti del Dipartimento

    di Stato, anche gli americani trattavano con i talebani. Avevano il mio numero. Mandai il mio

    braccio destro Wakij Ahmed a Washington, a incontrare due volte Clinton: il 28 novembre e il

    18 dicembre ?98. Clinton voleva che ammazzassimo Bin Laden, o almeno lo espellessimo.

    Espellerlo non potevamo: era troppo popolare. Offrimmo di fornire le coordinate del suo

    nascondiglio, così che gli Usa potessero centrarlo a colpo sicuro. Purch? la smettessero di

    bombardarci. Clinton, inspiegabilmente, rifiut?.

    Poi i nostri rapporti peggiorarono ancora, ma non certo per il burka alle donne o per le tv

    distrutte o per le statue del Buddha polverizzate:fu perchè rifiutai di affidare la costruzione del

    mega gasdotto dal Turkmenistan al Pakistan all?americana Unocal. Gli americani se la legarono

    al dito, anche perchè nell?Unical erano impicciati Dick Cheney, Condoleezza Rice e l?attuale

    presidente afghano Hamid Karzai. Ora fingete di scandalizzarvi tanto per l?oppio: ma proposi

    più volte all?America e all?Onu di bloccare la coltivazione del papavero in cambio del nostro

    riconoscimento. Risposero picche. Nel 2000 bloccai unilateralmente la coltivazione del

    papavero, tra le proteste di centinaia di migliaia di contadini: ma il Corano vieta di produrre e

    consumare droga, e per me il Corano è una cosa seria. Risultato: il prezzo dell?oppio sal? alle

    stelle. Un danno terribile per le grandi mafie del narcotraffico mondiale. Sar? un caso, ma meno

    di un anno dopo ci avete attaccati. Ora, nell?Afghanistan ?liberato? e ?democratico?, si produce

    più oppio di prima: produciamo l?87% dell?oppio mondiale.

    Dopo l?11 settembre gli americani ci han chiesto di nuovo di consegnare Bin Laden. Abbiamo

    chiesto le prove del suo coinvolgimento. Non ce le han date. Noi non abbiamo dato Bin Laden.

    E ci hanno attaccati. Anche se non c?era un solo afghano nei commandos delle Torri gemelle,

    n? un solo afghano è stato mai trovato nelle cellule di Al Qaeda: c?erano sauditi, egiziani,

    giordani, tunisini, algerini, marocchini, yemeniti. Non afghani n? iracheni. Eppure avete invaso

    proprio l?Iraq e l?Afghanistan. Avete mai pensato di bombardare la Sicilia per cinque anni per

    stanare Provenzano? Eppure quello era latitante da 43 anni, Bin Laden solo da un paio.

    Noi non siamo un popolo di terroristi. Le prime autobombe sono esplose nel 2006, dopo 5 anni

    di occupazione. Un po? perchè molti terroristi vengono da fuori. Un po? perchè coi russi,

    almeno, riuscivamo a fare la guerra: le loro truppe erano sul campo. Con gli americani ?

    impossibile: li vediamo sfrecciare sui loro B52 a 10 mila metri d?altezza. Un anno fa un

    Predator americano, senza pilota n? equipaggio, ha bombardato il piccolo villaggio pachistano

    di Domadola, al confine con l?Afghanistan, pensando che io e Al Zawahiri fossimo l?. Ha

    ucciso 18 civili, tra cui 8 donne e 5 bambini. Il Predator era telecomandato da una base del

    Nevada, dove il pilota dirigeva le operazioni via satellite.

    Dite che teniamo le nostre donne troppo coperte. Pu? darsi. Ma voi esagerate nell?altro senso:

    possibile che da voi una donna, per andare in tv, debba mettersi in costume da bagno, magari

    col crocifisso tra le tette? Non avete un posto più decente per mettere il figlio del vostro Dio?

    Ora vi devo salutare. Ma consentitemi di ringraziarvi per il servigio che, involontariamente,

    avete reso a me e ai taliban: nel 2001, quando ci avete cacciati da Kabul, stavamo sulle palle a

    gran parte degli afghani.Ora che gli afghani vi hanno conosciuti e han visto all?opera il

    cosiddetto presidente democratico Karzai, siamo diventati popolarissimi. Tant?? che io

    continuo a girare in bicicletta e in sidecar. Sulla mia testa c?? una taglia da 50 milioni di dollari,

    ma nessuno ha mai pensato di tradirmi per intascarla. Vi lascio con un pensiero di un vostro

    santo, che dovreste conoscere bene, Agostino da Ippona. E? tratto dal De Civitate Dei: ?Una

    volta fu portato al cospetto di Alessandro Magno un famoso pirata fatto prigioniero. Alessandro

    gli chiese: ?Perch? infesti i mari con tanta audacia e libert???. Il pirata rispose: ?Per lo stesso

    motivo per cui tu infesti la terra; ma poich? io lo faccio con un piccolo naviglio, sono chiamato

    pirata; poich? tu lo fai con una grande flotta sei chiamato imperatore??.

    Cordiali saluti, il Mullah Omar
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #2
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    Le Forze armate italiane sono presenti insieme a quelle degli altri paesi in Afghanistan su mandato delle Nazioni Unite ....



  4. #3
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    747
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ma infatti è sbagliato stare già. Non c'è riuscita l'armata Russa che alla fine si è dovuta ritirare e come sappiamo la vecchia armata Russa era forte diciamolo pesante e adesso l'america vuole perseguire una strada che era già stata percorsa inutilmente in Afghanistan. La Russia ci rimise mezza Armata Rossa e adesso?


    Altro che Vietnam tra Iraq eAfghanistan. Sono delle civiltà completamente diverse dalla nostra e solo il tempo (tanti tanti anni) potranno cambiare le cose. Altro credo che non si possa fare.
    Gianfranco Malato
    Coordinatore di Roma del MID (Movimento Italiano Disabili) www.ilmid.it



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Sono d'accordo con Albatros, ogni societa' deve elaborare autonomamente il proprio modo di vivere. Diverso sarebbe stato se ci fosse stata una invasione come ad esempio il caso dell'invasione del Kuwait, ma anche per porre termine a genocidi come e' successo in Bosnia e come sta succedendo nel Darfour (dove si fa troppo poco), ma quando si tratta di lotte interne non so....

    Bisogna dire pero' che l'invasione dell'Afghanistan e' nata in risposta alla strage dell'11 settembre, e francamente credo che un qualche diritto di intervento l'America ce l'avesse. Pero' non parliamo di portare democrazia perche' la democrazia la si puo' solo elaborare, da fuori non te la possono portare.

    Completamente diverso e' il discorso dell'Irak, li non esisteva giustificazione alcuna....

    Claudio



  6. #5
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    747
    Thanked: 0

    Predefinito



    In Iraq la giustificazione, aveva il colore nero, odore acre e al tatto untuoso... semplice no?


    In quanto perchè sia successo tutto questo è ovvio, il suddito fedele Sig. Saddam un giorno si sveglia e dice adesso volgio fare di testa mia...


    Si era scordato che stava l? perchè messo dall'America e già dopo il primo sconfinamento in Kuwait aveva avuto il primo rimbrotto. Avendo lui continuato a perseverare all'America la data fatidica dell'11 Settembre non è parsa vera. Finalmente si poteva agire indisturbati in nome della Democrazia.


    Scusate se ho ricapitolato il tutto in queasta umile storiellina dove mancano tanti nessi e connessi ma le pagine da scrivere sarebbero troppe.
    Gianfranco Malato
    Coordinatore di Roma del MID (Movimento Italiano Disabili) www.ilmid.it



  7.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •