Cookie Policy Privacy Policy Un grazie sentito....



Risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Un grazie sentito....

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito


    .....alla Chiesa Cattolica ed alla sua omofobia ed all'incitamento al disprezzo ed all'accostamento con ila depravazione.
    Immagino che adesso la CEI sar? soddisfatta del risultato che è riuscita ad ottenere incitando alla discriminazione....
    http://www.repubblica.it/2007/04/sez...ca/sedicenne-s uicida/sedicenne-suicida/sedicenne-suicida.html
    <div>
    <dl><dt>CRONACA</dt><dd>
    <div>
    <div>Invia</div>
    <div>Stampa</div>
    </div> </dd></dl>
    </div>





    <h2>Torino, il ragazzo dallo scorso anno era tormentato dai compagni di scuola
    La preside: "Ci eravamo accorti del disagio ed eravamo intervenuti subito"</h2>
    <h1>Sedicenne si uccide, dicevano che era gay
    La madre: "Perch? lo hanno trattato così?"
    </h1>
    <h3>"Era il più bravo della classe, lo perseguitavano anche per quello"
    Lo chiamavano Jonathan, come un personaggio del Grande Fratello
    </h3>



    <div>



    Priscilla, la madre del ragazzo
    </div>









    TORINO
    - "Perch? me lo hanno trattato così? Non aveva fatto niente di male,
    era un essere umano come tutti loro</span>". La signora Priscilla non riesce a
    darsi pace per la morte del figlio sedicenne: marted? scorso si è tolto
    la vita gettandosi dalla finestra della sua abitazione, al quarto piano
    di un'abitazione di Torino. Piange spiegando che suo figlio M. non
    sopportava più di sentirsi emarginato e insultato dai compagni di
    scuola che continuavano a ripetergli "sei gay, ti piacciono i ragazzi".</span>
    Ne aveva anche parlato con la preside, ma non era cambiato nulla.





    M.P., 16 anni, frequentava l'istituto tecnico Sommellier, considerato
    uno dei più prestigiosi di Torino. Dallo scorso anno scolastico era
    stato preso di mira dagli altri ragazzi che per deriderlo lo
    apostrofavano con il nome di Jonathan, come uno dei personaggi del
    Grande Fratello televisivo indicato come omosessuale. E così marted?
    scorso M.P. ha deciso di farla finita. Prima di gettarsi nel vuoto ha
    lasciato due biglietti, ora in mano ai carabinieri, dai quali si ?
    appreso che in uno chiede scusa ai genitori, nell'altro traccia le
    motivazioni del suo gesto. "A scuola - è il senso del messaggio - non
    mi accettano perchè mi vedono come uno diverso da loro. Non mi sento
    integrato".





    "Luned? - racconta la madre - è tornato a casa dicendo di sentirsi
    molto stanco e molto triste. Voleva andare subito a dormire. La mattina
    dopo sarebbe dovuto andare a lezione, ma mi aveva chiesto di stare a
    casa per studiare e riposarsi. Sono uscita e dopo un po' mi ha chiamato
    mio figlio maggiore, raccontandomi quanto era successo".

    <div id="adv180x150m">
    <!--
    OAS_RICH('Middle');
    //-->

    </div>




    Priscilla, di origine filippina, ha sposato nel 1989 un agricoltore di
    Buttigliera d'Asti, dal quale ha avuto tre bambini. M. era il secondo
    dei tre figli della coppia, separata dal '99. "I miei figli sono bravi,
    educati. Gli ho sempre raccomandato di studiare, e in effetti a scuola
    vanno benissimo". Ma all'istituto tecnico Sommellier M. aveva dei
    problemi, anche se studiava tanto. "Io lo sapevo - dice Priscilla -
    anche perchè all'inizio del precedente anno scolastico si era confidato
    con me. Diceva che lo prendevano in giro, che gli dicevano 'sei un
    gay', 'ti piacciono i maschi'. Ne avevamo anche parlato con la
    preside".





    "All'inizio non voleva più andare - prosegue la donna, - ha continuato
    a seguire le lezioni e i compagni lo hanno isolato dal gruppo, come se
    non fosse uno di loro, come se fosse diverso. Io ero preoccupata. Gli
    chiesi se voleva andare da uno psicologo, mi rispose di no".





    La preside dell'istituto tecnico commerciale Sommellier, Caterina
    Cogno, non esita a definirlo "il migliore della classe". "Aveva
    manifestato del disagio - spiega - all'inizio del precedente anno
    scolastico, nel 2005. Vedendolo in lacrime, un insegnante lo avvicin?.
    E dopo qualche titubanza disse che gli altri lo prendevano in giro
    perchè studiava troppo e aveva dei bei voti. Lo chiamavano Jonathan.
    Intervenimmo subito, sgridammo i suoi compagni, e da allora non è più
    stato notato nulla di insolito. Era bravo, garbato, sensibile. Per noi
    ? stato un fulmine a ciel sereno".





    (5 aprile 2007)


    Edited by: fair


  2.      


  3. #2
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,356
    Thanked: 0

    Predefinito



    quanta superficialità esiste nell'adulto che poi si trasmette a eventuali figli .......... (...e cosi' si formarono le societa' odierne e future...)








    PS. il messaggio non e' indirizzato ai cattolici anke se io non son per nulla(e lo sttolineo X NULLA) cattolico.Edited by: ilcontemirko



  4. #3
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito



    In che mondo razzista e di ....... ()VIVIAMO



  5. #4
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    Lasciamo stare il mondo arnold ... c'entra poco o nulla ........



  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,782
    Thanked: 0

    Predefinito

    La responsabilit? non è del mondo ARNOLD, la responsabilit? dei nostri figli è nostra; se io sono razzista, come si suol dire, è difficile che il frutto cada lontano dalla pianta.

    I primi da interrogarsi dovrebbero essere i genitori di quei ragazzi, che trovavano divertente prendere in giro un loro compagno, che volevano sentirsi grandi umiliando un altro; come comportarsi con gli altri nasce prima all'interno della famiglia, quello che hanno fatto lo hanno imparato in casa.

    Meglio essere un UBRIACONE FAMOSO piuttosto che un ALCOLISTA ANONIMO

    FOTO-GRANDE



  7. #6
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Non solo a casa...basta accendere la TV negli ultimi tempi per sentir parlare di omosessualit? in termini dispregiativi ed intolleranti.
    Ogni giorno, ogni giorno....e tieni presente che questo ragazzo era per metà filippino e, notoriamente, i filippini sono cattolicissimi.
    Probabilmente non era nemmeno omosessuale, ma aveva imparato a capire che lo sembrava....e questo era per lui un marchio a vita.
    Essere diversi in un mondo che rifiuta i diversi è terribile.....




  8. #7
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito

    E se i motivi reali fossero invece altri?
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  9. #8
    valter2003
    Guest

    Predefinito



    Questa storia che M.P. fosse omosessuale chi l'ha tirata fuori?
    Non diamo per scontato cose che qualcuno ha solo ipotizzato.
    Indubbiamente M.P. aveva un carattere fragile ma non è detto che i motivi veri del suo gesto non possano essere stati altri.
    La stampa ed i media ci stanno inzuppando troppo ed è vergognoso che non si rispetti neanche ora il dolore affibbiando colpe a destra e manca.
    Mi trovo daccordo con Tersi.Edited by: valt&#101;r2005



  10. #9
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%">
    <T>
    <TR>
    <TD colSpan=2></TD></TR></T></TABLE>.....alla Chiesa Cattolica ed alla sua omofobia ed all'incitamento al disprezzo ed all'accostamento con ila depravazione.
    Immagino che adesso la CEI sar? soddisfatta del risultato che è riuscita ad ottenere incitando alla discriminazione....
    http://www.repubblica.it/2007/04/sez...ca/sedicenne-s uicida/sedicenne-suicida/sedicenne-suicida.html


    Fair, l'incitamento al disprezzo è soltanto tuo, trai conclusioni al di sopra di tutti. Che la Cei o la chiesa cattolica inciti alla discriminazione risulta solo a te e a pochi altri insignificanti moralisti.
    E' del tutto inutile far ricadere colpe sulla Chiesa e non mi risulta che questa tua analisi abbia a che fare col link sopra citato, tantomeno con la stampa n? con la politica.
    Sei in definitiva la sola ad avere individuato il colpevole nella Chiesa, nemmeno i più radicali estremisti della sinistra si sono sbilanciati così come hai fatto tu.



  11. #10
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito



    I motivi li ha scritti lui in una lettera lasciata alla madre ed ai fratelli, ed erano anche parecchio dettagliati e ripercorrevano l'ultimo anno e mezzo di continui insulti ed ingiurie subiti. Io non so se lo era o no, non è questo il problema, il problema è che l'omosessualit? e la diversit? è considerata una condizione umana profondamente negativa, e questo ha favorito la disperazione di un adolescente che aveva, come tutti gli adolescenti, l'unico desiderio di sentirsi parte di un gruppo, omologante o meno che sia.
    Il messaggio che ultimamente i vertici ecclesiasti propinano più che intenzionalmente è che la diversit? è negativa ed occorre allontanarla in tutte le maniere, che si tratti di omosessuali, o di disabili (vedere la convenzione ONU sui diritti delle persone disabili che il vaticano ha rifiutato di firmare), o appartenenti ad altre confessioni, o perchè si vuole avere la libert? di decidere come e quando morire, di curarsi o di fare un figlio......Ma cosa direste se i testimoni di geova appaiassero tutte le persone che hanno subito una trasfusione di sangue con persone infette e, quindi, da isolare?
    Trovereste tollerabile una situazione del genere?
    Cosa pensate che fomentare l'intolleranza sia meno diverso da quello che st? facendo il ministro iraniano negando l'olocausto?
    Dov'? la differenza con l'imam che parla in maniera dispregiativa degli infedeli?
    E' solo un modo, consapevole nel caso della CEI e dello stesso Papa, di soffiare sul fuoco dell'intolleranza e dell'odio quando si appaia l'omosessualit? all'incesto ed alla pedofilia, quando si parla di atti contro natura....cosa pensate che possano laversene le mani quando si formeranno squadroni al grido di "addosso all'omosessuale"?
    Vorrei proprio capire qual'? la differenza tra questi discorsi e l'integralismo isalmico....



    Edited by: fair



  12. #11
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da firetrip
    La responsabilit? non è del mondo ARNOLD, la responsabilit? dei nostri figli è nostra; se io sono razzista, come si suol dire, è difficile che il frutto cada lontano dalla pianta.

    I primi da interrogarsi dovrebbero essere i genitori di quei ragazzi, che trovavano divertente prendere in giro un loro compagno, che volevano sentirsi grandi umiliando un altro; come comportarsi con gli altri nasce prima all'interno della famiglia, quello che hanno fatto lo hanno imparato in casa.

    Beh mondo in senso lato....società civile che dir si voglia..... certo che i figli sono il frutto dei genitori e dell'educazione o maleducazione che ricevono da essi.... sicuro che il comportamento nasce da quello che hanno imparato a casa per primi...



  13. #12
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da fair
    I motivi li ha scritti lui in una lettera lasciata alla madre ed ai fratelli, ed erano anche parecchio dettagliati e ripercorrevano l'ultimo anno e mezzo di continui insulti ed ingiurie subiti. Io non so se lo era o no, non è questo il problema, il problema è che l'omosessualit? e la diversit? è considerata una condizione umana profondamente negativa, e questo ha favorito la disperazione di un adolescente che aveva, come tutti gli adolescenti, l'unico desiderio di sentirsi parte di un gruppo, omologante o meno che sia.
    Il messaggio che ultimamente i vertici ecclesiasti propinano più che intenzionalmente è che la diversit? è negativa ed occorre allontanarla in tutte le maniere, che si tratti di omosessuali, o di disabili (vedere la convenzione ONU sui diritti delle persone disabili che il vaticano ha rifiutato di firmare), o appartenenti ad altre confessioni, o perchè si vuole avere la libert? di decidere come e quando morire, di curarsi o di fare un figlio......Ma cosa direste se i testimoni di geova appaiassero tutte le persone che hanno subito una trasfusione di sangue con persone infette e, quindi, da isolare?
    Trovereste tollerabile una situazione del genere?
    Cosa pensate che fomentare l'intolleranza sia meno diverso da quello che st? facendo il ministro iraniano negando l'olocausto?
    Dov'? la differenza con l'imam che parla in maniera dispregiativa degli infedeli?
    E' solo un modo, consapevole nel caso della CEI e dello stesso Papa, di soffiare sul fuoco dell'intolleranza e dell'odio quando si appaia l'omosessualit? all'incesto ed alla pedofilia, quando si parla di atti contro natura....cosa pensate che possano laversene le mani quando si formeranno squadroni al grido di "addosso all'omosessuale"?
    Vorrei proprio capire qual'? la differenza tra questi discorsi e l'integralismo isalmico....


    Non c'è nessuna differenza tra l'integralismo islamico e i discorsi fatti dalla chiesa che hai riportato sopra....io questo lo chiamo integralismo cattolico-cristiano che è praticamente uguale!!!!


    Da CONDANNARE!



  14.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •