Cookie Policy Privacy Policy Chi lo ha sulla coscienza?



Risultati da 1 a 15 di 15
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ma forse la domanda dovrebbe essere: ne hanno una?



    EMARGINATO E DERISO: 'SEI GAY'. SEDICENNE SI TOGLIE LA VITA


    (di Mauro Barletta)





    La sofferenza di chi si sente diverso dagli altri, di chi si sente
    escluso dal gruppo, di chi viene bersagliato da scherzi e sfotto'
    perche' studia tanto: c'e' questo dietro il suicidio di un sedicenne,
    Matteo, che martedi' si e' lanciato nel vuoto, a Torino, dal quarto
    piano della sua abitazione. Una tragedia maturata a scuola, dove solo
    una volta, nel 2005, il giovane trovo' il coraggio di aprirsi con un
    insegnante: ''Mi deridono per i voti troppo alti. E mi chiamano sempre
    Jonathan'' come un eccentrico personaggio del reality 'Grande
    Fratello'.




    Matteo e' il secondo dei tre figli che la signora Priscilla, 50 anni,
    filippina, collaboratrice domestica, ha avuto da un agricoltore di
    Buttigliera d'Asti che ha sposato nel 1989 e dal quale si e' separata
    nel 1999. Aveva la carnagione olivastra, i tratti esotici, un carattere
    dolce, il sorriso mite e i modi cortesi, quasi effeminati. La mamma,
    ora, non si da' pace e, tra le lacrime, accusa: ''Era come tutti i suoi
    compagni, era un essere umano.

    Perche' me lo hanno trattato cosi'?''. Studiava all'istituto
    tecnico commerciale Sommellier, classe II B; non una scuola di
    frontiera, ma uno dei centri di formazione piu' prestigiosi della
    citta', situato nell' elegante quartiere della Crocetta. Lunedi' e'
    andato a lezione, ma e' rincasato poco dopo. ''Era triste, si capiva'',
    racconta la madre. Il giorno dopo ha chiesto il permesso di restare a
    casa: ''Mi sento stanco, vorrei dormire un po' e studiare in camera''.

    Priscilla esce, ha un appuntamento col medico e tanto nell'appartamento c'e' il figlio maggiore.


    Matteo, pero', si getta nel vuoto.


    Cade su un bidone dell'immondizia, poi rovina sull'asfalto.


    Lo portano in ambulanza all'ospedale Cto, ma non c'e' niente da fare.
    Nell'alloggio ha lasciato due biglietti poi prelevati dai carabinieri:
    in uno si scusa con i genitori, nell'altro, scritto nel perfetto
    italiano di uno studente modello, descrive il suo disagio. ''Non mi
    sento integrato, non mi sento accettato, mi sento diverso''. ''Non ci
    posso credere'' dice la preside, Catterina Cogno, che indica in Matteo
    ''il migliore della sua classe''. Lo dimostra la pagella: nove in
    francese, otto in inglese, otto in scienze, otto in economia, dieci in
    condotta. Era il resto a non filare liscio.

    Quando faceva la prima, Matteo una volta scoppio' in lacrime. Un
    insegnante lo avvicino' e lui, dopo qualche titubanza, parlo': lo
    prendevano sempre in giro, gli davano del ''gay'', dicevano che
    sembrava proprio come quel ''Jonathan'' della tv. ''Intervenimmo subito
    - spiega la preside - sgridando i compagni. E sembrava che tutto fosse
    finito li'. Nessuno, nell'ultimo anno, mi ha piu' segnalato niente di
    insolito''. Solo un'altra volta, quando uno psicologo visito' la classe
    e domando' se qualcuno avesse dei problemi, alzo' la mano, ma non diede
    spiegazioni. ''Gli ripetevo sempre - aggiunge la mamma - che era
    normale, fortunato, che era bello. Ma era triste. Allora volevo che
    andasse da uno specialista, ma lui no''. Oggi molti dei suoi compagni
    erano al rosario. ''Ci era simpatico'', dice Maria una delle due
    ragazze del primo anno con cui aveva legato un po': ''era tanto
    gentile, era carino''. Ma ai maschi non piaceva: ''Era un
    'perfettino'''. E, come aggiunge un altro ragazzo, ''aveva finito per
    starsene sempre in disparte, da isolato''. Il pm Paolo Borgna ha aperto
    un'inchiesta come ''atto dovuto'' e taglia corto: ''Parlatene il meno
    possibile''. I funerali sabato, a Buttigliera d'Asti.</span>
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #2
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito

    Tutti lo abbiamo direi sulla coscienza!!



  4. #3
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,356
    Thanked: 0

    Predefinito



    la societa' siamo noi, pertanto ognuno di noi e' responsabile o no della sofferenza dell'altro. senza fare distinzioni di sofferenze.


    la domanda madeche' non dovrebbe essere : "ne hanno una!" ma "CHE COSCIENZA ABBIAMO!", fin che ci chiediamo che coscienza ha chi ci sta' davanti e non diamo un'identita' alla nostra le cose nn cambieranno.



  5. #4
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    Lo ha sulla coscienza Silvio Berlusconi, il centro-destra, Bush, il Santo Padre e la Cei.



  6. #5
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    IL pm Borgia ha detto giustamente parliamone il meno possibile, ecco prima di dare giudizi definitivi stiamo attenti, e per carita lasciamo fuori la politica la religione, le disamine sociologiche da questa vicenda, i bulli sono di tutte le idee politiche e quasi sempre di nessuna e stanno ben lontani dalla chiesa .Matteo poteva essere gay, disabile, secchione, con le lentiggini, rosso di capelli o con la pelle scura o chissa cosa altro ancora; ai bulliera sufficiente per divertirsi, per scatenare la loro cattiveria umana che è sempre esistita nei vari secoli, edi sicuro hanno qualcosa di più divertente da fare che partecipare ai Family Day



  7. #6
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sand





    IL pm Borgia ha detto giustamente parliamone il meno possibile, ecco prima di dare giudizi definitivi stiamo attenti, e per carita lasciamo fuori la politica la religione, le disamine sociologiche da questa vicenda, i bulli sono di tutte le idee politiche e quasi sempre di nessuna e stanno ben lontani dalla chiesa .Matteo poteva essere gay, disabile, secchione, con le lentiggini, rosso di capelli o con la pelle scura o chissa cosa altro ancora; ai bulliera sufficiente per divertirsi, per scatenare la loro cattiveria umana che è sempre esistita nei vari secoli, edi sicuro hanno qualcosa di più divertente da fare che partecipare ai Family Day
    Questo è un ragionamento sensato, concordo in pieno.



  8. #7
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da valter2005
    Citazione Originariamente Scritto da sand





    IL pm Borgia ha detto giustamente parliamone il meno possibile, ecco prima di dare giudizi definitivi stiamo attenti, e per carita lasciamo fuori la politica la religione, le disamine sociologiche da questa vicenda, i bulli sono di tutte le idee politiche e quasi sempre di nessuna e stanno ben lontani dalla chiesa .Matteo poteva essere gay, disabile, secchione, con le lentiggini, rosso di capelli o con la pelle scura o chissa cosa altro ancora; ai bulliera sufficiente per divertirsi, per scatenare la loro cattiveria umana che è sempre esistita nei vari secoli, edi sicuro hanno qualcosa di più divertente da fare che partecipare ai Family Day
    Questo è un ragionamento sensato, concordo in pieno.
    Si si certo non mettiamo in mezzo la politica o la chiesa e sopratutto non diamo giudizi.............lasciamo fare a loro che so tantooooo bravi
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  9. #8
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    A loro chi?



  10. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    La religione cattolica, invece, ha una grossa responsabilit? proprio perchè invece di unire divide e crea intolleranza.....e poi si parla male delle altre religioni....
    Potete tergiversare quanto vi pare, ma la cosa è talmente lampante che non c'è nemmeno da discuterne.





  11. #10
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    <DIV style="VISIBILITY: ; WIDTH: 0px; HEIGHT: 0px"></DIV>

    <DIV id=centro><A id=view name=view></A>
    <DIV id=interno>
    <DIV =area>Esteri</DIV>
    <DIV =servizint> Invia ad un amico</DIV>
    <DIV =servizint> Versione stampabile </DIV>
    <DIV =servizint2> invia i commenti </DIV>
    <DIV =servizint2> leggi i commenti </DIV>
    <H2></H2>
    <H1>Scritte omofobe, Battaglia: Conseguenza delle parole di Bagnasco </H1>

    <DIV =txt>
    <DIV =image_left style="WIDTH: 220px"></DIV>La destra torna al suo antico amore: la caccia ai gay. Nella notte le vetrine della libreria Babele a Milano, centro di cultura gay, è stato oggetto di scritte fasciste: ?Gay pedofili?, ?Gay al muro? e ingiurie contro Imma Battaglia, suggellate da una croce celtica con la sigla ?FN? di Forza Nuova. L'episodio è stato denunciato questa mattina, dai dipendenti (che hanno spiegato di non essere stati minacciati o discriminati in passato sul posto di lavoro) alla riapertura del negozio. Le indagini sono condotte dalla polizia e dalla Digos.

    La stessa Battaglia, presidente di Di gay project, ha parlato di un?ondata di omofobia. Sono ?parole d'ordine che riprendono alla lettera le esternazioni di Monsignor Bagnasco - dice - e ne fanno proprio il clima d?intolleranza e lo scontro ideologico che scivolano sempre più verso una deriva violenta e fascista. Il suicidio del giovane adolescente di Torino, vessato dal bullismo dei propri compagni perchè presunto omosessuale, è il risultato devastante dell'intolleranza omofobica cui i media fanno da cassa di risonanza. L'attacco ad personam nei confronti di esponenti storici del movimento omosessuale in un luogo simbolo di aggregazione come la Libreria Babele di Milano sono l'altra faccia della medaglia?.

    Battaglia ha invitato ?le forze dell'ordine alla massima attenzione nelle indagini? e lanciato ?uno stato d'allerta a tutte le persone omosessuali e transessuali. Chiediamo la massima vigilanza in tutte le nostre sedi e nei luoghi consueti di incontro e socializzazione?. La difesa della dignit? e del rispetto delle persone omosessuali e transessuali, ha aggiunto, ?sono un battaglia civile fondamentale per la difesa della democrazia e della laicit? di questo Paese. Chiedo a tutte le forze politiche di condannare questo gesto e al ministro Amato di approvare rapidamente un disegno di legge che punisca qualunque forma di discriminazione e di omofobia. Quante vite dobbiamo ancora sacrificare - conclude Battaglia - prima di sentirci cittadini italiani con pari diritti e doveri??.

    ?Le scritte omofobe sono un ulteriore episodio di una campagna gravissima contro i cittadini e cittadine gay e lesbiche di questo Paese?, ha sottolineato Aurelio Mancuso, segretario nazionale dell'Arcigay. </DIV></DIV></DIV>
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  12. #11
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    ? vero che i bulli se la prendono sempre con i diversi, gli immigrati, i gay, i disabili, i meridionali ( una volta di più) etc etc


    a volte i bulli hanno in casa i genitori che parlano male dei diversi, degli immigrati,.......


    i genitori dei bulli guardano la televisione dove ci sono politici che parlano male dei diversi, degli immigrati,


    alcuni esponenti della chiesa noncomprendono appieno le esigenze dei diversi, degli immigrati.......


    etc....etc.....


    ? vero siamo tutti colpevoli del suicidio di quel ragazzo, ma .....io non mi sento tra i più colpevoli..


    roberto





  13. #12
    Senior Member L'avatar di connyok
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    5,514
    Thanked: 1

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da luni
    Scritte omofobe, Battaglia: Conseguenza delle parole di Bagnasco<div id="centro"><div id="interno"><div>La destra torna al suo antico amore: la caccia ai gay. Nella notte le vetrine della libreria Babele a Milano, centro di cultura gay</span>, è stato oggetto di scritte fasciste: ?Gay pedofili?, ?Gay al muro? e ...
    </div></div></div>
    CENTRO DI CULTURA GAY

    Luni
    da come ne parli sembra una farrispecie di "Ramo Universitario".
    Ma, cosa ci insegnano ??
    Forse ...."A farsi prendere per il cu.."


    </span>



  14. #13
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,782
    Thanked: 0

    Predefinito


    Bhe almeno la cultura gay ha qualcosa di concreto </span>da mostrarti

    Non è basata su un libro favole.

    Di tutte le religioni, quella cristiana è senza dubbio quella che
    dovrebbe ispirare più tolleranza</span>, sebbene fino ad ora i cristiani siano
    stati i più intolleranti tra gli uomini (Voltaire, ?Dizionario filosofico?, 1764).

    Edited by: firetrip
    Meglio essere un UBRIACONE FAMOSO piuttosto che un ALCOLISTA ANONIMO

    FOTO-GRANDE



  15. #14
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito





    [URL]http://www.wittgenstein.it/post/20070407_81088.html[URL]
    </font>


    07 aprile</font>







    <a name="20070407_81088"></a> Pilato
    ?
    vero che sul ragazzo suicidato perchè gli davano del gay si sono dette
    parecchie fesserie. Ma è anche vero che tutti si eccitano di più a
    discutere delle suddette fesserie e a dirne altre che ad affrontare il
    merito della storia.

    Il merito della storia è semplice e sgradevole, e non piace a
    nessuno e quindi molti vogliono a rimuoverlo: ed è che se è vero che i
    ragazzini perfidi e incoscienti sono sempre esistiti ed esisteranno
    sempre, è anche vero che si possono proteggere più o meno le loro
    vittime. Il ragazzino di Torino non si è ucciso per una sua depressione
    come un'altra: si è ucciso perchè aveva qualcosa di effemminato e gli
    davano del gay per fargli male, e perchè questo faceva male anche a
    lui. In una società in cui avere qualcosa di effemminato non generasse
    prese in giro, n? dolori personali, il ragazzino non si sarebbe
    suicidato.</span> Quelli che dicono che succede in tutte le scuole d'Italia e
    altri ragazzini non si uccidono sono sciocchi o pavidi: è come dire che
    siccome alcuni sopravvivono all'essere investiti da una macchina,
    quelli che muoiono se la sono cercata. è come dire che ogni volta che
    qualcuno si uccide non ci si poteva fare niente. è una coda di paglia
    diffusa che genera la dichiarazione di irresponsabilit? (a cui in
    questo caso si somma un tic omofobo per cui il bambino non è già più un
    bambino come gli alltri: i suoi carnefici da qualcuno avranno preso).

    Invece è abbastanza facile immaginare una società in cui se
    somigli a Jonathan del Grande Fratello questo non diventi una ragione
    perchè tu venga perseguitato in un'età così delicata e indifesa. Una
    società in cui somigliare a Jonathan non sia diverso da somigliare a
    Taricone. E nessuno è mai stato vessato perchè somigliava a Taricone.

    Ecco, se quella società è possibile - ed è possibile, come oggi
    sono possibili società in cui si pu? essere neri, donne, o altre
    minoranze senza per questo pensare al suicidio - quella società deve
    essere il nostro modello, fosse anche soltanto per salvare la vita di
    un solo ragazzo di Torino.

    E se invece la società in cui viviamo ospita in alcune sue
    importanti e ascoltate istituzioni - laiche e religiose - persone che
    rinnovano l'idea che somigliare a Jonathan sia una cosa di cui
    vergognarsi, questa società sta andando da un'altra parte e non si deve
    meravigliare quando succede quello che è successo.

    Con questo non voglio dire che la responsabilit? della morte di
    Matteo cada sulle spalle di monsignor Bagnasco o della senatrice
    Binetti o di tutti quelli che dipingono l'omosessualit? come una cosa
    vergognosa: sarebbe facile e vigliacco, e una sciocchezza. La storia
    dei cattivi maestri è sempre stata una scorciatoia stupida e
    superficiale per capire le cose: le persone sono già responsabili delle
    loro parole, e dovrebbe bastare. Ma di certo su molte spalle cade la
    responsabilit? di fare che questo non avvenga più, e alcune spalle si
    scansano [*]

    Edited by: fair



  16. #15
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,356
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da firetrip
    Bhe almeno la cultura gay ha qualcosa di concreto da mostrarti

    Non è basata su un libro favole.

    Di tutte le religioni, quella cristiana è senza dubbio quella che dovrebbe ispirare più tolleranza, sebbene fino ad ora i cristiani siano stati i più intolleranti tra gli uomini (Voltaire, ?Dizionario filosofico?, 1764).

    fire fire... te lo dico col sorriso ma la cosa la trovo molto seria, apprendi il contenuto di quel libro prima di giudicarlo e prima di affermare che" i cristiani ....." guarda cosa insegna quel libro su chi e' il cristiano e non su chi dice di esserlo.


    sei come quelli che dibattono in modo acceso su una partita di calcio senza che l'hanno vista. il bar e' pieno...forse tra un bianco e l'altro(allungato con l'acqua x non incitare all'alcolismo) assieme ad altri simili passeresti inosservato quando parli.


    ps. non dirmi ..."ma tu che ne sai che non lo conosco il libro...". lo so dalle tue risposte.


    Edited by: ilcontemirko



  17.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •