Cookie Policy Privacy Policy Ma è possibile???



Risultati da 1 a 16 di 16

Discussione: Ma è possibile???

  1. #1
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito

    Il piccolo pesava appena 500 grammi ed era lungo 20 centimetri
    Non aveva la malformazione che i medici avevano segnalato con l'ecografia
    <H1>Morto il bimbo nato prematuro
    dopo un aborto terapeutico
    </H1>FIRENZE - E' morto nella notte il piccolo che era sopravvissuto all'aborto terapeutico della madre effettuato venerd? scorso all'ospedale fiorentino di Careggi. Il piccolo, ricoverato nel reparto di terapia intensiva neonatale dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, sarebbe deceduto per complicazioni cardiocircolatorie.

    La madre del bambino aveva deciso di intrapredere l'interruzione volontaria di gravidanza alla ventiduesima settimana di gestazione dopo che alcuni esami avevano segnalato una malformazione, un'atresia all'esofago, rivelatasi poi inesistente. Il piccolo era per? sopravvissuto all'aborto, ed era stato rianimato.

    Le sue condizioni erano state per? definite "gravissime" dal direttore del dipartimento interaziendale materno-infantile Paolo Morello. Il bambino aveva un peso di 500 grammi e un'altezza di una ventina di centimetri. "Non ha la malformazione che era stata ipotizzata con le ecografie - aveva spiegato Morello - ma soffre di tutte quelle patologie di un neonato estremamente immaturo".

    Edited by: April


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-


  2.      


  3. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito

    sanit? di ca.c.c.a!



    Uploaded with ImageShack.us



  4. #3
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito



    Non solo la sanit?, ma anche una mamma che decide di uccidere (? in questo caso si trattava di uccidere, visto che il bambino è nato vivo) il proprio figlio perchè, forse, ha una malformazione che, comunque, anche se avesse avuto, al giorno d'oggi è risolvibile con un intervento chirurgico nei primi giorni di vita.
    La sanit? ha fatto un gravissimo errore, ma anche la mamma.




    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  5. #4
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    227
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sonodaccordo con April.


    Purtroppo alla parola "malformazione" molta gente è presa dal panico, dettato per lo più da ignoranza o pregiudizio.


    Alcune donne possono essere psicologicamente fragili, immature o impreparate nell'affrontare iproblemi di un figlio disabile, maquesto non giustifica ciò che ha fatto quella madre, che ha scelto la via più facile, forse piùcomoda.


    Ma vogiamo capirlo che un figlio non è un oggetto, che si butta via quando non funziona?!!!



  6. #5
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    La sanit? ha fatto i suoi sbagli vero Nembo Kid, ma qui c'è qualcosa di ben più tragico della imperizia dei medici, come giustamente hanno detto April e Saffo: stamane sul Corriere della sera in Web si parlava del consensoda far firmarealla gestantea non curare il feto natio vivo a seguito di aborto terapeutico proposto normalmente all'ospedale S. Camillo di Romao anche il feticidio tramite cloruro di potassio tramite il cordone ombellicale per essere sicuri che il bambino malformato non sopravviva praticato in molti ospedali del nord; sono racconti che fanno rabbrividire e che mettono in serio imbarazzo anche i più aperti sostenitori della legge 194 e non c'è da stupirsi se ci sono tantimedici obiettori a questa legge o l'insistenza con laquale giustamente il Papa parla di difesa della vita.



  7. #6
    Senior Member L'avatar di deambulante51
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Japan
    Messaggi
    8,531
    Thanked: 39

    Predefinito

    io sono padre di due meravigliosi figli.bhe' ragazzi,se mi avessero detto che uno sarebbe nato con problemi fisici e/o mentali ( ma piu' fisici ),sinceramente non avrei avuto igiene mentale per decidere da solo.mi sarei consultato con medici e chissa' chi altri.ancora oggi,prevale in me,il desiderio e anche la pretesa,di dare vita ad un (mio)figlio,il piu' sano possibile.come tutti voglio pensare.temevo in malformazioni e non ho voluto fare accertamenti precedenti la nascita dei miei figli,proprio per non dover essere costretto a fare a pugni con me stesso.cio' che sarebbe nato,con me sarebbe rimasto.di questo ne sono sicurissimo.ma,se avessi dovuto prendere una decisione prima,intendo se perdere un figlio per non vederlo penare fisicamente,bhe',non nascondo che mi sento vigliacco.non ne sono certo.forse capite cosa intendo.personalmente cosi' a freddo,non mi sento di giudicare,se non solo me stesso.confuso e triste.

    Domani è il primo giorno del resto della mia vita



  8. #7
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    3,838
    Thanked: 0

    Predefinito



    Non me la sento di puntare il dito nei confronti di questa donna. La situazione è doppiamente tragica, non si è sentita di portare avanti la gravidanza per un'informazione medica che si è rivelata sbagliata.


    Sar? straziata dal dolore. Prima, per aver saputo che il bambino non era sano e per aver preso la decisione dell'aborto (che non credo sia una decisione facile per nessuno). Dopo, per aver appreso che il bimbo era sano....


    Sono decisioni delicate e non credo che ci siano delle scelte insindacabilmente giuste o insindacabilmente sbagliate.
    Melissa



  9. #8
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melissa


    Non me la sento di puntare il dito nei confronti di questa donna. La situazione è doppiamente tragica, non si è sentita di portare avanti la gravidanza per un'informazione medica che si è rivelata sbagliata.


    Sar? straziata dal dolore. Prima, per aver saputo che il bambino non era sano e per aver preso la decisione dell'aborto (che non credo sia una decisione facile per nessuno). Dopo, per aver appreso che il bimbo era sano....


    Sono decisioni delicate e non credo che ci siano delle scelte insindacabilmente giuste o insindacabilmente sbagliate.



  10. #9
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito

    [QUOTE=Melissa]


    Non me la sento di puntare il dito nei confronti di questa donna. La situazione è doppiamente tragica, non si è sentita di portare avanti la gravidanza per un'informazione medica che si è rivelata sbagliata.


    Sar? straziata dal dolore. Prima, per aver saputo che il bambino non era sano e per aver preso la decisione dell'aborto (che non credo sia una decisione facile per nessuno). Dopo, per aver appreso che il bimbo era sano....


    Sono decisioni delicate e non credo che ci siano delle scelte insindacabilmente giuste o insindacabilmente sbagliate.





    concordo pienamente


    roberto



  11. #10
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito

    Io invece non concordo affatto.
    Un feto al quinto mese di gravidanza, è ,la maggior parte delle volte un bambino che nasce vivo (come in questo caso).
    Quindi, non si tratta di un aborto ma di un omicidio.
    Questo bambino è stato rianimato perchè sano, ma sde avesse avuto la malformazione che avevano supposto? Cosa avrebbero fatto?
    L'avrebbero lasciato morire, senza interessarsene? L'avrebbero ucciso, buttandolo poi tra rifiuti e garze sporch?? Senza riconoscerne nemmeno l'identit? di essere umano?
    Posso capire che la scelta della madre non sia la più facile, ma non riesco a giustificarla.
    Tanto più che la malformazione era minima e operabile.
    Se era matura per essere madre, avrebbe dovuto anche avere la maturit? di pensare in primis al proprio figlio e non al suo comodo di non avere un figlio con un piccolo problema.
    I figli si accolgono, non si scelgono.


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  12. #11
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    874
    Thanked: 0

    Predefinito






    April sei una persona meravigliosa per quello che hai detto secondo me: per chi avesse la pazienza di andarsi a leggere l'editoriale e il commento di Pier Luigi Battista su www.corriere.it di oggi su questa questione " Una sfida per i laici " l'ho trovato molto interessante .



  13. #12
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    3,838
    Thanked: 0

    Predefinito



    April, se vogliamo porre l'argomento in termini generali sono perfettamente d'accordo con te.


    Ma se parliamo della vicenda in questione non mi sento di giudicare questa donna perchè probabilmente ci sono tante sfaccettatute della vicenda che noi non conosciamo.
    Melissa



  14. #13
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito

    La Repubblica di Firenze racconta la storia, come probabilmente è andata.
    A una delle prime ecografie, sembrava che il bambino avesse un problema cerebrale, dato che si vedeva il cervello translucido.
    Quando è stata ripetuta, dopo qualche tempo, l'ecografia, il cervellino era a posto, ma sembrava ci fosse un problema all'esofago, ovvero che mancasse in parte o fosse staccato dalla stomaco.
    I medici hanno consigliato la risonanza magnetica, perchè solo così si sarebbe visto bene di che problema si trattasse e, se, effettivamente, c'era un problema.
    Invece, la mamma, ha deciso di andare da un medico rpivato, che l'ha dissuasa da fare la risonanza magnetica, dicendo che era inutile, che dall'ecografia si vedeva benissimo che il bambino aveva una malformazione e che, secondo lui, era il caso di fare un aborto.
    E così è stato fatto.

    Ora mi domando, come mai i genitori non denunciano questo medico?
    Come mai, hanno chiesto il loro silenzio completo su questa vicenda?
    Io penso solo a quel piccolo angelo, caduto sulla terra per un tempo troppo breve, il cui unico problema,? statoessere concepito da una mamma , che per lui, è sbagliata.


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  15. #14
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,440
    Thanked: 15

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da April
    Io invece non concordo affatto.
    Un feto al quinto mese di gravidanza, è ,la maggior parte delle volte un bambino che nasce vivo (come in questo caso).
    Quindi, non si tratta di un aborto ma di un omicidio.
    Questo bambino è stato rianimato perchè sano, ma sde avesse avuto la malformazione che avevano supposto? Cosa avrebbero fatto?
    L'avrebbero lasciato morire, senza interessarsene? L'avrebbero ucciso, buttandolo poi tra rifiuti e garze sporch?? Senza riconoscerne nemmeno l'identit? di essere umano?
    Posso capire che la scelta della madre non sia la più facile, ma non riesco a giustificarla.
    Tanto più che la malformazione era minima e operabile.
    Se era matura per essere madre, avrebbe dovuto anche avere la maturit? di pensare in primis al proprio figlio e non al suo comodo di non avere un figlio con un piccolo problema.
    I figli si accolgono, non si scelgono.

    beh se era malato già avevano deciso di buttarlo via !


    questa è la dimostrazione che l'uomo non è infallibile per cui non gli si pu? delegare il diritto di vita e di morte su un altro essere umano .


    non è il primo caso di errore medico in tal senso, vi sono diagnosi infauste poi come in questo caso rivelatesi errate e ci sono diagnosi inverse di persone convinte come una mia nipote 20 anni fa in cui dopo aver fatto tutti i controlli e certificato sempre che il feto era "perfetto" al momento della nascita gli hanno trovato atresia esofagea e altre malformazioni , fu operato , straziato e poi mor? perchè non si accorsero che aveva un rene solo e mal funzionante e la sua insufficienza renale pose fine a questa tragedia.





    ormai l'aborto non è neppure più selezione (e già molto discutibile così )come strutturato è propriodelitto contro l'umanit?!


    Chissò se ora quella mamma chieder? il risarcimento per l'errore medicoe che dir? per suffragare la sua tesi?









    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  16. #15
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,440
    Thanked: 15

    Predefinito

    <DT>www.repubblica.it </DT>
    <DIV =articolo>
    <H2>Ricerca europea su 700 mila gravidanze. Il 78% delle donne
    fa almeno 3 ecografie. Malformazioni invisibili nel 55% dei casi</H2>
    <H1>Boom delle analisi prenatali
    ma aumentano gli errori
    </H1>
    <H3>di MICHELE BOCCI</H3>

    <DIV =fotosx></DIV>FIRENZE - L'aumento costante di analisi, visite e approfondimenti sulle donne in gravidanza non serve ad assicurare diagnosi esatte, il miglioramento della tecnica non ha permesso di cancellare l'errore di ecografie, amniocentesi e villocentesi. Lo rivela una ricerca europea: solo il 45% delle malformazioni del feto viene scoperto prima della nascita. Lo conferma la presidente della società degli ecografisti ostetrici-ginecologi Tullia Todros: "Occorre che le donne siano consapevoli della reale efficacia dell'ecografia, che non supera comunque il 50%".

    Negli anni dal 2000 al 2005, rileva l'Istat, il numero delle donne che hanno fatto tre o più ecografie durante la gravidanza è passato dal 75 al 79%, quello di chi ne ha fatte sette o più è salito dal 23 al 29%. Anche le visite sono aumentate. Il 56,5% delle gestanti ne ha fatte almeno sette nel 2005, cioè quasi il 4% in più di cinque anni prima.

    La maggiore medicalizzazione della gravidanza, che ha permesso di scoprire più malformazioni, non ha fermato il calo costante degli aborti. Nel 1982 erano state 234 mila le donne che avevano chiesto l'interruzione volontaria, quasi il doppio di quelle che hanno fatto la stessa scelta nel 2005, cioè 129 mila. Il 2,6% di questi aborti sono stati terapeutici, cioè effettuati oltre i 90 giorni dall'inizio della gravidanza.

    <DIV =ad->
    < = =text/>
    <!--
    OAS_RICH('Middle');
    //-->

    <!--
    Support: http://oas.repubblica.it#Manz&#111;ni/Tel...tech/interna##
    -->
    < =1.1 src="http://ad.it.doubleclick.net/adj/N3991.manz&#111;ni.it/B2203681.4;sz=180x150;ord=583573874?">

    <NO></NO>
    < src="http://m.fr.2mdn.net/879366/flashwrite_1_2.js">


    dcmaxversion = 9
    dcminversion = 6
    Do
    On Error Resume Next
    plugin = (IsObject(CreateObject("ShockwaveFlash.ShockwaveFl ash." & dcmaxversion & "")))
    If plugin = true Then Exit Do
    dcmaxversion = dcmaxversion - 1
    Loop While dcmaxversion >= dcminversion

    <NO></NO></DIV>Le famiglie hanno deciso di abortire quasi sempre dopo che gli esami hanno scoperto una grave malformazione. Ma molti problemi sono scappati, soprattutto alle ecografie.

    La prova scientifica arriva da uno studio concluso di recente in mezza Europa, la ricerca Euroscan dell'univert? di Strasburgo. Sono stati esaminate ben 709 mila gravidanze (cioè quasi 200 mila in più di quelle registrate in un anno in Italia) portate a termine in un periodo di 2 anni e mezzo in aree, tra le altre, della Danimarca, della Spagna, della Germania, della Francia.

    I numeri italiani arrivano dal Nord est, dalla Toscana e dalla Sicilia. Ebbene, alla fine sono state registrate 7.429 malformazioni di cui 3.348, cioè il 45% sono state scoperte prima del parto con l'ecografia. In 1501 casi (il 44,8% di quelli scoperti) le famiglie hanno deciso di abortire. La capacit? di scoprire i problemi è fortemente condizionata dal tipo di malformazione. Quelle al sistema nervoso centrale, in tutto 760, sono state viste nell'83,4% dei casi. Va molto peggio con quelle del cuore, diffusissime (sono state 1676) ma poco spesso individuate: solo nel 17% dei casi. Anche il labbro leporino, individuato nel 15,4% dei feti, è poco riconoscibile, come le malformazioni agli arti, viste solo nel 18,1% dei casi. Le anomalie cromosomiche sono state scoperte nel 37,4% dei nati vivi e morti, mentre le malformazioni dell'apparato digerente sono state viste una volta su tre. Tra queste c'è l'atresia dell'esofago, il cui rischio era stato diagnosticato alla donna fiorentina che ha deciso di abortire e poi ha scoperto che il figlio prematuro di 22 settimane, morto dopo sei giorni di rianimazione, era sano. Quel problema è stato visto in tutto una settantina di volte dai ricercatori di Euroscan.

    Se nel campo diagnostico la tecnica non è ancora in grado di prevedere tutti i problemi, in quello della rianimazione neonatale sono stati fatti passi avanti che generano dubbi nei professionisti, sospesi tra cure efficaci ed accanimento terapeutico soprattutto quando si parla di neonati particolarmente prematuri, di 22 e 23 settimane. Difficolt? accentuate quando la tecnica viene utilizzata per rianimare bambini dopo l'aborto. E così si prendono decisioni in ordine sparso. Al San Camillo di Roma si consegna alle famiglie un modulo di consenso informato per dare solo cure compassionevoli al feto che dovesse sopravvivere. A Milano la clinica Mangiagalli ha deciso di non praticare aborti dopo la ventiduesima settimana, quando aumentano le possibilit? di rianimare il feto. E società scientifiche e comitati etici scrivono codici e linee guida. Come la "Carta di Firenze" per i neonati di 22 settimane di età gestazionale chiede "solo cure confortevoli salvo in quei casi del tutto eccezionali che mostrassero capacit? vitali significative".

    (11 marzo 2007)
    <DIV ="comments anchor">
    <DL =title>
    <DT></DT></DL></DIV>



    <DIV =clear></DIV></DIV>
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  17. #16
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    19,847
    Thanked: 6

    Predefinito

    Sui giornali circolano le voci dei giornalisti che scrivono gli stessi articoli del genere come quello del settimanale"La Nazione" di Firenze.
    Erica

    \"Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze!\"
    (Giuramento degli Atleti degli Special Olympics Italia)

    http://www.specialolympics.it



  18.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •