Cookie Policy Privacy Policy Falsi invalidi, ingiuria concessa - Pagina 2



Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 47
  1. #21
    Senior Member L'avatar di Mr. Bean
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy, Italy
    Messaggi
    7,685
    Thanked: 3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tersicore62


    Bean, probabilmente non hai letto con attenzione il thread che ti riporto sottolineando la parte saliente:


    La Cassazione ha deciso in tal senso dopo aver giudicato il caso di Ilario B., presidente della 'Casa di Cura Citt? di Rovigo', denunciato per ingiuria da Luisa R., una finta invalida dipendente della clinica, alla quale il dirigente aveva scritto una lettera di richiamo accusandola di "lucrare indebitamente" lo stipendio e criticandola per "aver omesso di comunicare la perdita dello status di invalidit?".



    Ho letto, ho letto.... so anche che ci sono le invalidit? temporanee, concesse dalle commissioni per un tempo limitato. So anche che le commissioni hanno la facolt? di chiamare "a rapporto" per un controllo ogni invalido. So anche che queste "notizie" appaiono sulla stampa sempre in estate. Che caso, vero? Con tutti i cavilli e le burocrazie italiane (io non ho diritto secondo l'inps all'assegno di invalidit?, perchè lavoro - anche se part-time, mentre so di qualcuno che lo percerpisce con lavo full-time, anche se la mia patologia è di carattere neurologico e ho un'invalidit? del 75% con la gravit? dell'handicap), mi venite a dire che doveva essere la persona a comunicare la perdita dello status di invalida? Come? Un bel giorno si è alzata dal letto e si è messa a volare nella stanza, mentre il giorno prima camminava carponi (giusto per fare un esempio, ovviamente)? Sar? pure andata da qualche medico? E il medico non ha comunicato nulla alla commissione? Stento a crederci e stento a credere che queste cose capitino "solo" in estate....
    Fabrizio
    Quando si sta vivendo, si muore!


  2.      


  3. #22
    Senior Member L'avatar di Mr. Bean
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy, Italy
    Messaggi
    7,685
    Thanked: 3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cico


    Prima di addossare tutta la colpa ai dottori per?, ricordiamociche è molto più facile e meno rischioso falsificare i certificati di invalidit? che assicurarsi la complicit? di unmedico.


    Cosò almeno credo sia successo (se la cronaca è veritiera) nel caso della famiglia dei venti invalidi di Napoli.


    Comunque penso che in certi casi le associazioni di invalidi dovrebbero costituirsi parte civile nei processi contro certi malfattori.


    Claudio


    come si possono falsificare dei certificati fatti su cartaccia chimica?
    Fabrizio
    Quando si sta vivendo, si muore!



  4. #23
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,637
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sicuramente chi viene scopertosubisceun processo (ci sono 3 gradi di giudizio) e viene condannato (questo spesso i media non lo riportano, dicono solo la scoperta della truffa che fa più notizia). Il problema è che in Italia il reato di truffa è considerato come una marachella (hehehe!!...Monica non mi riferisco a te ) fatta da un bambino, quindi le pene sono minime. Questo malcostume in Italia impera, abbiamo depenalizzato il falso in bilancio e dopo poco sono successi i crack della Parmalat e della Cirio, Tanzi e Cragnotti pagheranno abbastanza? Negli Stati Uniti il reato di truffa e considerato gravissimo,i casi come la Parmalat e la Cirio avvengono lo stesso (il caso Enron per tutti), ci sono delle associazioni di avvocati che si prendo il caso senza far mettere un dollaro a chiha subito la truffa,dopo la condanna vengono risarciti tutti, anche chi non aveva fatto richiesta di risarcimento e gli avvocati si prendono circa il 40%. Il presidente della Enron prima del crack era uno degli uomini più potenti d'America, dopo scoperto è stato fatto vedere in televisione ammanettato in mezzo a due armadi a 4ante dell'FBI come una moderna gogna.Edited by: sinapsi
    Massimo
    Ognuno è quello che ha fatto.



