Le 74 'nonne' ospiti della Casa anziani di Cavasso Nuovo (Asp) ricordano la tragedia della fabbrica Cotton di New York e rendono omaggio alle 129 operaie bruciate vive 99 anni fa. Una giornata dedicata alla memoria quella prevista domani 8 marzo presso la Azienda per i Servizi alla Persona (ASP) di cavasso Nuovo.


Le origini della festa dell'8 marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. La protesta si protrasse per alcuni giorni, finch l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson blocc tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 lavoratrici, prigioniere all'interno delll'opificio, morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale a favore delle donne da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.


Le anziane ospiti della residenza cavassina ricorderanno domani il tragico evento, in una mattinata tutta dedicata alle 129 lavoratrici barbaramente assassinate poco meno di un secolo fa. La giornata, organizzata dal servizio di animazione dell'Asp, vedr? la lettura di poesie e componimenti dedicati alle operaie bruciate vive, nonch? canzoni dedicate a tutte le donne. Le animatrici consegneranno per l'occasione alle 'nonne' una pianta di mimosa, che successivamente sar piantumata in giardino.


A cura dell'Ufficio Stampa Cooperativa sociale Itaca Pordenone www.itaca.coopsoc.it