Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Administrator
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    1,541
    Thanked: 48

    Predefinito



    Una donna ricorre all'interruzione della gravidanza perchè, dalle ecografie, risulta che il feto abbia una grave malformazione allo stomaco.
    Ma dopo l'aborto i medici scoprono drammaticamente che in realt? il bambino era sano.


    Il prematuro si trova in fin di vita nel reparto di terapia intensiva neonatale del pediatrico Meyer, con una emorragia cerebrale, ma i medici disperano di salvarlo.


    Si cerca di salvarlo solo perchè era "sano"? E se fosse stato "malato" lo si buttava via?


    Che ne pensate?Edited by: Redazione
    Redazione Disabili.com
    www.disabili.com
    on-line dal 1999!
    insieme oltre le barriere!


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,625
    Thanked: 50

    Predefinito

    Eh, una cosa del genere capito' a un mio collega. Gli dissero che la figlia aveva altissime probabilita' di nascere con un qualche difetto congenito, perche' la moglie risultava positiva al citomegalovirus.

    Decise di rischiare, e sua figlia Sabrina e' ora una ragazza di 15-16 anni sanissima e se e' cresciuta come la ricordo da piccola dev'essere pure una gran bella ragazza....

    Claudio



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,440
    Thanked: 15

    Predefinito



    beh se era malato già avevano deciso di buttarlo via !


    questa è la dimostrazione che l'uomo non è infallibile per cui non gli si pu? delegare il diritto di vita e di morte su un altro essere umano .


    non è il primo caso di errore medico in tal senso, vi sono diagnosi infauste poi come in questo caso rivelatesi errate e ci sono diagnosi inverse di persone convinte come una mia nipote 20 anni fa in cui dopo aver fatto tutti i controlli e certificato sempre che il feto era "perfetto" al momento della nascita gli hanno trovato atresia esofagea e altre malformazioni , fu operato , straziato e poi mor? perchè non si accorsero che aveva un rene solo e mal funzionante e la sua insufficienza renale pose fine a questa tragedia.





    ormai l'aborto non è neppure più selezione (e già molto discutibile così )come strutturato è propriodelitto contro l'umanit?!


    Chissò se ora quella mamma chieder? il risarcimento per l'errore medicoe che dir? per suffragare la sua tesi?


    Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5. #4
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,140
    Thanked: 36

    Predefinito



    Cari tutti,


    si tratta, a mio parere di una applicazione errata del concetto di aborto terapeutico le cui colpe ricadono sui genitori e medici direttamente coinvolti. L'errore diagnostico, in questo caso, non avrebbe avuto alcun effetto se non si ricorresse all'aborto, in questo caso terapeutico, con troppa leggerezza.


    Riporto parte dell'artico n.6 della Legge 194 del 1978, Legge sull'aborto:
    6. L'interruzione volontaria della gravidanza, dopo i primi novanta giorni, pu? essere praticata:
    a) quando la gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna;
    b) quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna


    L'aborto è subordinato non alle eventuali malformazioni del feto, ma alle eventuali conseguenze che ne deriverebbero alla madre se tale feto nascesse. Tali conseguenze sono specificamente dichiarate: grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna. Se fosse vincolante anche solo la malformazione del feto, questo sarebbe riportato in un comma a parte. E' lingua italiana, non una lingua di comodo.


    Fermorestando che un figlio disabile offrir? una qualit? di vita diversa alla famiglia, da qui a prevedere che una donna avr? GRAVI problemi psichici a causa della nascita del figlio mi sembra di avere a che fare con "la sfera di cristallo".


    Inutile piangere sul latte versato quando poi si è fatto cadere volutamente. Senza entrare nel problema etico dico soltanto che tanti bambini nascono apparentemente sani per poi ammalarsi dopo qualche giorno di vita. Per fortuna che non esiste una legge che prevede l'infanticidio a scopo terapeutico altrimenti chissò quante mamme ricorrerebbero a tale diritto.


    Un abbraccio, Bruno



  6. #5
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    16
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Redazione


    Si cerca di salvarlo solo perchè era "sano"? E se fosse stato "malato" lo si buttava via?


    Che ne pensate?


    in un certo senso, la risposta potrebbe essere: sò, si cerca di salvarlo solo perchè "sano", perchè in questo caso si configurerebbe solo un "acceleramento del parto". Se non si tenta di salvarlo potrebbe configurarsi l'ipotesi di reato di "infanticidio" (per quel poco che ricordo dall'esame di diritto penale, e da quello di medicina legale).



  7.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Clicca su per accettare. Per negare il consenso e saperne di più Leggi qui.
Cliccando su "accetto", scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.