  5. #24
    Senior Member L'avatar di Mr. Bean
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy, Italy
    Messaggi
    7,685
    Thanked: 3

    Predefinito

    sentite un po'... c'è qualcuno che mi spiega (magari in privato, non si sa mai) come posso fare per farmi una certificazione di invalidit? al 100% con accompagnamento? Visto che pare così facile, o sono io tonto, oppure non me la contate giusta. Spiegatemi suvvia, visto che sono un lavoratore part-time e per giunta brianzolo (con le braccine corte e il portafoglio sempre vuoto)....
    Fabrizio
    Quando si sta vivendo, si muore!



  6. #25
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    Vedere un figlio di buona donna (invalido al 100%)che se ne va in giro col gippone e parcheggiarlo davanti al suo bar tutti i santi giorni, mi mette una tale rabbia addosso che non l'auguro a nessuno.
    Non è semplice denunciare queste cose in un paese piccolo ci conosciamo tutti. L'ideale sarebbe la...delazione, ma stare a fare il poliziotto spione non mi pare una bella cosa.



  7. #26
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    812
    Thanked: 0

    Predefinito

    IO NON VEDO IL MOTIVO DI TANTO CLAMORE PER DEI FATTI CHE TUTTI SAPPIAMO BENISSIMO CHE AVVENGONO, SAPPIAMO TUTTI CHE I FURBI ESISTONO, MA MI CHIEDO SE LE COMMISIONI CHE SONO PROPOSTE A DECIDERE SE UNA PERSONA E' VERAMENTE DISABILE SIANO GIUSTE O CHE LAVORINO CON CORRETEZZA E SERIETA', CONOSCO MOLTA GENTE CHE PER UN PUNTO NON GLI HANNO DATO IL DIRITTO DI ACCOMPAGNAMENTO, FORSE TROPPA DIFFERENZA DI GIUDIZIO O ALTRO?????????????????
    ANNA



  8. #27
    Senior Member L'avatar di Mr. Bean
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy, Italy
    Messaggi
    7,685
    Thanked: 3

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da anna26
    IO NON VEDO IL MOTIVO DI TANTO CLAMORE PER DEI FATTI CHE TUTTI SAPPIAMO BENISSIMO CHE AVVENGONO, SAPPIAMO TUTTI CHE I FURBI ESISTONO, MA MI CHIEDO SE LE COMMISIONI CHE SONO PROPOSTE A DECIDERE SE UNA PERSONA E' VERAMENTE DISABILE SIANO GIUSTE O CHE LAVORINO CON CORRETEZZA E SERIETA', CONOSCO MOLTA GENTE CHE PER UN PUNTO NON GLI HANNO DATO IL DIRITTO DI ACCOMPAGNAMENTO, FORSE TROPPA DIFFERENZA DI GIUDIZIO O ALTRO?????????????????

    Fabrizio
    Quando si sta vivendo, si muore!



  9. #28
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    I FATTI NON SUCCEDONO MAI A CASO,


    esiste sempre una relazione causa-effetto, cioè un fatto nasce necessariamente da una causa che l'ha generato.


    In certe situazioni umane disperate, nelle quali non s'intravedevano vie d'uscita, molti anni fa si era cominciato a cercare delle scappatoie, che permettessero un tamponamento provvisorio.


    Mi riferisco a casi di famiglie colpite da miseria, disperazione, impossibilit? di procurarsila bench? minima fonte di sussistenza: in quelle circostanze qualcuno aveva trovato l'escamotage della pensione d'invalidit?, come mezzo per assicurare, almeno, la sopravvivenza nei casi disperati. Anche perchè allora non esistevano altre forme di aiuto come adesso, cioè enti pubblici ed assistenziali che si occupano dei casi disperati.


    Solo che la falla apertanella concessione della pensione l? dove essa non spettava, è rimasta aperta, ed in questa falla si sono successivamenteintrufolati i "soliti furbi" che hanno visto in quella fallaun modo di vivere senza troppa fatica, naturalmente a spese della collettivit? e di quanti altri ne avevano veramente bisogno.


    Nella falla della concessione delle pensioni "facili"si erano poi anche intrufolate, per un certo periodo,delle solide organizzazioni ("solide" dal punto di vista dell'organizzazione, non della legalit?) che si davano da fare per far avere "la pensione" a parenti, amici e conoscenti, in cambio di altri servigi (voti nelle lezioni politiche, percentuali nelle pensioni riscosse... altro).


    I fatti sono cambiati, magari le "organizzazioni" si sono defilate, per? le pensioni erogate continuano la loro strada (anche dopo la morte dell'"avente diritto" in certi casi che vengono segnalati qualche volta dai media). In buona sostanza la macchina statale, una volta messa in moto, è come una mandria di elefanti che cammina: ci vuole del tempo e dell'impegno per deviarla. Anche perchè, chi si mette a modificare certe usanze,a volte rischia anche di suo (non lo dico io, lo dicono, sempre, i media).


    Ci? non toglie che il malcostume deve essere sradicato, e le autorit? preposte devono tutelare l'interesse comune: in questo caso l'interesse comune corrisponde con la soppressione di privilegi non spettanti.


    Cordialit? a tutti.
    marinotunger



  10. #29
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,159
    Thanked: 44

    Predefinito



    "Prendere a male parole un falso invalido per la truffa che ha compiuto, ora è possibile. Lo sancisce una sentenza della Cassazione, secondo cui non commette reato chi ingiuria questi personaggi. Il motivo? Chi si finge inabile compie un atto "contrario alle norme del vivere civile", e "riprovevole dal punto di vista sociale", tanto da suscitare, giustamente, lo "stato d'ira" delle altre persone.".. omissis


    Cari,autorizzare legalmente, anche se in maniera implicita, il linciaccio verbale, mi sembra un'assurdit?. Lo stato d'ira, suscitato nelle persone da chi compie un reato, è un sentimento che potrebbe essere scontato, ma deve essere controllato. Chiunque commette un reato contro le norme del codice civile e penale è riprovevole dal punto di vista sociale, quindi anche chi ruba, commette uno scippo, imbratta i muri, commette truffe di vario genere, omette una testimonianza, passa col semaforo rosso, dovrebbe essere ingiuriato pubblicamente. Perch? chi frega il prossimo in altro modo non pu? essere verbalmente linciato? Il solito discorso di due pesi, due misure.


    Mi chiedo tutti gli altri falsi invalidi quali punizioniabbiano ricevuto in seguito alla truffa da loro commessa. Forse avrebbe più senso logico ed educativo, informare l'opinione pubblica con quali sentenze, chi compie tali reati, viene punito, al fine di far desistere altri eventuali rei,piuttosto che autorizzare il popolo a linciare, anche se virtualmente, le persone. Esiste una giustizia, che faccia il suo lavoro.


    Alla notizia è stato dato questo risalto, ma poi, la signora, come è stata condannata?


    Bruno



  11. #30
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    CONCORDO BRUNO,


    nessuno è legittimato a farsi giustizia da solo, ed il linciaggio, anche solo verbale, è retaggio di civiltà poco evolute.


    Sono anche d'accordo con il rendere pubblici i nominativi di coloro che commettono reati infamanti, come quelli di cui stiamo parlando. Chi è dotato di un minimo di senso civico dovrebbe emarginare tali individui. E non cercare di avvicinarli per farsi concedere un'intervistadurante la quale ci spiegano comehannofatto.


    Io la penso così.


    Cordialit? a tutti.
    marinotunger



  12. #31
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Aspettate, leggendo meglio mi sa che non era una falsa invalida, se lo
    fosse stata credo sarebbe stata licenziata, visto che era stata assunta
    come invalida.



    Credo piuttosto che sia una invalida vera, seppur lieve, ma che ad una
    visita di revisione gli sia stata decurtata la percentuale cosi' che e'
    andata sotto il minimo per essere considerata "categoria protetta", e
    non ha comunicato la cosa al datore di lavoro.

    Il datore di lavoro forse se ne preoccupa non per bonta', ma perche'
    cosi' la signora non ha piu' le tutele riservate ai disabili.



    Temo che la notizia sia troppo scarna per poter dare un giudizio sulla
    signora, e i giornali appioppano con troppa facilita' l'etichetta di
    "falso invalido", come quando si meravigliano che uno che prende
    l'indennita' di accompagnamento guida l'auto, cosa c'e' da
    meravigliarsi?

    L'unico modo per poter giudicare e' leggere il dispositivo della sentenza.






    Claudio



  13. #32
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,151
    Thanked: 0

    Predefinito

    disabile e bello.....forse?no..no..che azz dico......
    quando il gioco si fa duro,i duri iniziano a giocare...



  14. #33
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    CONCORDO ANCHE CON TE BUASAARD;


    per poter esprimere un giudizio sereno, è assolutamente necessario avere un'idea precisa ed inequivocabile del fatto. In questa circostanza è anche possibile un'interpretazione come quella che hai dato tu.


    Ci? non toglie che, in passato, troppe elargizioni siano state fatte; ora per?, che stiamo raschiando il fondo della botte, perchè di vino non ce n'? più, occorre quanto meno cominciare afare chiarezza.


    In particolare, come dicevo sopra, fino a qualche decennio fa si parlava genericamente di "pensione" come di un mondo magico, dentro al quale non sussisteva più l'obbligo del lavoro perchè uno "si era sistemato".


    Da qualche anno, per fortuna, si è giustamento cominciato a dividere il pianeta "pensione", almeno in due grandi categorie:
    1. <LI>PREVIDENZA: io percepisco una rendita commisurata ai contributi versati e maturati durante l'attivit? lavorativa;</LI>
      <LI>ASSISTENZA: se non ho potuto lavorare a causa delle mie disabilit? (per un miliardo di ragioni che non sono spiegabili in questo contesto), la comunit? mi corrisponde una rendita rapportata alle mie disabilit?.</LI>



    Siamo appena agli inizi, ma credo che questa impostazione sia abbastanza corretta. Sulla quantit? delle prestazioni erogate alla previdenza ed all'assistenza, invece, credo che nei prossimi secoli si continuer? a dibattere animosamente.


    Cordialit? a tutti.
    marinotunger



  15. #34
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    330
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=INCREDIMAINTABLE cellSpacing=0 cellPadding=2 width="100%"><T>
    <T>
    <TR>
    <TD id=INCREDITEXTREGI&#079;N style="PADDING-RIGHT: 0px; FONT-SIZE: 12pt; PADDING-BOTTOM: 0px; CURSOR: auto; PADDING-TOP: 0px; rem_PADDING-LEFT: 0px" vAlign=top width="100%">


    Ma prima di additare al colpevole,al "finto disabile assassino" si dovrebbero conoscere meglio i fatti.


    Non mi pare che la persona in oggetto lucrasse pensioni favolose o altri emolumenti.E'una lavoratrice prima di tutto.Una dipendente.La sua unica colpa mi parrebbe,leggendo il sunto giornalisticodei fatti,? l'aver ottenuto un lavoro coll'aiuto del certificato di invalidita'.Non e' dato sapere, da quanto e' sopra scritto, se il certificato di invalidita' le sia stato rilasciato abusivamente.Pare piuttosto che detto certificato le e' statoabrogato,magari in seguito ad un suo miglioramento di salute,e che l'unica colpa ascrittale dal datore di lavoro sia stata di non averlo avvisato del ritiro.Questa alla fine e' povera donna che lavora o bene o male, come tutti quanti con alti e bassi di resa sul posto di lavoro,e che il suo datore di lavoro,invece dilicenziarla o altro,lainsulta pesantemente.


    Evoi plaudite questo.Plaudite gli insulti di un datore di lavoro nei confronti di una sua sottoposta.</TD></TR>
    <TR>
    <TD id=INCREDIFOOTER width="100%">
    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%"><T>
    <T>
    <TR>
    <TD width="100%"></TD>
    <TD id=INCREDI vAlign=bottom align=middle></TD>
    <TD id=INCREDIANIM vAlign=bottom align=middle></TD></TR></T></T></TABLE></TD></TR></T></T></TABLE></BOD Arial Font-Siz< : Font:>Edited by: panther
    vivere mi piace



  16. #35
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    il dirigente aveva scritto una lettera di richiamo accusandola di
    "lucrare indebitamente" lo stipendio e criticandola per "aver omesso di
    comunicare la perdita dello status di invalidit?".



    </span>Non so se questa sia l'offesa in questione, ma certo che se e'
    questa sono abituati bene, io quando lavoravo di "offese" del genere ne
    ho sentite centinaia (non a me), se ognuno il cui dirigente gli dice
    che ruba lo stipendio dovesse denunciarlo, credo che starebbero 24 ore
    su 24 in tribunale....



    </span>
    Claudio



  17. #36
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito



    carissimi ciao a tutti,


    belli e brutti....


    ho finalmenteun po' di tempo da dedicarvi, sto leggendo con interesse i vari punti di vista, riguardo all'argomento falsi invalidi.


    Prima di tutto prenderei con le dovute cautele le notizie dei mass media, molto spesso "pilotate" in base alle tendenze del momento.


    Inoltre ritengo veramente riprovevole la sentenza della cassazione che legalizza un comportamento quantomeno incivile. Credo che allora si possa ingiuriare anche contro tutti gli altri reati se vogliamo più gravi quali abusi, maltrattamenti furti vandalismi ecc. ecc. insomma facciamoci giustizia da soli tanto va bene così....


    L'idea che una persona possa scimmiottare un'invalidit? finta, mi fa arrabbiare, mi sento presa in giro in prima persona.


    Premesso questo per? ancora non capisco come funziona:


    quando ho fatto le numerose visite in commissione, la prima fu data a scadenza, mi chiesero poi una revisione a distanza di tre anni, dove confermarono la prima percentuale, poi feci un aggravamento altrimenti non mi passavano più gli ausili, e poi per errori burocratici fui vista almeno tre volte dalla commissione ciechi...insomma quasi ogni anno venivo vista da varie commissioni.


    Ci fosse stata una volta che un medico per sbaglio mi avesse visitato...


    Ora, la percentuale di invalidit? viene stabilita tramite codici in base alle diagnosi, mi sorge il dubbio che a volte ci possano essere errori di valutazione a monte, diagnosi errate, oppure che una commissione definisca una percentuale diversa da un'altra commissione....


    Non credo che sia giusto additare una persona come falsa invalida senza avere dati precisi alla mano.


    Tra l'altro si sente sempre parlare dello scandalo dei falsi di qua e dei falsi di l?, ma le ingiustizie della asl, degli enti che hanno in mano il potere di decidere della nostra vita....mai..ultimamente qualcuno si sente indignato per le intercettazioni telefoniche, è da secoli che veniamo osservati, la privacy e solo una finzione...ma adesso che tocca la sua pelle lui si sente indignato....bhooooo!


    Ho visto cose turche in commissione, mi scuso con i turchi, ho visto gente entrare con malloppi di certificati, lastre e quant'altro, entrare storti e uscire dritti, ho visto anche mogli disperate perchè non sapevano più come documentare che il proprio marito stava morendo di tumore a casa, ho visto gente in barella che moriva dai dolori da metastasi ossee, nell'attesa di essere semplicemente guardato da una commissione, che raramente solleva lo sguardo dalle tremila scartoffie che ha sulla scrivania.


    Insomma, alla fine, la cosa che più sollecita la mia indignazione, non è il falso invalido, che peraltro il massimo del beneficio economico che possa avere, è una misera pensione di pochi euro che non serve nemmeno per l'affitto di casa.....Ma è la sollecitudine che la gente ha nel linciare moralmente una persona, senza avere dati concreti alla mano, la sollecitudine che i mezzi di cominicazione hanno nel comunicare sentenze e giudizi sparando semprecontro aipiù deboli, ma è giusto
    nb



  18. #37
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    330
    Thanked: 0

    Predefinito

    BRAVA NINFABIRBA
    HAI CENTRATO IL PROBLEMA.-IL BRANCO
    vivere mi piace



  19. #38
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    95
    Thanked: 0

    Predefinito

    sar?,tutte belle parole,ma poi ti rimane la rabbia e l'incazzatura:da un p? di tempo non mi fermo più a litigare,me la cavo augurando al furbo di avere quanto prima lo stesso mio diritto per gli stessi motivi!di solito mi rispondono con una gran grattata e con indice e mignolo alzati,ma vi assicuro che la rabbia si attenua;se ci mettete anche una bella occhiata da menagramo,b?,il gioco è fatto:basta aspettare!
    gianfranco53



  20. #39
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    330
    Thanked: 0

    Predefinito

    RABBIA?
    vivere mi piace



  21. #40
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    6
    Thanked: 0

    Predefinito



    Come ha già scritto qualcuno.....si dovrebbero conoscere meglio i fatti.


    E soprattutto non fidarsi dei giornalisti, per i quali l'importante è l'odiens.


    La signora in questione è una disabile al 46%, non percepisce nessuna pensione ed è solamente iscritta nelle liste delle categorie protette della Provincia.


    La persona diffamata dai giornalisti ha avuto vari controlli da parte
    di diverse commissioni mediche (USLL e Ministero del Tesoro e del Bilancio) che hanno certificato che tale persona ha una capacit? lavorativa ridotta, non abbastanza per concederle qualche indennit? o pensione, ma con l'obbligo per il datore di lavoro di tenerne conto nell'assegnarle i lavori (DISABILE PARZIALE).


    La commissione per l'inserimento dei lavoratori nelle categorie protette della Provincia mi risulta che sia diversa da quella (più rigida) per assegnare pensioni e indennit? (attendo conferma o smentita).
    La signora non ha comunque nessun sussidio dallo Stato o da altri, ma il datore di lavoro aveva l'obbligo di tenerne conto nell'assegnarle il lavoro da svolgere.
    Anche il medico di fiducia del datore di lavoro avrebbe stabilito che la signora aveva delle forti limitazioni nel lavoro.


    In passato la signora aveva avuto una certificazione di miglioramento con una prima decisione medica che non era più disabile, per la quale ha fatto ricorso (comunicando cio' al datore di lavoro anche se ha atteso un p? troppo); successive visite mediche hanno poi confermato il grado di riduzione della capacit? lavorativa e pertanto ha vinto il ricorso contro l'unica visita medica "negativa".
    Nel frattempo, in attesa dell'esito del ricorso, la signora ? rimasta, per la Provincia (e per gli obblighi della ditta), "disabile".


    Non sono al corrente di come sia stata offesa, ma comunque i fatti sopra descritti non coincidono con le affermazioni scritte dai giornali sulla possibilit? di offendere i "falsi" invalidi, ma evidentemente per molti giornalisti l'importante è fare scandalo.


    A risentirci per ulteriori informazioni.


    Mastro


    P.S. La ditta in tal modo, ha potuto non coprire la percentuale prevista di assunzione di lavoratori delle categorie protette.






  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •