Risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Neuropatie Periferiche

  1. #1
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Da alcuni mesi sto soffrendo di una Neuropatia Periferica dovute a sofferenze midollari sia a livello cervicale che lombo-sacrale (dolori lancinanti alle braccia e piedi addormentati)


    Sto prendendo del Branigen 500 per via Orale che mi ha dato un lieve giovamento. La via iniettabile puo' essere piu' efficace?
    Ringrazio di cuore chiunque possa aiutarmi!Edited by: EasyRider
    Costanzo Ferraro



  2.      


  3. #2
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,118
    Thanked: 26

    Predefinito



    Caro Costanzo,


    il farmaco in questione non è un farmaco sintomatico, in pratica non agisce sul dolore al fine di eliminarlo. La sua funzione è quella di agire sul nervo infiammato tentando di offrire un'azione protettiva fino alla risoluzione del problema. Logica vorrebbe che fosse associato un antidolorifico al fine di rendere più sopportabile il dolore oppure l'utilizzo di corticosteroidi, ovviamente la terapia dipende dalla causa che determina il problema e l'avere semplicemente una "neuropatia periferica" significa avere un problema senza saperne la causa.


    Un abbraccio, Bruno


    Addendum: la via inettabile offre dei vantaggi nelle sintomatologie acute, ma per le problematiche sul lungo termine la via per os (orale) è da preferire.



  4. #3
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Caro Bruno,


    la tua presenza in questo Forum e' semprepreziosissima!


    So bene che una neuropatia periferica indica un problema ma non la causa. Lunedi, infatti, dovro' fare una RM alla colonna perche' l'EMG non ha dato risultati di rilievo.


    Queste sofferenze sono sorte dopo un tentativo di Ippoterapia. Alla prima (ed ultima) seduta mi hanno fattostareun'ora a cavallo, e di li' a poco ho cominciato a stare male.


    Temo che ci sia stata qualche sollecitazione impropria della colonna


    Un abbraccioEdited by: EasyRider
    Costanzo Ferraro




  5. #4
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Bruno,


    ho fatto la RM al rachiide, ed e' uscita una Mielopatia Spondilogenica C6-C7. Dovrei operarmi entro fine marzo. Sai se e' un intervento rischioso?


    L'intervento neurochirurgico e' indispensabile?


    Grazie x l'aiuto
    Costanzo Ferraro




  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito


    Praticamente una specie d'ernia del disco....

    Ho trovato questa pagina... http://www.neurochirurgiafirenze.it/...%20cervicale%2 0spondilogenetica.htm

    Da quel che posso capire, direi proprio che non puoi farne a meno dell'intervento...

    Edited by: buasaard
    Claudio



  7. #6
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Grazie Claudio,


    anche la tua presenza e' sempre preziosa, in questo Forum


    Speriamo bene...
    Costanzo Ferraro




  8. #7
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,118
    Thanked: 26

    Predefinito



    Caro Costanzo,


    Normalmente l'intervento chirurgico viene effettuato se proprio non se ne pu? fare a meno. Gli interventi a livello cervicale sono sempre più "a rischio" di quelli effettuati sul resto della colonna. La posizione C6-C7 è sicuramente la più vantaggiosa tra le vertebre cervicali e per i rischi bisognerebbe sapere se la via d'approccio al problema ?posteriore o anteriore. Dal mio punto di vista ritengo che lo specialistache dovr? interveniredebba essere il neurochirurgo e non l'ortopedico.


    Un abbraccio, Bruno





  9. #8
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Bruno,


    mi sono proprio rivolto ad un Neurochirurgo. Una cosa che non avevo detto e' che sono affetto (come disabilita'"di base")da una Tetraparesi Spastica Distonica Neonatale, quindi preferisco sempre rivolgerrmi a neurologi/neurochirurghi. Ad ogni modo, fai sempre molto bene ad indicare la giusta branca specialistica, si fa troppo spesso confusione (quante depressioni vengono curate dai Neurologi!)


    Nella seconda meta' di marzo dovro' essere operato, ed il Neurochirurgo mi ha spiegato che dopo l'intervento la mielopatia, di norma, rientra, salvo presenza di cellule morte; in quest'ultimo caso (il piu' pessimmistico) la patologia si arresta.
    Esistono fattori che possono determinare la morte di cellule? Se si', quali possono essere?


    Un abbraccio,
    Costanzo Ferraro




  10. #9
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,118
    Thanked: 26

    Predefinito



    Caro Costanzo,


    si tratta della compressione midollare nel canale che lo contiene. Questa compressione pu? determinare un danno assonale irreversibile di natura ischemico-traumatica. Purtroppo non c'è possibilit? di prevedere l'eventuale recupero, ma si possono vedere gli effetti post intervento. In pratica è vero, se il danno è irreversibile non puoi peggiorare sempre chevenga rimossa la causa, se il danno è reversibile potrai solo avere miglioramenti.


    Un abbraccio, Bruno



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    Tifiamo per te Costanzo
    Claudio



  12. #11
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    80
    Thanked: 1

    Predefinito



    Bruno,


    un Neurotrofico come il Branigen puo' rallentare, almeno in parte, l'eventuale morte di cellule? Assumendo invece il caso piu' pessimistico di un danno irreversibile, ma con effettiva rimozione della causa, un'adeguata riabilitazione puo' permettere almeno un parziale recupero fisico? Grazie di tuttio!


    Claudio,


    grazie anche a te per il sostegno, fa tanto tanto piacere!
    Costanzo Ferraro




  13. #12
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,118
    Thanked: 26

    Predefinito



    Caro Costanzo,


    se la cellula è danneggiata irreversibilmente nessun neurotrofico è in grado di ripristinarne, anche in parte, l'attivit?. Per le altre cellule che sono state coinvolte e che hanno ancora un residuo più o meno valido di attivit? il neurotrofico trova applicazione "migliorandone" la funzionalit?.


    Un abbraccio, Bruno



  14. #13
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    69
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao Costanzo,scusami se approfitto dell'indicazione che hai dato sulla tua disabilit?,ma vorrei chiederti: come affronti il problema distonie - spasticit??Anch'ioho una tetra paresi spastica distonica neonatale, e anche se non so quanto differisce la nostra situazioneper l'entit? e la gravit? del problema, un confronto potrebbe giovarmi. Grazie e in bocca al lupo per l'intervento...



  15.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •