Cookie Policy Privacy Policy Pedofilo



Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 69

Discussione: Pedofilo

  1. #1
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito





    Un amico mi ha raccontato una storia sconvolgente.

    Lui ha tre figli, una ragazza di 16 anni, e due maschi di 11 e 6

    La figlia maggiore, un paio di anni fa, frequentava l'oratorio e aveva
    conosciuto un ragazzo che le piaceva molto...? iniziato un rapporto,
    diciamo da fidanzatini, anche se questo ragazzo aveva qualche anno più
    di lei...lei 14 e lui 19.

    Erano molto amici, anche la famiglia conosceva questo ragazzo, che sembrava proprio un tipo a posto.

    Un giorno, hanno chiesto a questo ragazzo un piacere, se poteva andare a prendere
    a scuola uno dei bambini, che allora aveva 8-9 anni e accompagnarlo
    agli allenamenti di calcio, dato che avevano avuto problemi con una
    nonna che era stata ricoverata improvvisamente in ospedale.

    La sera, il padre va a prendere il figlio agli allenamenti e lo trova
    seduto in panchina..." oggi non sta bene" dice l'allenatore.

    Il padre chiede al bambino cos'abbia, ma lui risponde "niente".

    Per?, mentre tornano a casa, il padre si accorge che il bambino fatica a camminare, ma non risponde a nessuna domanda...

    A casa, seduti a cena, il bambino non ,mangia...allora la mamma lo fa
    alzare dicendo che l'avrebbe accompagnato a letto e misurato la
    temperatura.

    Il bambino si alza, a fatica...la sedia è macchiata di sangue.

    Corsa al pronto soccorso.

    Solo l? si scopre quello che Marco non aveva confessato.

    E' stato violentato, sodomizzato.

    Ed è allora che si scopre che è stato il fidanzatino della sorella.

    Un ragazzo di 19 anni.

    Marco è stato ricoverato e curato, fisicamente.

    Ma dopo due anni di psicoterapia, non ha ancora superato l'orrore, la paura e l'umiliazione di quel momento.

    E' un bambino taciturno, impaurito dagli estranei, non va più n? a calcio n? da nessuna parte, non ha amici.

    Va solo a scuola, accompagnato dai genitori.

    Anche in vacanza hanno problemi, perchè lui ha terrore dei posti e delle persone che non conosce (e come biasimarlo).



    E il violentatore?

    E' stato dentro circa sei mesi, un altro paio di mesi ai domiciliari e
    adesso a piede libero, anche se è stato fermato altre volte perchè si
    esibiva fuori dalla scuola e cercava di adescare i bambini,
    promettendogli un videogioco.

    Comunque, è a piede libero.

    Bella la giustizia in Italia.

    Sarebbe da lapidare!



    Se fosse accaduto a mio figlio quello che è accaduto a Marco?

    Sarei io in galera, perchè l'avrei ammazzato con le mie mani quel maledetto.

    Sono debole, distrofica...ma se toccano chi amo, e soprattutto mio
    figlio, divento una tigre...la forza fa difetto, ma non l'adrenalina e
    la rabbia e l'odio.






    Edited by: April


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-


  2.      


  3. #2
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Japan
    Messaggi
    424
    Thanked: 0

    Predefinito

    epoi non ci vuole la pena di morte?





  4. #3
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di miooim
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    nel Lontano Sud DaKota
    Messaggi
    25,531
    Thanked: 33

    Predefinito

    che squallore, al fidanzatino della ragazza dico: CHE CAVOLO VIVI A FARE
    SE DEI ROVINARE LA VITA DEI BAMBINI, VERGOGNATI!!!!! SE ANCORA IN
    TEMPO PER PENTIRTI E RISANARE QUESTA TUA
    "OSSESSIONE"...."MOSTRO"!!!!! AIUTATI!!!!!!
    sn un baleniere, dico sempre ciò che mi balena in testa



  5. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    3,104
    Thanked: 0

    Predefinito



    ahiaaaa. avete toccato u punto dolente.


    io ai pedofili NON DAREI UNA SOLA una pena di morte.ma 10.


    finch? verr? considerato un malato e non un criminale,questi saranno liberi di fare quello che ne hanno voglia.Edited by: inca64
    http://incaforev.spaces.live.com/default.aspx

    la disabilità non è un mondo a parte,ma una parte del mondo



  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    2,423
    Thanked: 0

    Predefinito



    mi chiedo con che coraggio si possa far del male a un bambino....


    ormai si sente più spesso parlare di pedofilia e di mamme che uccidono i propri figli...sono inorridita.....


    fosse per me.....castrazione chimicaai pedofili, nonch? carcere a vita, e alle mamme malate ergastolo e cella di isolamento.

    nomina sunt consequentia rerum



  7. #6
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14
    Thanked: 0

    Predefinito



    Non ci sono parole adatte per definire quel "fidanzatino", n? commenti da fare sulla giustizia. Quel bambino è stato rovinato per sempre e chi di dovere avrebbe dovuto dare una pena più severa al fidanzatino.


    Samuel (samsung)



  8. #7
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    1,736
    Thanked: 13

    Predefinito

    vorrei tanto essere contro la pena di morte... ma in casi come questi (specie se recidivo...) con tutta la buona volont?... non ci riesco...

    steve
    a mme me piace er gezz... ma pure li pinche floidd...



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito




    Scusate, ma io veramente stento a credere che un diciannovenne
    colpevole di violenza carnale verso un bambino dopo 6 mesi venga
    scarcerato.



    Permettetemi di dubitare non di April che sicuramente e' in buona fede, ma dei dettagli del racconto.



    Un diciannovenne e' maggiorenne e quindi non ha neanche diritto agli
    sconti di pena per i minorenni, ci deve essere qualche particolare che
    non sappiamo, altrimenti e' assolutamente inverosimile che un
    maggiorenne dopo 6 mesi da una violenza carnale su un bambino esca di
    prigione.



    Faccio una ipotesi : non puo' darsi che il ragazzo sia in attesa di processo, e le prove
    del di lui coinvolgimento non siano talmente schiaccianti da tenerlo in
    carcere, e il padre furibondo lo dia per colpevole prima del processo.



    Scusate ma non ci credo, prima di scagliarmi voglio "toccare con mano", sono un San Tommaso di natura.



    Beatrice,



    rifletti un attimo , forse non sai cos'e' esattamente la castrazione
    chimica e come si svolge. Ma praticare la castrazione chimica ad una
    persona in carcere non ha assolutamente senso, in carcere un detenuto
    non puo' nuocere all'esterno.



    La castrazione chimica e' una misura che viene presa negli USA
    principalmente nei casi di pedofilia lieve , cioe' con "molestie
    sessuali" e non con violenza vera e propria.

    Il colpevole si sottopone volontariamente alla castrazione chimica
    proprio per evitare il carcere, la castrazione chimica viene praticata
    con una serie di iniezioni periodiche (o medicinali per via orale non so bene), e l'effetto esiste finche'
    vengono fatte le iniezioni, non appena viene interrotta la terapia la
    potenza sessuale ritorna.

    Praticamente chi viene chimicamente castrato non va in carcere.






    Edited by: buasaard
    Claudio



  10. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,178
    Thanked: 0

    Predefinito

    Scusate, pena di morte sensa dubbio! ? imperdonabile...
    Kris

    *°*Amo viaggiare con la mente... e vivere nella realtà... come se fosse un sogno...*°*



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    24,937
    Thanked: 0

    Predefinito



    QUESTO ARGOMENTO PER ME E' MOTIVO DI GRANDE SOFFERENZA PERSONALE . CERCHERO' DI ESSERE NON TROPPO DURA. DATO CHE SIAMO IN ITALIA E LA PENA DI MORTE NON L'AVREMO MAI ALLORA LAVORI FORZATI A VITA!!


    CLAUDIO, PUO' SUCCEDERE DI TUTTO. A BOLOGNA 4 MESI FA UN 40ENNE HA MOLESTATO UNA BAMBINA DI 6 ANNI. E' ANDATO IN CARCERE, MA LA MOGLIE E LA SUOCERA HANNO FATTO IN MODO CHE LUI FOSSE MESSO AGLI ARRESTI DOMICILIARI E DI POTER ANDARE AL LAVORO, ALTRIMENTI DATO CHE IL PEDOFILO HA DUE FIGLI, NON C'ERA IL SOSTENTAMENTO. NON AGGIUNGO ALTRO



  12. #11
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,178
    Thanked: 0

    Predefinito

    Claudio pero vuoi mettere l'umiliazione di avere la parte più importante per un uomo ormai non più funzionante anche se in carcere, e poi perchè tenerlo cosi' tanto in galera no no fuori dopo30 annima la castrazione chimicaa vita, io non ho pietà per queste persone propio no.
    Kris

    *°*Amo viaggiare con la mente... e vivere nella realtà... come se fosse un sogno...*°*



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Infatti la castrazione chimica puo' essere preventiva per nuove violenze una volta uscito dal carcere.



    Pero' tenete conto che agisce sul cervello, quindi non so se provino
    umiliazione o cosa, sono completamente rimbambiti, e quelli che
    smettono di nascosto non lo fanno per tornare a stuprare ma per poter
    riavere una vita normale, poi alcuni purtroppo ricadono nell'errore....








    Claudio



  14. #13
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    4,073
    Thanked: 0

    Predefinito

    Sono contrario alla pena di morte ma in casi del genere ci vuole il carcere a vita



  15. #14
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    531
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io sono per la castrazione fisica.. (senza anestesia)! che è peggio della pena di morte
    Premesso ciò.. porrei una domanda:
    Secondo voi perchè si diventa pedofili?



  16. #15
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    116
    Thanked: 0

    Predefinito



    Predatori di bambini: turismo e pedofilia



    Il fenomeno della prostituzione infantile non è purtroppo una novit?. Esistono testimonianze, risalenti addirittura al XV secolo, che indicano come questo turpe commercio ai danni di chi non pu? difendersi sia una costante nella storia dell'Umanit?. Ai nostri giorni il dito viene puntato contro il turismo internazionale, fondatamente considerato il massimo responsabile del fatto che oltre due milioni di bambini vengano costretti a prostituirsi, di questi 500.000 vivono in Brasile e il resto soprattutto nell'Asia meridionale e orientale. Il giro d'affari di questa "nicchia" di mercato sommerso si aggira attorno ai cinque miliardi di dollari, e i "clienti" provengono dai paesi più ricchi della Terra: Stati Uniti, Germania, Giappone, Australia, Regno Unito.
    Questa inqualificabile attivit? criminale ha assunto dimensioni globali a partire degli anni '70, con la crescita economica dei paesi industrializzati e l'abbassamento dei costi dei biglietti aerei e le mille offerte dei tour operator globali. Cosò oggi, in poche ore, i turisti del sesso possono raggiungere il Brasile, la Tailandia o le Filippine, dove la miseria spinge migliaia di famiglie, spesso tratte in inganno, a cedere i propri figli agli intermediari dei bordelli delle capitali. Le cause dell'offerta di prostituzione infantile sono da cercarsi quasi esclusivamente nella povert?. Nella stragrande maggioranza dei casi, i bambini provengono da paesi remoti dell'entroterra. Qui sono stati comprati ai loro genitori per cifre irrisorie da intermediari che di solito dichiarano di volere il bambino per impiegarlo in citt? come personale domestico. Per la famiglia è una bocca in meno da sfamare e un piccolo capitale inaspettato, per il bambino il quasi sicuro approdo in pochi giorni in un bordello. Come negli altri rapporti economici Nord-Sud, quanto più povero è il paese di origine, tanto più alto è il beneficio ottenuto con l'esportazione del bambino. Nelle zone di confine tra Tailandia, Birmania e Cambogia, si è sviluppata una florida economia che si basa sui traffici di droga e di bambini destinati a rifornire le case chiuse delle note citt? tailandesi frequentate dal turismo internazionale. Ma ovviamente il fenomeno della prostituzione infantile non riguarda soltanto i ricchi turisti occidentali. In Brasile, Venezuela e Colombia, esistono bande specializzate nell'acquisto o sequestro di bambine per rifornire i bordelli dei centri minerari in Amazzonia. Sui paesi arabi non si hanno notizie certe, ma è noto il traffico di bambini razziati in Sudan ed esportati come schiavi in Arabia Saudita, Marocco, Egitto. Anche i mille conflitti dell'Africa sono il pretesto per il sequestro di bambini che diventano prima schiavi sessuali dei vari eserciti, e poi, se sopravvissuti, baby-soldati.
    L'INTERPOL sta seguendo da anni questo spaventoso fenomeno, e ha tracciato una mappa che mette in risalto i paesi di origine dei pedofili, le destinazioni privilegiate, la criminalit? organizzata e l'uso dei moderni mezzi telematici, come la rete Internet, che agevolano il collegamento tra l'offerta e la domanda. Il giornalista tedesco Dirck Schumer ha definito coloro che praticano la pedofilia all'estero "predatori di bambini", e ha pubblicato nel 1998 un'inchiesta-choc che svela i meccanismi che portano persone dalla vita per così dire "regolare" ad essere pedofili lontano da casa. Esiste un nesso, è stato rilevato dagli esperti internazionali, tra la diffusione del turismo sessuale nel Sud del mondo e i casi di pedofilia criminale registrati ultimamente in Europa. Chi in un posto lontano da casa sa di avere diritto di vita o di morte su un bambino, "importa" a casa propria un meccanismo psicologico difficile da controllare. Secondo dati del Governo federale tedesco, in Germania sono circa 50.000 le persone che consumano regolarmente pornografia infantile e che si recano all'estero in localit? dove l'offerta di questo tipo di perversione viene soddisfatta senza grossi rischi. Il noto pedofilo belga Dutroux, secondo i rapporti di polizia, si era recato in Brasile rimanendo per? "deluso". Era difficile nel paese sudamericano trovare bambine magre, pallide e bionde come piacevano al mostro, secondo la testimonianza di diverse persone che avevano ascoltato pubblicamente queste affermazioni. Se Dutroux avesse avuto altri gusti e avesse frequentato più a lungo il Brasile o la Tailandia o lo Sri Lanka, molto probabilmente non sarebbe stato mai fermato.
