Ma non sarebbe opportuno proporre anche degli screening psicopatologici per gli insegnanti, troppo spesso non preparati adeguatamente e troppo spesso anche "dannosi" per i bambini stessi?

Non sapevo nulla di questi screening psicopatologici, ma questa proposta di legge mi sembra una buona cosa.


La proposta di legge contro gli screening psicopatologici ai bambini č stata presentata




<table bgcolor="#ffffff" border="0" cellpadding="3" cellspacing="0" width="100%"><t><tr><td ="c&#111;ntent2" align="left">
Pubblicato il 28 marzo 2007 </td></tr></t></table>
<div ="c&#111;ntent">CcduItalia scrive:
"<div align="justify">ROMA
- Il 28 marzo alle ore 14.00, presso la Sala Stampa del Senato, i
Senatori Marcello De Angelis (AN) e Loredana De Petris (Gruppo Verdi e
Comunisti Italiani), hanno presentato una proposta di legge bipartisan
sul tema degli screening psico č patologici nelle scuole e sulla
somministrazione di psicofarmaci ai bambini.</div>
Due medesime
iniziative legislative di carattere regionale per la Regione Piemonte e
la Regione Veneto, sono state presentate rispettivamente dal
Consigliere Regionale Piemontese Gianluca Vignale e l?Assessore
all?Istruzione della Regione Veneto Stefania Donazzon.



Per quanto attiene all?eventuale trattamento di minori con psicofarmaci
i politici presenti hanno ribadito l?assoluta necessit? del consenso
informato, scritto ed inequivocabile.



Attenzione particolare č stata riservata alla questione degli
screening. Di fatto, anche dopo la conclusione dei progetti di ricerca,
prosegue nelle scuole italiane, con una distribuzione a macchia di
leopardo, la somministrazione di test di valutazione psico patologica
dei bambini. Spesso vengono compilati dagli insegnanti, a volte dopo
?opportuno? corso di formazione con tanto di crediti formativi, a volte
sono i bambini che devono rispondere, a volte i genitori, e ogni tanto
i genitori non vengono nemmeno informati.



A testimonianza di questi fatti un genitore al cui figlio sono stati
fatti fare due test psico patologici negli ultimi mesi, senza che egli
ne fosse minimamente informato, era presente alla conferenza stampa.



Si prospetta una mobilitazione nazionale ?anti-screening?, contro
l?invasione dello stato nella famiglia e nella vita dei cittadini: un
grave rischio per la democrazia. La campagna ?Perch? NON Accada?(sito
web: www.perchenonaccada.org), rappresentata in conferenza stampa dal
Dr.Roberto Cestari, ha annunciato l?attivazione di comitati Regionali
per diffondere ulteriormente l?informazione ai cittadini italiani su
questi temi.



?Impedendo gli screening e con un chiaro consenso informato, tuteliamo
la libert? di tutti i cittadini italiani?, hanno ribadito
congiuntamente i senatori Marcello De Angelis e Loredana De Petris.



La proposta di legge nazionale si avvia ora a raccogliere ulteriori
firmatari al Senato, indipendentemente da partiti e schieramenti.



Nel frattempo sembra che anche altre Regioni italiane si stiano
muovendo nella stessa direzione e preparando simili strumenti
legislativi.



Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani

Email: linea.stampa@ccdu.org

Siti: www.ccdu.org - www.cchr.org"
</div>