Cookie Policy Privacy Policy Che figuraccia.....



Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Che figuraccia.....

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    ....ci facciamo sempre riconoscere...

    <table border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="100%"><t><tr><td><table border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="100%"><t><tr><td width="320"> Ue: inchiesta per corruzione, mazzette per mln euro per piu' di 10 anni -2-</font>
    </td>
    <td valign="bottom">28/03 - 14:50</font>
    </td>
    </tr></t></table>
    </td>
    </tr>
    <tr>
    <td>
    <table border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="100%">
    <t><tr><td width="2">
    </td>
    <td ="turchese" height="2" width="438">
    </td>
    </tr></t></table>
    </td>
    </tr>
    <tr>
    <td>
    <table border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="100%">
    <t><tr>
    <td><div ="doc-PP" :lang="it">
    <div ="articolo-PP">
    <div ="titolazi&#111;ne-PP">
    </div>
    <div ="foto-PP">
    <table align="left" width="1">
    <t><tr>
    <td>
    </td>
    </tr>
    <tr>
    <td>
    </td>
    </tr>
    </t></table>
    </div>
    <div ="testo-PP">
    <div ="p-PP">(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Bruxelles, 28 mar - I
    clamorosi sviluppi dell'inchiesta hanno seminato il panico informativo
    alla Commissione europea che soltanto dopo ripetute richieste dei
    giornalisti ha dato qualche informazione precisando di essere "parte
    lesa". Solo stamattina l'esecutivo Ue ha ammesso che uno dei propri
    funzionari e' coinvolto nell'inchiesta. Finora, in ogni caso, non sono
    emersi sospetti nei confronti di altre persone ne' risulta che siano
    coinvolti altri servizi comunitari. Il portavoce Joannes Leitenberger
    non ha voluto comunque precisare quale stia il ruolo del funzionario
    Giancarlo Ciotti, uno dei tre agli arresti domiciliari. La procura ha
    poi indicato che Ciotti, 46 anni, lavora nel settore delle
    infrastrutture delle delegazioni 'estere' della Commissione. Gli altri
    due arrestati sono l'imprenditore Angelo donna di facili costumino, 39 anni, che dirige
    un consorzio nel settore immobiliare, e Sergio Tricarico, assistente
    europarlamentare attualmente presso l'ufficio di Gianni Rivera
    (Margherita). Rivera si e' dichiarato "stupito". Tricarico ha
    collaborato con Franco Marini e Gerardo Bianco, ha indicato lo stesso
    Rivera. I tre dovranno comparire entro cinque giorni alla Camera di
    Consiglio di Bruxelles. Fonti vicine alla procura di Bruxelles hanno
    confermato che l'inchiesta riguarda sia la costruzione di immobili che
    la sicurezza delle sedi delle delegazioni. All'alba di martedi' sono
    state compiute trenta perquisizioni in diversi uffici in Belgio,
    Italia, Francia e Lussemburgo, gli arresti sono stati effettuati a
    Bruxelles. L'inchiesta era stata aperta in seguito alla segnalazione
    dell'Olaf (antifrode Ue) del 30 giugno 2004 messa sull'avviso
    dall'esecutivo europeo. Il portavoce della procura di Bruxelles Jos
    Colpin ha indicato che il caso puo' essere considerato di grande
    importanza per gli aspetti quantitativi della corruzione. Sarebbero
    state pagate tangenti per "milioni di euro" in relazione agli appalti
    per sedi di delegazioni comunitarie in paesi terzi (non Ue). L'Italia
    sarebbe "l'epicentro" dell'azione illegale. Il caso ha fatto molto
    scalpore. Sono tornati alla memoria i fatti del marzo 1999, quando la
    Commissione presieduta dal lussemburghese Jacques Santer si dimise
    collettivamente dopo le accuse di cattiva gestione in seguito al caso
    Edith Cresson. Commissaria francese dal 1995, Cresson aveva assunto
    come consigliere il proprio dentista e successivamente la Corte di
    Giustizia Ue ha concluso che si rese responsabile di "favoritismo". Aps</div>
    </div>
    </div>
    </div></td></tr></t></table></td></tr></t></table>
    <h3>CORRUZIONE IN UE: TRE ITALIANI ARRESTATI A BRUXELLES</h3>(AGI) - Bruxelles, 28 mar. - Tre italiani sono stati
    incriminati e arrestati a Bruxelles nell'ambito dell'inchiesta
    per presunta corruzione in appalti concessi dalla Commissione
    europea. Ne ha dato notizia la procura di Bruxelles.

    I tre sono un funzionario della Commissione Ue,
    l'assistente di un deputato europeo e un imprenditore.

    L'inchiesta e' iniziata 3 anni fa e riguarda la gestione di
    gare d'appalto europee per la ricerca d'immobili per alcune
    delegazioni della Commissione e la realizzazione di impianti di
    sicurezza.


    <table border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="773"><t><tr><td></td>




    <td id="colCentNews" colspan="3" valign="top">
    <h3>CORRUZIONE UE, PROCURA BELGIO: I TRE ITALIANI HANNO PARLATO MOLTO</h3>





    Bruxelles, 28 mar. (Apcom) - Il portavoce della Procura reale
    belga, Jos Colpin, che si sta occupando della vicenda della
    corruzione di funzionari Ue in appalti pubblici, ha riferito oggi
    a Bruxelles che i tre italiani arrestati "hanno parlato molto
    stanotte", durante gli interrogatori condotti dal giudice
    istruttore, signora Berta Bernardo-Mendez. Secondo il portavoce,
    il mandato d'arresto, contenente le accuse di truffa, corruzione,
    falso in atto pubblico e associazione a delinquere per i tre
    uomini consta di "una decina di pagine". Il fermo "dovr? essere
    convalidato venerd? prossimo dalla Camera di Consiglio", ha detto
    il portavoce, secondo quanto prevede la legge belga.




    Colpin ha di fatto confermato che la vicenda riguarda gli
    appalti per le sedi delle delegazioni della Commissione europea a
    Tirana (Albania) e a Nuova Delhi (India). Alla domanda dei
    cronisti che chiedevano se potesse confermare queste
    informazioni, il portavoce ha risposto "non posso contraddirvi su
    questo punto". Una conferma simile Colpin l'aveva data in
    precedenza anche sull'identit? dei tre arrestati: il funzionario
    della Commissione europea, Giancarlo Ciotti, l'assistente
    europarlamentare Sergio Tricarico, e l'imprenditore Angelo
    donna di facili costumino, precisando le età degli indagati (rispettivamente 46, 39
    e 60 anni).




    Quanto alle cifre della truffa, Colpin ha detto che, finora, i
    contratti già visionati relativi alla vicenda "ammontano a decine
    di milioni di euro e perciò verosimilmente si parla di tangenti
    per milioni di euro".




    La denuncia da parte del Servizio Europeo Antifrode (Olaf) ?
    arrivata alla giustizia belga il 30 giugno del 2004, e
    l'inchiesta è stata aperta dagli inquirenti belgi il giorno
    successivo, primo luglio 2004, ha riferito ancora il portavoce.
    Secondo Colpin, visti i capi d'accusa, gli arrestati rischiano
    fra i 5 e i 10 anni di prigione, anche se, considerando le leggi
    belghe e il fatto che sono incensurati, "realisticamente
    bisognerebbe parlare di cinque anni".




    </td>


    </tr>
    <tr><td colspan="5"></td></tr></t></table>



  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    E dai...che noi abbiamo notizia dei corrotti italiani, se ci fosse un corrotto in Danimarca mica ne veniamo a conoscenza....Forse da noi c'e' un maggiore propensione alla mazzetta, ma non credo che gli altri ne siano esenti....

    Ma guarda tu se mi tocca difendere pure gli italiani

    Claudio



  4. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito

    Qualche anno fa mi pare successe di peggio al parlamento europeo o sbaglio?E non erano solo italiani quella volta...
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  5. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Io so solo che mi sarei messa sotto una mattonella quando ieri alla tivv? ho sentito quel signore dell'Unione Europea relazionare ai giornalisti sul caso scoperto di corruzione dicendo "...italien...", ho letto in quelle parole tutta la nomea che ormai abbiamo all'estero di una popolazione di corrotti e corruttori, e.....ce l'abbiamo questa nomea, che che vogliamo tergiversare cercando di pensare ad altro....un italiano all'estero è considerato come una persona poco onesta....con tutte le conseguenze del caso (negative per gli onesti ma positive per i furbi....)




  6. #5
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito

    Chiar? non è che gli altri siano più onesti,? che quando vengono scoperti hanno il buon gusto di defilarsi...
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  7. #6
    Senior Member L'avatar di ARNOLD_1978
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    8,926
    Thanked: 8

    Predefinito

    Noi le mazzette e la corruzzione ce l'abbiamo nel DNA......... Ci scandalizziamo ogni volta ma dopo un p? siamo sempre punto e a capo!!!!



  8.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •