Cookie Policy Privacy Policy spiegare la disabilità - Pagina 4



Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 86
  1. #61
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da nenarosa
    Gentile Diavolina, prendo spunto dalla massima nella sua firma: la paura è nemica della vita. Non mi vergogno a dire che è l'ignoranza a far nascere in me la paura: non sono proprio estanea alla realt? della diabilit?, ma proprio perchè alcuni anni fa sono stata proiettate in un modo a me sconosciuto senza la dovuta preparazione, mi ha fatto sentire il disagio che si prova quando non sai se quello che fai e dici pu? ferire chi ti sta accanto, magari in modo irrimediabile. I bambini non hanno corazze a difendere il loro cuore! E poi, scusate, ma ho poca fiducia negli operatori, in generale: sicuramente ci sono persone brave, preparate e sensibili, ma per sicurezza preferisco seguire personalmente il fiorire dei sentimenti di mia figlia.







    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #62
    Junior Member L'avatar di Cico
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,645
    Thanked: 17

    Predefinito



    Su esplicita richiesta dell'autore sposto questo thread in "Genitori insieme".


    Saluti
    La coscienza è il freno consumato dell'ingordigia umana



  4. #63
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trento
    Messaggi
    830
    Thanked: 0

    Predefinito



    Chiedo scusa a Nenarosa se non rispondo direttamente al suo 3d, ma credo che siano stati dati numerosi e apprezzabili suggerimenti da tutti.


    Mi introduco invece nella discussione fra Lisa e Chiara per esprimere un opinione a riguardo. Personalmente non credo che il lavoro di genitore sia "difficile" perchè parlare di difficolt? significa farlo apparire come un lavoro faticoso e di scarso successo se non si hanno delle abilit? particolari; penso invece che sia un lavoro "complesso"......costituito cioè da diversi elementi, un lavoro che implica l'utilizzo di più strategie per giungere all'obiettivo. Detto questo mi rivolgo a Lisa, non per essere polemica, ma asserire che il comportamento malsano dei bambini è esclusivamente attribuibile alla famiglia mi sembra molto riduttivo e superficiale. Tu parli di confronto con i genitori, ma il confronto significa mettere inrelazione due o più elementi, in questo caso prospettive e/o opinioni differenti, confrontare non vuol dire giudicare e condannare l'operato degli altri, il confronto non parte mai dal prosupposto che l'altro sia nello sbaglio, nell'errore. Se posso darti un suggerimento, che mi era stato dato e mi è sempre servito, ricorda che ogni volta che punti il dito verso qualcunotre ditasono puntate verso di te, quindi rifletti prima su te stessa.


    Daniela
    daniela



  5. #64
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    842
    Thanked: 0

    Predefinito

    ...I genitori non hanno colpe, mi sembra molto infantile parlare di colpe, ma hanno responsabilit?
    e ti assicuro che quando ci sono dei comportamenti malsani in un
    bambino è perchè ci sono comportamenti altrettanto malsani nella
    famiglia...

    Ho letto tutte le risposte abbastanza attentamente prima di rispondere. E questa frase mi pare un p? contraddittoria. Dici che i genitori non hanno colpe e poi dici che se i bambini hanno un comportamento malsano, dipende dai genitori quindi in un certo senso...hanno colpe.
    Vedete io sono dell'opinione che il primo esempio debba venire proprio dalla famiglia ( sul mio libro che spero uscir? presto, ne parlo ) molto conta anche il carattere del bambino certo, molto conta anche la scuola che deve essere un valido supporto per i genitori e tutti insieme si debba collaborare in certi casi.
    Non c'è molo da dire o da discutere secondo me. vi posso raccontare soltanto un paio di fatti, accaduti sulla mia pelle.

    Un bambino sui cinque anni o poco meno. Al supermercato. Piange disperato per un capriccio. Passo io e mio marito che spinge la mia carrozzella. La mamma del bambino si gira verso di me e grida al bambino: " Smettila che la signora altrimenti ti porta via! " Io rimango di sasso e rivolgendomi al bambino lo rassicuro. non lo avrei portato via. Quando ero bambina io, mia mamma mi diceva che se non mangiavo la zingara mi portava via, oppure il lupo o la strega. capite il senso?
    Oppure. Il bambino di un mio parente che qualche anno fa mi fece un discorso a dir poco stupido, dicendomi che era meglio non avessi figli perchè nella società avrebbero sofferto perchè avevano una mamma disabile. Il bambino ha ora cinque anni credo ed è unno di quelli che fino a qualche tempo fa se ti incontrava ti prendeva le mani e iniziava: " Hai le mani piccole hai le mani piccole... " cantando con quella tiritera fastidiosa dei bambini.
    Oppure ancora, quando ero bambina e camminavo ancora , ma zoppicavo, un bambino poco più grande di me aveva l'abitudine di seguirmi e prendermi in giro camminando come me e dicendomi sempre: " Zoppetta zoppetta dove vai, sei una zoppetta! Lo mandai a fare in mulo!mulo? e gli dissi che era proprio brutto perchè un giorno mi ero proprio stufata.
    Poi incontri bambini che ti fanno sorridere tipo questo. Ci incontriamo sull'ascensore all'idea. Lui tre anni. Guarda me e mio marito, poi sua mamma e le fa: " Mamma lei ha il passeggino più bello del mio allora mi compri il computer! " Giuro! Io e mio marito sbalorditi e tutti insieme scoppiamo a ridere dicendo alla mamma che aveva un bambino proprio furbo e bello! Secondo voi, da cosa dipendevano i vari comportamenti? La sensibilit? , l'empatia, la cultura, sono fattori importantissimi che fanno crescere un bambino e per dirla un p? a modo di mio nonno: " Chi di gallina nasce in terra ruspa " Cet è dire. Se nasci gallina muori gallina.




  6. #65
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito

    ESPERIENZA PERSONALE!:" ero in visita alla nuova casa dove vivo ora, mia moglie e mio figlio erano dentro casa per valutare la situazione al mio stato di carrozzato mentre io stavo davanti la porta Sulla mia sedia a rotelle. mi si par? davanti un frugoletto biondo che mi esamin?per ben un quarto d'ora e alla fine mi disse:" ciao" io sono Sara! c'è chi ti spinge? vuoi che ti spingo?mi si riempirono gli occhi di lacrime! e risposi:"grazie cara! io sono Gianni e il mio bambino che è grande mi spinge lui!" lei ribatt?:" quando avrai bisogno chiamami! io abito l?!inutile dire che questa bimba ora è sempre accanto a me quando sono in giardino! dimenticavo al momento dell'episodio Saretta aveva 6 anni! Edited by: Nembokid



    Uploaded with ImageShack.us



  7. #66
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    20
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ecco, Nembokid, mi piacerebbe che anche mia figlia fosse come questa tua amica, Saretta. E forse lo è già perchè, anche se ha solo due anni, senza che le sia mai stato detto, vuole aiutare la bis nonna di 83 anni e le porta il bastone, oppure le da la mano per accompagnarla a sedersi, camminando piano piano. Spero solo che non cambi, che l'esempio che riceve dai noi genitori sia più forte di quello che giunger? dall'esterno, almeno fino a quando non sar? abbastanza forte per giudicare da sola.




  8. #67
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    140
    Thanked: 0

    Predefinito

    Claudia era come Saretta di Nembokid con me..avevamo sei anni tutt'e due..le mie cuginette lo sono con me ancora oggi, che di anni ne ho 29...e del tutto spontaneamente...io non chiedo nulla, se fanno qualche domanda rispondo ma tutto avviene in modo molto spontaneo e naturale...
    la gioia più intensa arriva così ,malgrado la paura,più forte di ogni altra cosa



  9. #68
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,749
    Thanked: 0

    Predefinito



    parlo di me ragazzi e di come sono cresciuta io purtroppo...


    con ina madre bigotta , in scuola di preti dove non ho mai incontrato nessuno che non fosse bello, ricco e perfetto...


    diletta è nata e mia madre è scomparsa. ancora oggi ad ogni discussione mi dice che io e il mio ex marito abbiamo messo al mondo una bambina afflitta... (ho passato tutte le fasi.. dalle più violente alla più pacate... ormai ho capito il concetto della gallina e mi tengo a debita distanza da lei!)...


    ci sono genitori che ci diventano per legge ma non lo sono come lei... che purtroppo ritiene meritevole solo la perfezione visibile agli idioti.


    la mia voglia di essere mamma, di educare, crescere, gioire e soffrire con le mie bambine per lei equivale al mio (suo) più grande fallimento.


    il mio mettere le figlie davnti a tutto per lei è debolezza. i suoi raptus di cure che guariscono diletta come se fosse una ciambella riuscita male ormai sono come una canzone stonata che sto l? ad aspettare con ansia che finisca il prima possibile.


    aiuto? ma de cheeee dicono a roma! c'è l'altro figlio che appaga i suoi progetti di gloria, io sono la pecora nera. che raccoglie da diletta in pii il frutto di scelte sbagliate.


    se avessi fatto carriera ora starei meglio.. nel senso non avrie la croce di diletta e i mille problemi che ho...


    ho provato in tutte le lingue.. fino a decidere che l'unica lingua è quella di tagliarmela... vado avanti e divento sempre più forte.. a distanza di anni.. mi fa quasi pensa quando parla.. mi rendo conto di quanto sbagli tutto da sempre e di quanto sia vero che la peggiore ignoranza è quella di colui che non sa di essere ignorante...


    ho reagito al contrario nella vita... e mi pongo nei confronti di tutto come sento di essere... e quando incontro chiunque percepisco l'energia che va oltre.. quella che in pochi sanno carpire e che per questo vale così tanto.. agli altri lasciamo le briciole della superficialità...
    fabiana
    mamma di diletta,diana e daniela



  10. #69
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    un bacio FABY A TE e ai tuoi gioielli
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  11. #70
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    20
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao fabianasmack, mia madre non raggiunge i livelli della tua, ma certi sguardi di riprovazione, certe frasi messe l? al momento giusto, non mancano nemmeno a casa mia! poverette.
    Comunque, ho seguito il consiglio postato da freedoms il 10 aprile e mi hanno dato alcuni titoli molto interessanti: li riporto per chi avesse voglia di leggere queste storie ai propri bimbi. io li ordino oggi stesso su internet.
    Ciao

    Un libro che ha come
    protagonista una bambina in carrozzina è quello di J. Willis e Tony Ross ?Questa
    ? Susanna</span>?, Mondatori, 1999.
    Questi sono libri che parlano di diversit? in modo più metaforico: J. Wilkon C?? "Cavallo e cavallo"</span>, Edizioni Arka 1997;
    G.
    Van Genechten "Rikki</span>" Emme Edizioni 1999,
    E.Battut Ric e Roc "Storia di un orco e
    di un folletto"</span> Bohem press 2002;
    E. Battut "Oh, che uovo!"</span> Bohem press 2005;
    J.
    Moran, P.Rodero, E. Urberuaga, "DoDo"</span>, Bohem press 2003
    </span></font>
    Naturalmente un grazie immenso a freedoms!




  12. #71
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da April
    Di solito i bambini accettano senza grossi problemi i disabili...
    L'unica cosa è spiegare alla piccola, che ci sono dei bambini che hanno delle difficolt? e che non riescono a camminare, di consegueza usano degli ausili, degli aiuti,come la carrozzina.
    Probabilmente anche la maestra stessa, parler? ai bambini di questo loro compagno, facilmente prima di inserirlo in classe.
    I bambini non si fanno problemi, se non siamo noi adulti a crearli.
    Non conosco libri che trattino un argomento così delicato, ma non credo siano necessari, se tu saprai spiegare semplicemente le cose alla tua bambina, che essendo tanto entusiasta e curiosa, mi da l'idea di essere anche molto intelligente e, certamente, capir? benissimo.


    Sono d'accordo, secondo me, tu mamma dovresti parlare semplicemente con tua figlia. l'unica cosa che mi impensierisce è la maestra, perchè ci sono maestre ingamba e maeste che non aiutano per niente ansi a volte creano problemi che i bambini non creerebero mai e poi mai.


    scusa la sincerit?, ma pur non essendo mai stata sulla sedia a rotelle (cammino male ma cammino) ho avuto diversi problemi dall'asilo alla maturit?...


    ciao a presto spero...
    venitemi a trovare su http://www.piccologenio.it



  13. #72
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da Nembokid
    ESPERIENZA PERSONALE!:" ero in visita alla nuova casa dove vivo ora, mia moglie e mio figlio erano dentro casa per valutare la situazione al mio stato di carrozzato mentre io stavo davanti la porta Sulla mia sedia a rotelle. mi si par? davanti un frugoletto biondo che mi esamin?per ben un quarto d'ora e alla fine mi disse:" ciao" io sono Sara! c'è chi ti spinge? vuoi che ti spingo?mi si riempirono gli occhi di lacrime! e risposi:"grazie cara! io sono Gianni e il mio bambino che è grande mi spinge lui!" lei ribatt?:" quando avrai bisogno chiamami! io abito l?!inutile dire che questa bimba ora è sempre accanto a me quando sono in giardino! dimenticavo al momento dell'episodio Saretta aveva 6 anni!

    grande Saretta!!! un salutone da Marzia
    venitemi a trovare su http://www.piccologenio.it



  14. #73
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito

    oggi lo far?!



    Uploaded with ImageShack.us



  15. #74
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    221
    Thanked: 2

    Predefinito



    Cara Nenarosa, ti posso raccontare un p? quello che sta succedendo all'asilo di mio figlio che è andato quest'anno al primo anno di materna...ed è lui il disable in carrozzina....quello che vedo è che gli altri bambini lo accettano così com'?... alcuni gli stanno più vicini e magari gli portanto giochi e pennarelli, altri lo ignorano, come probabilmemte sarebbe successo anche se non fosse stato disabile... non so se alle maestre chiedono qualcosa, ma l'idea che mi sono fatta è che l'integrazione è possibile, sempre fino a certi limiti, che sono i limiti che la disabilit? purtroppo impone. Mi spiego meglio: è chiaro che quando vanno tutti in cortile a giocare, a correre e a rincorrersi, Jacopo non pu? essere in mezzo a loro, se non a guardarli...quando raccontano le cose fra loro, jacopo pu? solo stare a sentire, non sa parlare...per? in questo modo credo comunque che sia parte di un gruppo, certamente in un modo tutto particolare e se vogliamo più isolato ma mi sembra che a questa età non sia ancora evidente una volont? di emarginazione...e soprattutto mi sembra che si facciano delle domande ma con molta più apertura di noi, accettando che ci possano essere modi diversi di essere. Non so se le mamme dei compagnetti di Jacopo abbiano parlato ai loro piccoli, so che molte mamme mi dicono che i bimbi parlano molto di Jacopo e raccontano cosa ha fatto in classe...


    Simonetta
    simonett@



  16. #75
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    20
    Thanked: 0

    Predefinito

    La mia è un'esperienza indiretta: mio marito aveva un compagno di scuola con una non meglio specificata disabilit? mentale (dico così perchè all'epoca non si davano spiegazioni ai bambini); ora, mio marito era il suo unico amico al punto che la classe aveva isolato entrambe! Sicuramente i tempi sono cambiati, ma purtroppo la supidit? è sulla cronaca di tutti i giorni. E poi, sinceramente, mi sono stupita del fatto di non trovare risposte ai miei dubbi, nessuna spiegazione, nessun interesse. Mi piacerebbe spiegare a mia figlia che crescere non significa fare sempre e solo quello che fanno gli altri, ma è soprattutto imparare </span>dagli altri, e che rinunciare a giocare sullo scivolo per giocare con i lego con questo bambino, non è una rinuncia, ma è forse la possibilit? di imparare qualcosa di diverso e più profondo.
    L'amico del suo pap? purtoppo non c'è più da molto tempo, ma certo ancora oggi mio marito prova una strana sensazione di disgusto ripensando ai suoi compagni di scuola. E poi perchè? E' così difficile il rispetto?



  17. #76
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Modena
    Messaggi
    43
    Thanked: 0

    Predefinito

    Quando Vanessa Inizi? la materna fu subito accettata volentieri da tutti i suoi compagni di scuola...Era considerata una bambina come loro che aveva solo bisogno di attenzioni in più. facevano a gara a chi doveva spingere la carrozzina. Era subito pronti ad asciugarle la bocca se vane sbavava Sono sempre stati adorabili. I bambini sono molto più intelligenti di tanti adulti.
    L'anno scorso è stata scritta una storia dedicata a Vanessa... una storia x spiegare la disabilit? dagli occhi un bambino. Se vuoi te la mando... è molto semplice e allo stesso tempo molto significativa.


    Un sorriso non costa niente...



  18. #77
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    ciao Mina come va? che bello rileggerti
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  19. #78
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    842
    Thanked: 0

    Predefinito

    Mina mandaci quella storia te ne saremmo grati. Grazie mille



  20. #79
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    48
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao nenarosa sei grade, vorrei dirti che anche con nostro figlio Fabio attualmente 14enne, ci capita come sopra letto, con molta semplicit?, rispondiamo che Fabioe nato cosi com'?, certo li vedi li per un po che lo guardano, ma poi come se niente fosse, sono li che ci giocano, vogliono spingere la carrozzella, sono attenti quando lui mette le dita in bocca, quando sbava, insomma sono cosi sinceri che il resto non conta.



  21. #80
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ARNOLD_1978
    Citazione Originariamente Scritto da BILANCINETTA85


    Nenarosa io ho 4 nipoti dai 12 anni ai 4 mesi e ti assicuro che i loro amici non si son fatti problemi, mi chiedono che cos'hai? io dico male alle gambe dopodich? proseguono tranquilli.........il problema vero sono i genitori credimi


    E' la stessa risposta......che d? io...... Ottengo il medesimo risultato!


    Hai ragione!!


    giusto! anche hai bimbi down d? una risposta tipo ho mal di gambe oppure parlo così perchè ho mal di gola loro sono sospettosi per un altro po' poi si convincono e comingiamo a giocare e divertirci. Che ne dite a riguardo?????????????
    venitemi a trovare su http://www.piccologenio.it



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •