Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 24 di 24

Discussione: 8 marzo

  1. #21
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Il massimo della imparzialit?





    Massimo Introvigne (Roma, 14 giugno 1955) è il fondatore e direttore
    del Centro Studi sulle Nuove Religioni (CESNUR), una rete
    internazionale di studiosi di nuovi movimenti religiosi.



    Introvigne è membro della sezione di Sociologia della Religione
    dell'Associazione Italiana di Sociologia[1] ed è autore di una
    quarantina di libri, tra i quali L'Enciclopedia delle religioni in
    Italia, e centinaia di articoli nel campo della sociologia della
    religioni.



    ? anche un avvocato, specializzato in proprietà intellettuale.



    [modifica]

    Biografia



    Massimo Introvigne è laureato in Filosofia presso la Pontificia
    Universit? Gregoriana (Vaticano) e in Giurisprudenza presso
    l'Universit? di Torino. è stato docente part-time presso l'Athenaeum
    Pontificium Regina Apostolorum. è anche membro del gruppo Sociologia
    delle Religioni presso l'Associazione Italiana di Sociologia.



    Introvigne è consulente presso lo studio legale Jacobacci &
    Associati di Torino, specializzato in diritto della proprietà
    intellettuale. è sposato ed ha quattro figli. Nel 2002 era al posto 160
    nella lista della 200 persone più ricche d'Italia.[citazione necessaria]



    Durante i propri studi Introvigne ha raccolto una grande collezione di
    libri riguardanti studi sulle religioni minori, l'Esoterismo e lo
    Gnosticismo. I volumi (più di 35000) sono resi disponibili al pubblico
    attraverso la biblioteca del CESNUR, da lui fondato nel 1988.



    ? uno dei principali membri del movimento Cattolico Alleanza Cattolica
    ed uno dei membri fondatori del think tank Nova Res Publica[1],
    promosso nel 1999 da Silvio Berlusconi e strettamente connesso a Forza
    Italia. Introvigne è anche membro dell'Unione dei Democratici Cristiani
    e Democratici di Centro (UDC). Nell'anno accademico 2005-2006 è stato
    docente presso la Pontificia Universit? della Santa Croce, universit?
    vaticana legata all'Opus Dei.



    [modifica]

    Attivit?



    Introvigne è l'autore di più di 40 libri, tra i quali Le Nuove
    Religioni (1989) e I Mormoni (1991), ed editore di nove libri nel campo
    della Sociologia delle Religioni. Nel 2001 è stato l'autore principale
    del libro Enciclopedia delle religioni in Italia, uno dei libri
    italiani di questo campo più famosi. Ha anche scritto centinaia di
    articoli pubblicati da riviste scientifiche in oltre 12 paesi nel
    mondo. La sua bibliografia completa si pu? trovare presso la Biblioteca
    del CESNUR.



    Il CESNUR, è stato descritto da Roberto Gervaso de "Il Giornale" (29
    maggio 2001) come "l?approdo insostituibile e inesauribile per chi
    vuole conoscere le religioni." La Biblioteca rappresenta la più ampia
    collezione europea di volumi sulle minoranze religiose e la seconda al
    mondo.



    [modifica]

    Critiche



    Diverse critiche sono state volte ad Introvigne per la sua appartenenza
    al movimento Cattolico Alleanza Cattolica, poich? intaccherebbe la sua
    neutralit? nei riguardi delle religioni. Alleanza Cattolica, infatti,
    dichiara di essere "un?associazione di laici cattolici che si propone
    lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Essa
    mira alla promozione e alla costruzione di una società "a misura di
    uomo e secondo il piano di Dio" (Papa Giovanni Paolo II), suo motto ?:
    Per la maggior gloria di Dio, anche sociale!. Alleanza Cattolica svolge
    dunque un?azione di apostolato culturale e civile, che si situa
    nell?ambito delle "opere di misericordia spirituale". Gli articoli sul
    loro giornale, Cristianit?, esaltano i valori cattolici e condannano
    duramente le pratiche omosessuali, l'aborto, la contraccezione, il
    divorzio e qualificano il World Social Forum come "Laboratorio di
    sovversione" .



    Anton Hein lo include tra gli Apologeti delle sette, mentre Thomas
    Gandow e Stephen A. Kent. lo chiamano lobbysta delle sette, riferendosi
    alle sue attivita con organizzazioni nazionali ed internazionali in
    Europa.



    Uno dei punti principali su cui si discute riguarda l'atteggiamento di
    Introvigne circa il lavaggio del cervello e le informazioni che
    fornisce su questo argomento attraverso il CESNUR

    Kent ritiene che nonostante il sito del CESNUR contenga molte
    informazioni corrette e di valenza accademica, gli articoli e le
    affermazioni di Introvigne sul lavaggio del cervello sono soprattutto
    polemici e alcuni di essi non hanno alcun valore accademico.

    Raffaella di Marzio (partecipante in diversi progetti del CESNUR)
    afferm? nel 1999 che Introvigne present? in maniera ingannevole alcune
    informazioni riguardo il lavaggio del cervello.

    Gandow si rifer? alla controversia come uno scandalo scientifico. La
    risposta di Introvigne ([2]) fu considerata utile anche dai critici,
    poich? ha chiarito anche punti precedentemente ignoti dell'originale
    controversia statunitense.



    Introvigne ha risposto alle critiche sul tema con un ampio volume sul
    lavaggio del cervello dal titolo Il lavaggio del cervello: realt? o
    mito? (Elledici, Leumann (Torino), 2002), che ha ottenuto recensioni
    favorevoli anche da parte di alcuni di coloro che lo avevano
    precedentemente criticato.



    Un altro critico di Introvigne è Miguel Martinez. La controversia
    inizia con la pubblicazione dello studio Defectors, Ordinary
    Leavetakers and Apostates: A Quantitative Study of Former Members of
    New Acropolis in France. Martinez è un ex membro di alto livello di
    Nuova Acropolis, ed il suo punto di vista sull'organizzazione "Nuova
    Acropolis" è stato in forte contrasto rispetto a quello presentato da
    Introvigne.



    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #22
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    3,856
    Thanked: 0

    Predefinito

    Di questo cosa ne diciò E poi scrivete anche voi le vostre fonti quando postate
    Cuba

    TRA MITO E TRISTE REALTA'
    La figlia di Ernesto Che Guevara è in giro per l'Europa a raccogliere fondi per la costruzione di un ospedale a Cuba.
    Lodevole iniziativa che, per?, ci lascia alquanto perplessi. Conoscendo la realt? cubana abbiamo il sospetto che la buona fede della figlia del grande rivoluzionario sia carpita e usata dal regime castrista per costruirsi una immagine di vittime della cattiveria occidentale.
    E? vero che Castro ha realizzato un efficiente sistema sanitario statale, anche se non accessibile a tutti, che ha ridotto l?analfabetismo?... ma a che prezzo?
    Dietro i lussuosi alberghi costruiti dagli occidentali (a conferma della pura operazione di facciata dell?ipocrita embargo americano) che portano nelle casse di Fidel Castro fiumi di dollari e di euro, vi è una realt? fatta di miseria diffusa, prostituzione minorile e disprezzo dei più elementari diritti civili.
    Si calcola, da parte di associazioni indipendenti tra cui Amnesty International che ha recentemente denunciato una nuova ondata repressiva iniziata il 18 marzo scorso con l?arresto di 77 dissidenti, che dalla presa del potere di Castro a Cuba sono state fucilate più di 50.000 persone, che nelle prigioni del regime sono passati (e molti vi sono rimasti per sempre) oltre 400.000 prigionieri politici. Senza contare il milione e mezzo di cubani fuggiti con ogni mezzo e a costo della vita dal paradiso caraibico.
    Si stima che solamente all?Avana (da una denuncia del vescovo cattolico cubano Masvidal) vi siano circa 35.000 prostitute, in massima parte giovanissime, che sotto lo sguardo compiacente del governo castrista che pur di incamerare valuta pregiata non esita a calpestare la dignit? delle giovani donne cubane, fanno dell?isola un paradiso per i pervertiti sessuali americani e occidentali.
    L?aborto delle minorenni (spesso poco più che bambine) è pratica ampiamente diffusa. Un terzo delle giovani tra i 15 e i 19 anni, afferma il coraggioso prelato cubano scomparso nel 2003, ha fatto almeno un aborto. In totale, ogni dieci nuovi nati, sei sono soppressi. E? la maggiore percentuale dell?emisfero e forse di tutto il mondo, come pure quella concernente i suicidi per disperazione.
    In passato il regime castrista era mantenuto dall?Unione sovietica che strapagava lo zucchero prodotto a Cuba in cambio delle milizie mercenarie fornite da Castro e inviate per conto di Mosca in mezzo mondo a diffondere il verbo marxista sulla canna del fucile, ora, caduto l?impero sovietico sotto il peso della sua miseria, Castro ha trovato altre fonti ancora più redditizie per compensare malamente i suoi fallimenti economici e sociali e mantenere il suo efficiente apparato repressivo.
    Ci spiace solo per quanti, in perfetta buona fede come la figlia di Che Guevara, continuano ad ignorare questa triste realt?, mentre ci fa rabbia certa sinistra italiana ed europea che sa, ma, in perfetta malafede, fa finta di nulla.
    Gianfredo Ruggiero



  4. #23
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    sole fermiamociall'8 marzo, che è anche la tua festa


    di cuba ne parliamo un altra volta o in un altro 3d


    magari con meno livore


    roberto





  5. #24
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    3,856
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ok bai ... va bene ... ma mi fa incazzare che tutte quelle bimbe cosi' sensibili che vogliono solo aiutare la loro famiglia siano costrette a prostituirsi... a cuba come in altre parti del mondo? Ma che razza di uomini sono quelli che se ne approfittano? Parliamo anche delle ragazzine che sono rese schiave e sfruttate nelle nostre citt?... tutte provenienti da paesi poveri... Ma come possono i nostri connazionali uomini portare la mimosa alle loro donne dopo aver sfruttato sessualmente una di queste ragazzine? E questo l'otto di marzo?



  6.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Clicca su per accettare. Per negare il consenso e saperne di più Leggi qui.
Cliccando su "accetto", scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.