Cookie Policy Privacy Policy I pagliacci in technicolor - Pagina 2



Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 50
  1. #21
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Beh Claudio per un mese, giusto il tempo per radere al suolo il Libano, l'Onu se lo è stato a scaramellare... giusto perchè i vari ministri, al riparo di tutto, dovevano mettersi d'accordo... Il mio orrore è per come sono andate le cose: riunioni su riunioni per burocratizzare una missione di pace e nel frattempo il Libano subiva bombardamenti a tappetto... e questo che non riesco a capire... più di 1000 civili libanesimorti. Rimandavano di giorno in giorno e nel frattempo c'era chi moriva... mi vorrai mica dire che tuttociò è normale...tergiversare su un cessate il fuoco (durante le riunioni avrebbero potuto farlo benissimo... mi spieghi perchè Israele non l'ha fatto? e ha smesso i bombardamenti quando ha ottenuto quello che voleva?) e prostrarsi a 90 gradi alla politica israeliana... cos'hanno didiverso dai libanesi?


  2.      


  3. #22
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Si, va be' tutto vero...ma adesso che si fa?
    Claudio



  4. #23
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Avevano già deciso loro per noi... è l'effetto domino della globalizzazione che al momento ci ha fatto condividere solo guerre... beh saranno contenti i fabbricanti di armi: i loro bilanci sono abbondantemente in attivo! Ma morissero tutti quanti....


    Anna Luisa



  5. #24
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,512
    Thanked: 0

    Predefinito

    non riesco a capacitarmi come in Irak si è partiti in pompa magna e si difende da più parti tale azione, per me ingiusta, nonostante l'altra metà degli Italiani non fosse d'accordo, ed invecein talecaso si è stati a disquisire su tutto....in maniera veramente leziosa.....



  6. #25
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Piccolo scenario :Le truppe ONU sono in Libano,dalla Siria parte un razzo e cade su una loro postazione,vi sono alcuni morti,lo stato di Israele accusa gli hezbollah e la Siria che li protegge, per rappresaglia bombarda ed invade la siria in difesa dei soldati Onu,plauso degli USA e della comunit? Europea,nuova risoluzione ONU contro l'Iran,Fantapolitica?Chi non morir? sotto le bombe potra sicuramente appurarlo dopo,loro no
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  7. #26
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ivaldo,

    Se non fai niente e' una certezza quello che dici tu, se invece ci va qualcuno puo' darsi che non accada....allora forse e' meglio tentare no?


    Claudio



  8. #27
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Io mi sò che sono d'accordo con Luni....
    non mi piace sta cosa...proprio non mi piace per niente e sono anche parecchio spaventata...




  9. #28
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Vorrei pero' capire che alternativa si da. Almeno Anna Luisa ha detto che li vuol vedere morire tutti.....Gia' mi e' chiaro il concetto...

    Voi che alternativa dareste all'invio di una missione ONU?

    Claudio



  10. #29
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Claudio il morissero tutti era indirizzato ai fabbricanti d'armi ed ai signori della guerra, ivi compreso quel pieno di vino di D'Alema. E' mia convinzione che la missione ONU, senza contare l'alto costo che noi contribuenti dovremmo pagare, non siaaffatto una passeggiata e che tutto questo trionfalismo sia veramente fuori luogo... come se stessero giocando... Secondo me soffrono didelirio di onnipotenza...
    <DIV =titolointerventi align=center>Armi proibite, si fa strada la verità </DIV>
    <DIV =autore_interventi align=center>Maurizio Blondet </DIV>
    <DIV =archivio_interventi align=center>29/08/2006 </DIV>

    <DIV =testodidascaliainterventiz> </DIV>
    <DIV =didazeta align=center>Bambina libanese di 18 mesi colpita da bombardamento israeliano: è morta dopo 8 ore di agonia.</DIV>
    Nessuno, spero, boller? l'Herald Tribune di sentimenti anti-israeliani.
    Eppure questo giornale (una joint venture fra New York Times e Washington Post) protesta con ferma indignazione contro l'uso di bombe a grappolo in Libano. (1)
    ?Le munizioni cluster sono utili contro carri armati, forze convenzionali ammassate e altri bersagli puramente militari. Ma non devono mai essere usate in aree popolate: per natura, esse uccidono in modo indiscriminato.
    E poich? molte delle piccole bombe non esplodono all'impatto, le morti che causano continuano a salire anche molto dopo che il combattimento è finito. Questi oggetti apparentemente innocui, spesso non più grandi di pile elettriche, esplodono quando vengono raccolti e vi si mette sopra il piede. I bambini
    li prendono per giocattoli, con risultati tragici
    ?.
    Dopo aver sottolineato che le piccole bombe inesplose sono ?per lo più fabbricate in America?, il giornale prosegue: ?Gli accordi fra USA e Israele su quando le munizioni cluster americane possano essere usate sono segreti. Ma in passato, Washington limitava il loro uso a situazioni di emergenza militare, come l'attacco contro il territorio israeliano da parte di numerosi eserciti arabi avvenuto nel 1973 [?]. Ma i pericoli d'oggi sono differenti, e richiedono differenti risposte. Attaccare santuari di guerriglieri o terroristi in aree popolate non è operazione che richieda bombe a frammentazione, e gli Stati Uniti non devono fornirle?.



    Custer bombs made in USA

    Un'altra nota degna di attenzione è apparsa su ?Pagine di Difesa
    ?, un sito web dall'aria molto ufficiale, che pare proprio emanare, come si dice, da ambienti delle nostre forze armate (vi scrive il generale Luigi Caligaris).
    In questo sito, il 31 luglio, è apparso un pezzo a firma di Fernando Termentini, con questo titolo: ?Le armi usate a Falluja ricompaiono in Libano?? (2).
    Eccone i passi essenziali: ?Fotografie di cadaveri con gli indumenti integri, senza apparenti ferite esterne, con i capelli non bruciati, ma con il corpo completamente annerito e disidratato. Immagini che ricordano quelle già pubblicate sulla battaglia di Fallujia in Iraq e che forse troppo affrettatamente furono catalogate come immagini di persone uccise con l'utilizzazione di armi chimiche, in particolare bombe caricate con grosse quantit? di fosforo bianco.
    Il maggio scorso, una nuova notizia: risultava che gli Stati Uniti avevano realizzato una nuova arma antisommossa a impulsi elettromagnetici non destinata a uccidere, ma solo a provocare fastidiose bruciature e quindi in grado di disperdere folle di manifestanti in situazioni a rischio.
    A Fallujia forse il nuovo sistema d'arma era stato provato per la prima volta con potenze superiori
    a quelle che sarebbero state utilizzate con la funzione originaria antisommossa e che quindi avrebbero provocato gli effetti riportati sulle immagini dei morti
    ?.



    Questo dispositivo - chiamato ?Raggio del dolore? -"spara" un fascio di microonde ad alta energia su un bersaglio preciso.

    ?Completa disidratazione del corpo, distruzione dei tessuti molli, annerimento della pelle, senza che il vestiario fosse intaccato. Un effetto finale praticamente eguale a quello ottenuto su qualsiasi sostanza organica a elevato contenuto d'acqua utilizzando sorgenti a microonde.
    Effetti che indicavano come a Fallujia, con ogni probabilit?, il livello di potenza dell'onda fosse stato molto superiore rispetto a quello originario studiato per funzioni di ordine pubblico con il risultato di produrre la completa disidratazione dei corpi su cui era stato 'sparato', senza peraltro distruggere il contenitore: gli indumenti realizzati con fibre già di per sò disidratate.
    Le immagini riferite ai bombardamenti di Israele sul Libano e pubblicate su internet propongono effetti pressocch? analoghi a quelli riferite agli avvenimenti dell'Iraq. Forse la stessa arma a microonde è arrivata in Libano e, studiata per non uccidere, è stata trasformata e potenziata e ormai fa parte anche dell'arsenale israeliano.
    Forse qualcosa è arrivato in area insieme agli stock di armamenti moderni appena inviati dagli Stati Uniti, come riferito da tutti gli organi di informazione
    ?.

    Maurizio Blondet


    <DIV =testocentraleinterventi>
    <HR>
    </DIV>
    <DIV =testocentraleinterventi>Note

    1)?No place for cluster bombs?, International Herald Tribune, 28 agosto 2006. Editoriale non firmato.
    2)www.paginedidifesa.it/2006/termentini_060731.htm</DIV>



  11. #30
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ahhh meno male Anna Luisa.. m'ero intristito...

    Allora pero' non hai risposto alla domanda....come la si risolve la soluzione? Come si tenta di evitare che Israele bombardi di nuovo il Libano e gli Hezbollah lancino razzi?

    Non mi venire a dire di bloccare il traffico d'armi, perche' ad esempio Israele le armi se le costruisce anche da solo, oppure gliele fornisce il governo americano. E la stessa cosa vale per gli Hezbollah....
    Le armi che ci piaccia o no gli arrivano.....

    Claudio



  12. #31
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Claudio,troppo comodo rompere i piatti e poi chiamare gli altri per aggiustarli,se ben ricordi dopo la fine della seconda guerra mondiale Italia e Germania furono obbligati a pagare i danni di guerra che ammontavano a svariati miliardi di dollari,con Israele invece si applica il piano Fiat,se ci sono dividendi vanno alla propietà ed ai soci,le perdite a carico del popolo.Mi spieghi come puoi definire di pace una missione che costa 216milioni di euro dei qualii solo 30 per la ricostruzione e 186 per le spese militari,se queste cifre fossero invertite potri capire ma messe cosi mi sa tanto di presa in giro,vedremo se la penserai ancora cosi quando ti diranno che bisogna abbasare la spesa sociale per mantenere i soldati in Libano
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  13. #32
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ma scusa la parola c.r.e.t.i.n.o. in questo forum è off-limit?


    Claudio: "Non mi venire a dire di bloccare il traffico d'armi, perche' ad esempio Israele le armi se le costruisce anche da solo, oppure gliele fornisce il governo americano. E la stessa cosa vale per gli Hezbollah....
    Le armi che ci piaccia o no gli arrivano....."


    Scusa ma la diplomazia a cosa serve... io a trattare con Olmert avrei mandato Provenzano o Toto Rina, sono sicura che avrebbero trovato una soluzione più economica... del resto i regolamenti mafiosi sono delle vere operazioni chirurgiche ed hanno il minimo degli effetti collaterali...






  14. #33
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito


    Ivaldo,

    che tu lo voglia o no, il mondo ormai e' un cortile e se due si cominciano a sparare in un cortile c'e' rischio che se tu stai uscendo ti beccano. Quello che succede da quelle parti ci interessa da vicino per tanti motivi, non ultimo quello economico.

    Quel motivo economico non interessa solo il petroliere, anzi, a quello interessa fino ad un certo punto. Quel motivo interessa molto di piu' il pensionato e il disoccupato, perche' il riverbero di una crisi economica e di una inflazione dovuta all'aumento del prezzo del petrolio , affligge soprattutto il poveraccio non il riccone che se guadagna 10 o 20 milioni di Euro al mese tutto sommato campa lo stesso.
    Tu puoi incazzarti quanto ti pare, urlare che non e' giusto, ma alla fine il prezzo del petrolio aumenta e il pensionato ha meno soldi per arrivare alla fine del mese...

    Non possiamo chiamarci fuori, perche' non ci siamo fuori.....Anzi...io ritengo che se le intenzioni sono buone (lo vedremo), e' meglio che questo lavoro lo faccia un governo di sinistra, piuttosto che ci vadano i marines. Altrimenti c'e' il serio rischio di 10-100-1000 Falluja....

    Credo che ne siamo fregati fin troppo di quello che sta succedendo da quelle parti, speriamo che si stia invertendo la marcia....



    Edited by: buasaard
    Claudio



  15. #34
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Bene Claudio tu dici: "Quel motivo economico non interessa solo il petroliere, anzi, a quello interessa fino ad un certo punto. Quel motivo interessa molto di piu' il pensionato e il disoccupato, perche' il riverbero di una crisi economica e di una inflazione dovuta all'aumento del prezzo del petrolio , affligge soprattutto il poveraccio non il riccone che se guadagna 10 o 20 milioni di Euro al mese tutto sommato campa lo stesso." Glielo vai dire tu all'afgano, all'iracheno e al libanese che sono e verranno bombardati e che devono sacrificare le loro vite per poter far sopravvivere il pensionato e il disoccupato occidentale? Praticamente quello che non fa più madre natura, una selezione del più forte, lo fannogli occidentali... Soltanto che il meccanismo naturale è stato rovesciato:l'occidentale ?il più debole fisicamente (e qui scusami il cinismo...ivi compresoil pensionato demente rinchiuso in strutture protette) è lo stesso pensionato demente (per? questa volta nelle stanze dei bottoni del potere) a bombordare quelli che se si lasciasse fare a madre natura sopravviverebbero... E invece no... il denaro e il potere rovesciano questo equilibrio... noi occidentali vecchi e decrepiti andiamo a bombardare sul nascere popolazioni nel fiore della vita, sacrificandoliin nome e per contodel pensionato e del disoccupato occidentale... Bella strategia!






  16. #35
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ma Anna Luisa, ci dev'essere un equivoco di fondo.....

    Io sono contento che vadano i soldati italiani perche' loro non bombardano nessuno, e proprio perche' voglio che l'afghano, il libanese e l'iracheno non vengano ammazzati dagli Olmert e dai Bush di turno....

    Claudio



  17. #36
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,818
    Thanked: 0

    Predefinito

    Claudio scusa allora... credo che purtroppo tu sia uno dei pochi in buona fede... ti consiglio di proporti alle prossime elezioni politiche... avresti il mio voto.In caso contrario ho deciso di defilarmi in futuro dal votare, ivi comprese le prossime elezioni per il nuovo sindaco qui a Genova... ormai il voto ha ben poco di democratico... si fa numero e basta.



  18. #37
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito





  19. #38
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,834
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Ilaria,

    a me sembra che a destra si continui a vedere il demonio (secondo il concetto della destra) dove non c'e'. Si continua a far leva su una parte risibile dello schieramento di sinistra come gli adepti di Casarini e Caruso, che come ormai sembra chiaro sono ben controllati dal resto dello schieramento, anche perche' come tutti sono ben attaccati alle poltrone....

    La posizione della sinistra in tema di politica estera mi sembra ormai ben chiara : partecipazione alle missioni internazionali decise dall'ONU e nate su una decisione dell'ONU, quindi si all'Afghanistan, si alla missione futura in Libano e si a qualsiasi missione di pace decisa dall'ONU. No all'Irak perche' la guerra in Irak non e' nata su decisione dell'ONU ma da un unilateralismo americano, e perche' non e' una missione di pace, ma una missione di appoggio ad una guerra.

    La differenza e' che non si puo' parlare di missione di pace in Irak dove il comando e' affidato ad una delle due parti in guerra. Sarebbe come se andassimo in Libano e prendessimo ordini dall'esercito israeliano...allora si che sarebbe inaccettabile. In una missione di pace per sua natura si deve essere equidistanti dalle due parti in causa.

    Potreste obiettare che in Afghanistan non si e' equidistanti. Ma quella e' una guerra ancora diversa, e confesso, li sarei d'accordo anche per una missione di guerra e non solo di pace, li c'e' la centrale del terrorismo internazionale, e purtroppo quando non c'e' altra soluzione non chiudo gli occhi davanti alla realta', la guerra puo' essere necessaria...sempre nel rispetto dei civili ovviamente.....

    Piuttosto attenzione, ora stanno tutti ad additare l'Iran, secondo me in Iran la situazione e' ancora riparabile, bisogna stare attenti a paesi tipo Sudan e Somalia, dove potrebbe spostarsi la centrale terroristica. Ormai sembra evidente che Al Qaeda si sposta in paesi dallo scarso controllo centrale, prima in Afghanistan ora potrebbe spostarsi in Somalia dove la situazione e' del tutto simile a quella che c'era in Afghanistan....
    Uhm uhm uhm Claudiooo! se scrivi tu io poi che scrivo? Volevo fare il saccente ahahahahahahah! Vabbeh ora mi tocca quotare in pieno! Almeno stavolta non mi dicono che sono prolisso!
    Moderatori l\'Accessibilità è la prima regola da far rispettare!



  20. #39
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Torino
    Messaggi
    962
    Thanked: 0

    Predefinito



    Claudio, non ho più notizie della Somalia, che succede? Regime stile talebani?
    Onestamente non comprendo cosa spinga la gente a votare per l'integralismo...autolesionismo forse, già han la piaga della povert?, se ci mettiamo pure quella di un regime totalitario che per giunta limita pure la libert? di gestirsi la vita comegli pare...


    Ila*
    <center><font color=MAGENTA><font size=\"2\">Non aetate verum ingenio apiscitur sapientia. (Plauto)</font></font></center>



  21. #40
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    In Somalia non ha votato mica nessuno, almeno credo....

    Credo che in Somalia sia stata la conseguenza di tanti anni di guerra civile.
    Secondo me, siamo noi che vediamo il totalitarismo, per loro forse e' normale che ci sia qualcuno che comanda col pugno forte. Se tu vedi ad esempio fra i nostri anziani c'e' un sacco di gente che dice che ci vorrebbe al governo qualcuno "di polso" e quando si dice "di polso" ovviamente si intende un dittatore. La democrazia e' un qualcosa che loro hanno conquistato, ma che noi di generazioni successive abbiamo assorbito in pieno.

    C'e' inoltre da tenere presente un'altra cosa : queste organizzazioni che noi definiamo terroriste, sono spesso le uniche organizzazioni a cui rivolgersi in caso di bisogno. Prendi ad esempio Hamas. Hamas non da solo soldi ai familiari dei "martiri", ma ha sviluppato un proprio servizio di "soccorso sociale", e ovviamente la gente glien'e' grata. Un po' quello che avviene da noi per quanto riguarda la collusione con la mafia in Sicilia, almeno fino a un po' di tempo fa, quando qualcuno aveva una rimostranza da fare , mica andava alla polizia, andava dal "don"....almeno questo vedo nei film e leggo, e di solito qualcosa di vero c'e' in queste voci.

    Noi liquidiamo secondo me frettolosamente un fenomeno come terrorismo e antidemocratico, fenomeno che ha anche molte altre implicazioni, partendo pero' da considerazioni che facciamo noi che abbiamo un certo tessuto sociale, puo' darsi che in un contesto sociale diverso, il fenomeno sia visto con un diverso approccio...Per chi non ha avuto mai democrazia (Siad Barre non era certo un agnellino), la parola in se stessa e' un termine astratto....puo' darsi che a loro questi appaiano come i campioni della democrazia.....

    Dopo tutto in Europa abbiamo avuto un popolo, quello tedesco, che ha eletto il campione dell'anti-democrazia quale Hitler. Perche' l'hanno eletto?

    Claudio



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •