Risultati da 1 a 16 di 16

Discussione: viaggi a lungo raggio

  1. #1
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    15
    Thanked: 0

    Predefinito



    Mi piacerebbe affrontare un viaggio a lungo raggio per raggiungere la Polinesia, sono parecchie ore e è necessario passare un giorno intero in volo. Io sono in carrozzina e chiedevo se qualcuno di voi possa darmi delle indicazioni per affrontare questo viaggio. (E' possibie fare l'autocateterismo?). grazie a tutti e buona giornata.


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    Presente!

    Allora la Polinesia in effetti e' lontanuccia, io arrivo tutti gli anni a Phuket in Thailandia, ma non ho bisogno di cateterismo, uso la sedia a rotelle ma ho il controllo della vescica.

    Per quanto riguarda il tuo problema del cateterismo, devi scegliere accuratamente la compagnia aerea e chiedere se hanno a bordo un bagno speciale per i disabili di dimensioni maggiori.
    Io ti posso gia' dire che la Thai Airways non ce l'ha, mentre la Malaysian Airlines si, ha un bagno speciale di dimensioni maggiori.

    Tieni pero' conto che non puoi usare la sedia a rotelle tua sull'aereo, esiste una sedia di bordo con la quale gli steward ti portano loro nel bagno e poi te la devi cavare da solo o con l'aiuto di un accompagnatore. Non ricordo esattamente quanto fosse grande il bagno della Malaysian Airlines, ricordo che con la sedia di bordo ci si stava comodi, si entrava dentro con la sedia, mentre sulla Thai Airways accostavano al water poi salto sulla tazza e tirano via la sedia di bordo perche' senno' non si chiude la porta.

    In Polinesia credo arrivi l'Air New Zealand e qualche linea aerea americana, quindi devi chiedere informazioni in merito.

    Tu sei paraplegico o tetraplegico?

    Una possibile alternativa sarebbe quella di fare il volo a tappe....In tal caso potresti spezzare il viaggio in aeroporto e fare qualche cateterismo in aereo e qualcuno nei bagni aeroportuali.
    Ad esempio con la Air New Zealand si fa Roma-Singapore (in codeshare con la Singapore Airlines) si cambia aereo a Singapore e si prosegue per Auckland. Da qui si cambia di nuovo aereo per Papeete.

    Se resisti sulle 6-7 ore puoi fare un cateterismo a bordo, poi uno a Singapore quando arrivi, poi riparti da Singapore per Auckland che dura altre 9 ore e 45 quindi devi fare un altro cateterismo a bordo, poi in aeroporto a Auckland e infine parti per Papeete che dura "solo" 5 ore e puoi evitare di fare il cateterismo a bordo.
    Quindi se hai una autonomia di 6-7 ore con due cateterismi a bordo ce la fai...., tanto solitamente a bordo si urina poco perche' e' molto secco l'ambiente.

    Claudio



  4. #3
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    15
    Thanked: 0

    Predefinito

    ti ringrazio sei stato molto chiaro, ora vedr? come fare, io sono paraprlegica e non avrei problemi di accompagnatore, mi informer? sulla compagnia. Grazie e buona giornata



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    Mi raccomando, non fidarti al primo colpo, ti suggerisco oltre che chiamare la compagnia in Italia, anche di scrivere una mail alla casa madre, perche' ad esempio quando sono andato con la Malaysia, a Roma non sapevano niente, mi hanno messo piuttosto lontano da quello che chiamano "handicap toilet" e quando sono arrivato a bordo le hostess subito si sono incavolate (non con me ovviamente), perche' naturalmente e' preferibile farsi dare un posto vicino perche' poi per andare in bagno si rischia di sbattere le gambe qua e la.

    A Roma semplicemente non lo sapevano che esistesse una "handicap toilet" sull'aereo....

    Claudio



  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    240
    Thanked: 0

    Predefinito

    vai a las vegas la citta piu' accessibile al mondo



  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    2,553
    Thanked: 0

    Predefinito

    Io il viaggio più lungo che ho fatto e stato il Messico, 11 ore, ho usato il catetare permanente( solo x il viaggio)mi sono trovata benissimo,con tante ore di viaggio è meglio se si pu?, viaggiarein j class è comodissimo.



  8. #7
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    15
    Thanked: 0

    Predefinito

    grazie Rita potresti darmi indicazioni più precise sull'utilizzo del catetere permanente, ne ho sempre sentito parlare ma non ho mai approfondito il discorso. Ci sono controindicazioni? non c'è pericolo di bagnarsi? e' molto complicato metterlo e toglierlo? Scusa l'ignoranza ma non ne ho mai fatto uso, e penso di avere risposte più pratiche da te che da tanti medici. Grazie e buona giornata.



  9. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    2,553
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao oriol, se hai un urologo, lui ti pu? dare tutte le indicazioni, anche perchè se fai lunghi viaggi ci vuole un certificato suo, buona giornata anche a te



  10. #9
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    96
    Thanked: 1

    Predefinito



    Ciao oriol*,


    per viaggi così lunghi e di così tante ore, anche io ti suggerisvo un catetere fisso con busta di raccolta svuotabile di almeno 1 litro ancorata ad una gamba.


    E' in vendita anche un pappagallo da viaggio in gomma, che pu? risultate utilissimo.


    All'arrivo dovrai rimuovere il catetere a magari per sicurezza fare un paio di gg di antibiodico per evitare le infezioni che purtroppo un catetere fisso spesso comporta.


    Comunque un urologo ti sapr? spiegare meglio come applicarlo, visto che al ritorno dovrai farlo da sola.


    E' vero che alcune compagnie hanno a bordo un bagno più ampio per disabili e spesso un seggiolino, per? il più delle volte non è così e poi il trambusto che si crea per farsi trasportare al bagno, non è che passi esattamente inosservato su un aereo.


    Di solito si preferisce appunto una soluzione che consente autonomia e autogestione.


    Un cordiale saluto


    Fiammetta



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    e poi il trambusto che si crea per farsi trasportare al bagno, non è che passi esattamente inosservato su un aereo.
    </span>
    E chissene frega di passare inosservati

    Ma poi il pappagallo di gomma passa inosservato? Francamente preferisco farmi portare in bagno che fare pipi' davanti a tutti, fosse anche solo i vicini di posto, o come ha fatto un signore con il catetere da viaggio che stava da solo e ha chiesto di svuotare la bottiglia di pipi' a mia moglie, perche' stava da solo e le hostess non lo fanno.
    E poi per non farti portare in bagno, rischi una infezione alla vescica? A me francamente pare un nonsenso...

    Ciao oriol, se hai un urologo, lui ti pu? dare tutte le indicazioni,
    anche perchè se fai lunghi viaggi ci vuole un certificato suo, buona
    giornata anche a te</span>

    No Rita, non ci vuole un bel niente. Basta evitare l'Alitalia e la stragrande maggioranza delle altre compagnie aeree non chiede certificati per i paraplegici...


    </span>
    Claudio



  12. #11
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    2,553
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao Claudioio viaggio con la compagnia Livingston( Lauda )Quando organizzo la vacanza mi informo su tutto, dalla partenza all"arrivo di destinazione, ela prima cosa che cerco, la poltrona vicinoalla toilette, x me è più igenico avere il catetare fisso,che andare ogni 5 ore in bagno, che usano tutti, me lo ha cosigliato l"urologo, e così ho fatto. x il certificato, se sono viaggi a lungo raggio, e meglio segnalare la patologia, compresi i farmaci se li prendi. Almeno io faccio sempre così,e mi sono trovata sempre bene.Far? un"altro viaggio a Luglio ( Santo Domingo) emi organizzer? alla stessa maniera. Ah ..la coppia del certificato una resta a me, e l"altra all"agenzia. un caro saluto



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito



    Aspetto che vado a vedere la Lauda cosa dice, senno' tu mandi il certificato alla agenzia inutilmente. Ma cosa gliene frega alla compagnia aerea di che farmaci prendi? Mica c'e' un medico a bordo....

    Io non comunico un bel niente, sono solo affari miei, mi chiedono al massimo di che patologia si tratta, poi certo informo che ho bisogno della carrozzina di bordo, chiedo un posto vicino al bagno...

    Bisogna toglierglielo alle compagnie aeree questo brutto vizio, perche' ne approfittano e ogni tanto rifiutano dei passeggeri senza motivo. Ma scusa, ma perche' a un cardiopatico gli chiedono che medicine prende? Neanche lo sanno se uno e' cardiopatico, e del resto non c'e' un medico quando l'hanno saputo che ci fanno?

    Per quanto riguarda il catetere fisso , e' ovviamente una questione di preferenze. Nel caso di un paraplegico che comunque dovrebbe fare cateterismo forse e' preferibile, dato anche il fatto che comunque bisognerebbe fare un cateterismo in un ambiente ristretto e scomodo, nel caso di altre patologie in cui non si fanno cateterismi (ad esempio polio, distrofia, tetraparesi), ovviamente sarebbe una follia a mio parere mettersi un catetere quando si puo' andare in bagno....


    Edited by: buasaard
    Claudio



  14. #13
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    La Lauda Air e' piuttosto stitica di informazioni per chi ha bisogno di assistenza, dice solo di contattarli...
    Claudio



  15. #14
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    282
    Thanked: 0

    Predefinito



    Per i paraplegici e i tetraplegici a mio modestissimo parere è suggeribile nel caso di lunghi viaggi l'uso del catetere permanente, almeno noi con mio fratello facciamo così.


    Certo per altre patologie es. polio ha poco senso perchè si riesce a gestire la cosa in modo diverso, e poi comunque chi di solito non è abituato ad utilizzarlo vuol dire che già si gestisce in modo "alternativo".


    .....per fortuna che esistono i viaggi
    ....per un abbigliamento accessibile...www.lyddawear.com
    ......per scambiare quattro chiacchere dal vivo saremo a EXPOSANITA 28 - 31 Maggio nel Pad. 19 corsia A59.......



  16. #15
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1
    Thanked: 0

    Predefinito

    Scusate ragazzi....ho letto con interesse tutti i vostri post ma non ho trovato una risposta alla mia domanda sui viaggi lunghi.....
    Un viaggio di 15 ore si può affrontare in economy o è un suicidio? Logicamente si sta più comodi su altre classi ma c'è una testimonianza diretta di qualcuno che l'ha fatto e magari si è pentito??
    Io finora ho solo volato in Ryanair quindi non so bene come sono le altre economy....
    Vorrei andare in California, quindi Los angeles o Las Vegas.....cmq sempre 15-16 ore.

    Se avete consigli sono tutto orecchi!
    Grazie



  17. #16
    Junior Member L'avatar di Colpo_Doppio
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2,470
    Thanked: 25

    Predefinito

    Viaggiare in aereo qui c'è un'interessante discussione
    Franco
    Democrazia per i cinesi, libertà per i tibetani
    www.AdozioniTibet.it



  18.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Clicca su per accettare. Per negare il consenso e saperne di più Leggi qui.
Cliccando su "accetto", scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.