    Nei bordelli di Pattaya o Manila, l'assistente sociale belga France Botte (autrice de "La notte dei coccodrilli"), ha intervistato baby-prostitute di 8-10 anni con i corpi martoriati dalle bruciature di sigarette o addirittura con piccole mutilazioni sessuali. In Brasile, il giro della prostituzione infantile si nutre di "meninos da rua", i bambini di strada che a migliaia si aggirano senza fissa dimora nelle metropoli del paese. Qui è facile trovare bambine di otto anni che si prostituiscono sotto il controllo di "protettrici" dodicenni. Questi bambini, spesso che non risultano all'anagrafe, vivono una breve vita d'inferno presto consumata da malattia e violenze, e la loro scomparsa non viene nemmeno registrata. Molto spesso l'unica via di fuga per questi piccoli è la droga dei poveri, la colla da bricolage o da calzolaio e il crack. Da rilevamenti fatti a campione in Tailandia, circa il 50% delle baby-prostitute sono state contagiate dal virus HIV ed è prassi comune che quando cominciano a farsi notare i primi sintomi della malattia, vengono eliminate senza lasciare traccia.
    Negli ultimi anni la sensibilit? dei paesi di provenienza dei pedofili è largamente aumentata a partire delle campagne coordinate da ECPAT (End Child Prostitution on Asian Tourism), il principale network internazionale attivo su queste problematiche. La Svezia ad esempio, ha spedito poliziotti e assistenti sociali nelle citt? più colpite del fenomeno in Asia. Questo principio rivoluzionario sposta la responsabilit? penale dal paese dove si commettono i reati al paese di residenza, dando una dimensione internazionale a una tipologia di crimine che difficilmente viene perseguita dove la corruzione aiuta le persone a sfuggire alle proprie responsabilit?. La Commissione Europea, che ha organizzato pochi mesi fa a Bruxelles il primo Meeting continentale riguardante la lotta alla pedofilia nel turismo, punta anche sull'informazione ritenendo che la pratica della pedofilia nei paesi terzi sia causata da problemi patologici individuali ma anche da un diffuso atteggiamento di disprezzo più o meno conscio verso le persone dei paesi più poveri. I pregiudizi negativi che descrivono tali società come caricature dove tutto è permesso a chi ha soldi, cosa peraltro realistica in più di un caso, finiscono per legittimare azioni che nessuna persona normale si azzarderebbe mai a giustificare nel proprio paese. In questo senso è rivoluzionaria la legislazione che l'Italia ha appena approvato per perseguire al rientro in patria coloro che commettono reati di pedofilia all'estero. D'ora in poi, se ci sar? una denuncia per pedofilia contro un cittadino italiano all'estero, indipendentemente dall'esito dell'iter giudiziario locale, dovr? fare i conti con la giustizia italiana al rientro.
    Di difficile interpretazione sono invece i dati emersi dalla prima inchiesta sul turismo sessuale a danno dei bambini condotta dall'Unione Europea. Stupisce il livello di informazione medio degli europei rispetto al grande riserbo, o forse pudore, che si ha verso questo argomento. Il 94% del campione di cittadini dei 15 paesi dell'UE considera moralmente inaccettabile il turismo sessuale, e il 63% ritiene che si possa evitare. Per quanto riguarda le cause dell'offerta, il 72% la collega alla povert? dei paesi del Sud del mondo, seguita dall'esistenza di reti criminali. Sulle ricette il campione si spacca, il 38% tende alla repressione mentre il 36% alla prevenzione, infine, ben il 54% del campione dichiara di essere disponibile a cambiare luogo di vacanze se scoprisse che si pratica la prostituzione infantile. Finora sono state avviate campagne di sensibilizzazione nel Nord Europa, soprattutto sugli aerei che viaggiano in Asia e Brasile e sono stati finanziati diversi programmi di cooperazione destinati a dare una mano ai bambini strappati alle reti criminali della prostituzione. Sono state costruite ad esempio case-alloggio per accogliere i piccoli strappati alla malavita a Calcutta (India), Bogot? (Colombia), Olinda (Brasile) e Nairobi (Kenya) ma si è ancora molto lontani dal raggiungimento di risultati concreti. Il turismo sessuale, che abbia per oggetto bambini o adulti, è una delle tante facce dello squilibrio economico mondiale che divide le persone tra "compratori" e "venditori", anche della dignit? umana.




  17. #16
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    859
    Thanked: 0

    Predefinito



    grande domanda Alfred, ma questa e' indubbiamente materia per psichiatri, noi possiamo presupporre che tutto abbia origini lontane , ma poi ogni scemenza ne varra' un'altra.Perche' su sta storia dei pedofili pare che nessuno abbia la risposta giusta, e tanto meno si mettono insieme e trovano qualcosa in comune (gli scienziati).Per il momento a noi non ci resta altro che osservare e inorridire..e sappiate che ...c'e' finanche un movimento PRO PEDOFILIA !!! Cioe' qualcuno che li giustifica avvalora le loro vergognose pulsioni..



  18. #17
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito



    forse basterebbe alzare di molto le pene come detterente. essere più vigli. banale. si avete ragione. io sono sempre inorridito da queste vicende. non metterei in questo contesto mamme che uccidono la loro prole xch? è un tema COMPLETAMENTE DIVERSO. non centra con la devianza sessuale.


    altro non ho da dire per ora, sono troppo scosso.


    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  19. #18
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,690
    Thanked: 0

    Predefinito



    io ai pedofili li taglierei il "pene" oggetto del loro male ai bimbi.


    a morte i pedofili !!!





    ciao


    Il silenzio + eloquente:quello di due bocche che si baciano.Non è apprezzabile chi è troppo facile all\'amicizia né chi troppo vi esita x amore dell\'amicizia bisogna anke rischiare il proprio amore



  20. #19
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    E' importante che l'Italia abbia approvato una legge per la quale il
    turista che commette atti di pedofilia all'estero venga perseguito
    anche in Italia.



    Fino a poco tempo fa la Thailandia (che contrariamente a quanto si
    pensa combatte ferocemente il fenomeno), si trovava a scontrarsi con le
    ambasciate occidentali che , quando i pedofili venivano arrestati dalla
    polizia thailandese, concedevano a questi una specie di protezione.



    E' famoso il caso di un francese, che arrestato era stato rilasciato su
    cauzione come avviene quasi sempre in Thailandia, e gli era stato
    sequestrato il passaporto.

    L'ambasciata francese, aveva richiesto indietro il passaporto del
    cittadino francese e poi glielo ha restituito. Questo riusci' a fuggire
    dalla Thailandia e fu processato e condannato in contumacia. Arrivato
    in Francia, la Thailandia chiese l'estradizione, che naturalmente venne
    negata com'e' normale, e in subordine che venisse processato in Francia.

    Non fu processato, perche' un cavillo legale diceva che chi era stato
    processato anche all'estero per un reato, non poteva essere
    riprocessato in Francia. Quel signore se non e' stato arrestato per
    altri motivi e' ancora libero.



    Un altro caso simile avvenne con un cittadino svedese, che fuggi' dalla
    Thailandia attraversando a piedi in una zona impervia il confine con la
    Malesia. Pero' arrivato in Svezia fu arrestato dalle autorita' svedesi
    e messo in carcere.



    Mi sembra una sciocchezza quella di dire di non andare in un posto dove
    si pratica il turismo sessuale, cosi' in quel posto avremmo SOLO
    turisti sessuali.

    Comunque la nuova frontiera del turismo pedofilo e' la Cambogia. I
    pedofili si sono spostati la, perche' la polizia thai e' molto attenta
    e ogni tanto fa irruzione nei bordelli, mentre in Cambogia anche a
    causa della estrema poverta' molti bambini vivono in strada e le
    autorita' latitano.

    Comunque il maggior tasso di pedofilia non si registra come si pensa
    con clienti occidentali, ma con clienti locali. La maggiore percentuale
    di bambine infettate dall'HIV si trova nelle regioni di montagna del
    nord. I turisti pedofili che riescono a trovare le loro vittime a
    Bangkok rischiano grossissimo, perche' naturalmente la polizia si
    infiltra....



    Ora in Thailandia credo si stia sviluppando un mercato diverso per
    questi clienti : giovani ragazze maggiorenni (18-19 anni), ma minute di
    corporatura e che dimostrano sui 13-14 anni agli occhi occidentali. Ce
    ne sono molte anche a Phuket, ma essendo maggiorenni (e nel 99% dei
    casi "indipendenti") nessuno puo' far nulla.



    Francamente che a Pattaya, la signora sia riuscita ad entrare in un
    bordello di minori e che dopo non vi sia fatta irruzione dalla polizia
    ne dubito, perche' non avvisa la polizia? Oppure preferisce continuare
    a fare le sue "indagini" e lasciare delle bambine in schiavitu'?



    Pattaya comunque e' un postaccio frequentato dalla feccia
    dell'occidente e della penisola arabica(naturalmente ci sono anche
    brave persone che vengono mandate la dalle agenzie di viaggio per un
    turismo normale). Ultimamente ci sta mettendo le mani sopra la mafia
    russa.....

    Se a qualcuno dovessero suggerire un viaggio a Pattaya non andateci.



    Claudio



  21. #20
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da rckfor

    io ai pedofili li taglierei il "pene" oggetto del loro male ai bimbi.


    a morte i pedofili !!!





    ciao



    Non servirebbe a nulla. Userebbe altri strumenti, non si puo' mica
    violentare solo usando il pene, anzi credo sarebbe ancora piu'
    feroce....





    Claudio



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •