Il Centro Trapianti del Rene de ?La Sapienza? ha ricevuto il riconoscimento del Centro Nazionale Trapianti del Ministero della Salute, in base ai requisiti stabiliti dalla recente normativa in materia. La certificazione fa seguito al monitoraggio delle attivit? di tutti centri-trapianto a livello nazionale, valutati sia in termini di quantit? è e cioè rispetto al numero dei pazienti sottoposti ad intervento - sia in termini di qualit? è e cioè rispetto alla sopravvivenza dell?organo e del paziente e alla piena riabilitazione di quest?ultimo.


?E? nella nostra struttura che nel 1966 è avvenuto il primo trapianto di rene in Italia; da allora abbiamo effettuato più di 1.900 trapianti, dei quali circa 680 eseguiti da donatore vivente - sottolinea il direttore del Centro, il professor Pasquale Berloco - questa certificazione segue quella ricevuta lo scorso anno per i trapianti di fegato, e ribadisce il profilo d?eccellenza della nostra Universit? da sempre impegnata in prima linea sul fronte dei trapianti?.


?La Sapienza? ha avuto un ruolo pionieristico nei trapianti d?organo in Italia: al primo trapianto di rene nel 1966, segu? nel 1981 il primo trapianto di pancreas e nel 1983 quello di fegato. Nel 1985 ?La Sapienza? e l?Universit? di Padova realizzarono i primi due trapianti di cuore. Nel 1989 venne effettuato il primo trapianto di polmone e nel 1990 il primo trapianto multiviscerale.



Informazioni e dati generali sui trapianti:
www.ministerosalute.it/trapianti