Tre cavalli, tutti amici (due cavalli e una cavalla), vivono felici in un pascolo in altura. La cavalla e' fidanzata con uno dei due cavalli, ma un giorno colta dalla libidine lo tradisce con l'altro cavallo. Appena il fidanzato lo viene a sapere, disperato, incomincia a correre e si butta da un alto burrone nel vuoto. La cavalla allora colta dal rimorso pensa: "Ma cosa ho fatto! Ho tradito il mio fidanzato. Lui si e' ucciso, non potro' mai perdonarmelo! La mia vita non ha piu' senso". Prende la rincorsa e si butta nel vuoto anche lei. A quel punto il terzo cavallo pensa: "Ma cosa ho fatto! Ho sedotto la mia amica. Sono io la causa di tutta questa tragedia, la mia vita non ha piu' senso". Incomincia a correre e si lancia anche lui nel vuoto. Sotto, in fondo al burrone, un torrente e un vecchietto che pesca. Al terzo cavallo che cade nell'acqua, il vecchietto urla: "E allora la smettete di buttar giu' dei cavalli?"



Un tizio cerca un cavallo a poco prezzo. Va da un venditore e gli dice: "Ne avrei uno, ma ha un difetto: per farlo galoppare bisogna dire CU.LO e per farlo fermare bisogna dire MER.DA !". Il prezzo e' buono e cosi' il tizio compra il cavallo. Una volta arrivato fuori citta' vuole lanciarlo a tutta velocita': "CU.LO CU.LO CU.LO CU.LO ..." Il cavallo galoppa sempre piu' veloce " CU.LO CU.LO CU.LO ..." ancora piu' veloce ! A un certo punto il tizio si accorge che sta avvicinandosi a un burrone e vuole fermarsi. "Ach ! Com'e' che dovevo dire è CAZ.ZO...". Niente, il cavallo continua. "CA.CCA, F.I.G.A., T.E.T.T.E... " ma il cavallo continua. Vedendo avvicinarsi il burrone il tizio esclama:" AHHH... che MER.DA !". E udita la parola il cavallo si ferma di colpo proprio sul bordo del precipizio. Il tizio guarda di sotto e con un sospiro di sollievo dice: "Ah... che CU.LO !".



Un tizio con la sua auto e' in giro per le colline della Maremma. Sente il motore che balbetta un po', si ferma, e guarda dentro al cofano: "Sara' la testata?". A quel punto sente una voce alle sue spalle: "E' lo spinterogeno!". Si gira spaventato, ma nulla. Solo un cavallo pascola li' vicino. Si china sul motore e continua ad osservarlo: "Sara' qualche fascia dei cilindri?". Di nuovo la voce : "E' lo spinterogeno!!". Si rigira di scatto e sorpreso nota il cavallo che ha parlato! Allora si mette a correre a rotta di collo e, arrivato al primo bar dice al barista: "Bisogna avvisare i giornali, la TV... una cosa incredibile! Mentre controllavo il motore della mia auto guasta ho sentito una voce che diceva: "E' lo spinterogeno!". Mi sono girato ed ho visto un animale che parlava!". Un vecchietto li' vicino gli chiede: "Cosa era? Un cavallo?". "Si'! Un cavallo!". Ed il vecchietto: "Con una stella bianca in fronte?". "Si'!...Si'! Proprio lui!!". Ed il vecchietto: "Ma quello li' non capisce un ca.zzo di motori...!"



Un uomo e' alla guida di un carro trainato da un solo cavallo. E' fermo e si accinge a partire, cosi' lancia una frustata in aria e strilla: "Vai Lampo!". Il cavallo non si muove, altra frustata in aria: "Vai Furia!". Il cavallo sempre fermo, altra frustata a vuoto: "Vai Melampo!". Cavallo immobile, frustata al cavallo: "Vai Ronzino!". Il cavallo finalmente parte. Un passante che ha visto la scena chiede al carrettiere: "Ma se sapeva gia' il nome del cavallo perche' non lo ha usato subito?". "Ronzino e' cieco, se sapesse di dovere tirare il carro da solo, col ca.zzo che partirebbe....".



A due carabinieri regalano due cavalli, ma non sanno come riconoscerli. Il primo propone: "Tagliamo la coda a uno dei due cavalli, cosi' li riconosciamo; proposta accettata, zacchete, ciascuno taglia la coda del suo e ... sono al punto di prima. L'altro propone allora: "Tagliamo la criniera, cosi' li distinguiamo"... zac zac zac zac ... entrambi tagliano la criniera del proprio ... e sono al punto di prima. "Oh caspita, e che si fa, ora? Tagliamo la gamba, cosi' li riconosciamo l'uno dall'altro!". E si stanno accingendo a questa operazione, quando si avvicina un contadino e chiede che cavolo stiano facendo. "Eh, dobbiamo tagliare una gamba per distinguere il cavallo di uno dal cavallo dell'altro". E il contadino: "Ma perche' non fate cosi': uno prende il cavallo nero e l'altro quello bianco ?"



Due carabinieri al cinema stanno guardando una scena di corse di cavalli. Il primo dice: "Punto 10.000 lire sul bianco". Il secondo: "O.K.". Il primo alla fine della scena: "Ho vinto io, comunque i soldi non li voglio perche' il film l'ho gia' visto ieri". Il secondo: "Anch'io l'ho visto l'altro ieri". Il primo: "E allora perche' hai puntato sul bianco?". Il secondo: "Oggi mi sembrava piu' in forma!".



Un soldato a cavallo esce di caserma e gironzolando per il bosco incontra una bella fatina che gli dice di essere in grado di esaudire un suo desiderio. Il soldato, che era dotato di un piccolissimo organo genitale, approfitta subito della fortunata occasione e chiede alla fatina: "Vorrei un organo due volte piu' grande di quello del mio cavallo". Detto fatto, il soldato si ritrova con un organo veramente mostruoso e ritorna felice in caserma. Qui il capitano si accorge che qualcosa e' cambiato dentro i pantaloni del soldato e gli domanda cosa sia successo. Il giorno dopo il capitano fa sellare il suo cavallo ed esce dirigendosi verso il bosco in cerca della fatina. Ed infatti la trova: "Per favore, fatina, fammi un organo sessuale che sia tre volte quello del mio cavallo". Non appena la fatina esaudisce il suo desiderio, il capitano grida furioso: "Chi e' quel pieno di vino che mi ha sellato la cavalla?".



Un tale vuole vincere ai cavalli, percio' chiede consulenza ad un ricercatore di statistica. Questi, dopo qualche settimana di studi, si ripresenta dal tale affermando di non essere riuscito a trovare un metodo, perche' le probabilita' di vincere sono troppo poche. Allora il tale chiede aiuto ad un ingegnere. Il quale dopo qualche mese di studi si ripresenta con un bel programma al calcolatore affermando di essere riuscito a risolvere il problema: "Basta giocare 10 milioni di volte i numeri dei cavalli che il calcolatore suggerisce!". Il tale spazientito caccia via l'ingegnere a sonori calci nel sedere. Come ultima ipotesi decide di interpellare un fisico. Dopo qualche mese di studi il fisico si ripresenta con un volume di studi al riguardo, dicendo di essere riuscito a risolvere il problema. Il tale entusiasta gli chiede come si faccia a vincere sempre ai cavalli, ed il fisico esclama: "Dunque: supponendo i cavalli sferici, che si muovono di moto rettilineo uniforme..."



Un fantino si reca da un veterinario tutto preoccupato: "Dottore, dottore, ho la corsa domenica pomeriggio ed il mio cavallo sento che non correra' come dovrebbe: ha qualcosa da consigliarmi per migliorare le sue prestazioni?". E il dottore: "Certo! Guarda qui, un ultimo ritrovato della chimica: una supposta verde ed una supposta rossa. Con la prima il cavallo va forte per gli allenamenti pre-gara, con la seconda va fortissimo per stracciare gli altri durante la competizione. Prova e te ne accorgerai! Fammi sapere!". Detto, fatto! Il fantino si reca in un campo da allenamento con il cavallo il pomeriggio stesso: gli alza la coda e gli inserisce la supposta verde. Il cavallo parte come un razzo ed inizia a correre per tutto il campo in lungo ed in largo. La sera il fantino si reca in ambulatorio dal veterinario: "Dottore, ho dato la pastiglia verde al cavallo: e' partito come un razzo!". Il veterinario: "Visto?! Non hai provato anche quella rossa?". E il fantino: "Macche'! Quella rossa me la sono messa io nel cu.lo per andare a recuperarlo!!!"



Un sacerdote deve fronteggiare la grave crisi economica della parrocchia e, spinto dalla disperazione, decide di puntare alle corse. Va all'ippodromo e nota che nella corsa successiva partecipa un cavallo mediocre, simpaticamente chiamato "Cu.lo" perchè è sempre dietro a tutti. Con la speranza di realizzare molto, decide di puntare tutto su di lui. Fatto sta che, con sorpresa generale, il cavallo arriva terzo e il giorno seguente tutti i giornali titolano: "Sacerdote investe su Cu.lo e si arricchisce". Il sacerdote, emozionato dalla grande vincita, decide di acquistare Cu.lo e lo prepara per la corsa seguente. Questa volta il cavallo vince. E l'indomani, i giornali titolano: "Cu.lo del sacerdote batte alla grande". Ovviamente, il vescovo si preoccupa per questo tipo di cattiva pubblicit?, chiama il sacerdote e gli dice di non far correre il cavallo alla prossima corsa. Questa volta i giornali titolano: "Vescovo frena Cu.lo del sacerdote". Questo era davvero troppo per il povero vescovo, che ordina al sacerdote di disfarsi immediatamente del cavallo. Il sacerdote, triste, decide di regalarlo a una povera suora del convento del paese, e il giorno seguente si legge sui giornali: "Suora del paese ora con Super-Cu.lo". Il vescovo ha una crisi e viene ricoverato in psichiatria. Quando ritorna in sò, ordina alla suora di disfarsi del cavallo una volta per tutte e lei lo vende a un allevatore per 100 euro. Il giorno dopo, su tutti i giornali, il titolo in prima pagina: "Suora vende Cu.lo per 100 Euro". Il vescovo ha un colpo e viene sotterrato. L'indomani, puntuali, i titoli sui giornali: "Per colpa del Cu.lo, muore vescovo".