Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    82
    Thanked: 0

    Predefinito

    Scrivo per conto di un mio parente che è stato dichiarato inabile al lavoro e quindi ha il massimo dei contributi. Vorrei gentilmente sapere se gli è proibito qualsiasi lavoro o se pu? fare del lavoro stando a casa magari col computer. C'? eventualente qualcuno che sa darmi delle indicazioni?


  2.      


  3. #2
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    ? stato dichiarato inabile e quindi è in pensione come dici, non puo più lavorare ufficialmente.....poi le vie del...........tutto si pu?



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito

    Divieto assoluto di qualsiasi tipo di lavoro....Occhio a fare i furbi
    se ti beccano come si dice a Roma "ti aprono come una cozza" , ti chiedono tutti gli arretrati indietro e credo finisci anche additato come il "falso invalido"....




    Claudio



  5. #4
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito



    attenzione a dare notizie a metà.


    Sono stata dichiarata invalida al 100% sia dalla commissione per l'invalidit? civile che dalla commissione relativa ai problemi visivi.


    Non è detto che chi è inabile al lavoro totalmente e permanentemente non possa lavorare.


    ?La percentuale di invalidit? viene data tramite dei codici specifici in relazione alla o alle patologie e loro complicanze: per sempio un paraplegico non è detto che sia invalido al 100%, e viceversa chi cammina non è detto che abbia una percentuale inferiore.


    Per iscriversi alle liste di collocamento speciali, per?, è necessario sottoporsi ad una visita che valuta le residue capacit? lavorative e qui la percentuale del residuo viene calcolata sia sulla base dei problemi fisici, che psichici e quant'altro. Tale visita viene richiesta dalla commissione all'atto dell'accertamento per l'invalidit?qual'ora si stabilisce una percentuale del 100%. Altrimenti puoi richiederla tu presso la asl.


    Il tutto viene poi mandato all'ufficio di collocamento che stabilir? l'inserimento mirato in base alla legge 68.


    Al momento dell'assunzione poi è l? che bisogna calcolare il reddito lordo annuo che permetter? o meno di mantenere la pensione.


    Ti ricordo poi che l'assegno di accompagnamento per esempio non è dato automaticamente poich? non è detto che un invalido al 100% necessiti di accompagnamento e viceversa chi ha percentuali inferiori non ne abbia bisogno.


    L'assegno di accompagnamento non è cumulabile con il reddito e neanche l'assegno che viene dato ai ciechi assoluti o ai ciechi con residuo visivo inferiore a un ventesimo.


    Spero di esserti stata utile e in bocca al lupo.Per ulteriori chiarimenti comunque contatta l'ufficio di collocamento della tua citt? in genere sonomolto attenti e disponibili.


    Ciao e a presto.
    nb



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito



    Ninfabirba,



    dipende da quale "inabilita'". Chi percepisce la pensione di inabilita'
    dell'INPS o dell'INPDAP non puo' lavorare. Immagino sia una di queste
    di cui parla fiorella, perche' parla di "massimo dei contributi".
    Infatti se si viene dichiarati inabili al lavoro dall'INPS, si ottiene
    un bonus contributivo pari alla differenza di eta' fra i 60 anni e
    l'eta' del soggetto al momento del pensionamento. In questo caso la
    visita viene fatta presso le sedi INPS da medici dell'INPS o dalla
    Commissione medica militare nel caso dell'INPDAP. In questo caso non
    esiste una percentuale di invalidita', ma si viene dichiarati abili o
    inabili. Per richiedere questa pensione di inabilita' bisogna avere
    gia' versato almeno 5 anni di contribuiti di cui 2 negli ultimi 3 anni
    solari. Dal momento in cui si viene riconosciuti inabili si va in
    pensione e questa viene liquidata come se uno avesse lavorato
    fino ai 60 anni di eta'.



    La inabilita' di cui parli tu invece, probabilmente e' quella stabilita
    con visita presso la ASL in cui si viene dichiarati inabili al lavoro
    100% etc..

    con o senza diritto all'indennita' di accompagnamento, ma che in
    effetti consente di lavorare. In questo caso l'inabilita' puo'
    essere anche dichiarata prima che si cominci a lavorare, e non vieta a
    nessuno di lavorare, e non si ottiene nemmeno alcun bonus contributivo
    se uno gia' lavora (tranne i 2 mesi ogni anno lavorato , ma bisogna
    essere stati riconoscitui gravi ai sensi della legge 104).



    Sono due cose completamente diverse che viaggiano su due "universi" paralleli....








    Edited by: buasaard
    Claudio



  7. #6
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    82
    Thanked: 0

    Predefinito

    Grazie a tutti e grazie a claudio, è come dici tu, inabilit? INPS. Quindi non pu? più lavorare, nemmeno un lavoro autonomo?



  8. #7
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    ma quindi, scusa, dove sta' il problema, se l'inabilit? è data dall'inps allora vuol dire che chi ce l'ha non pu? lavorare per niente, allora perchè si pone il problema del lavoro? mi sembra di capire che chi viene dichiarato inabile totalmente dall'inps non sia per niente in grado di lavorare....
    nb



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,626
    Thanked: 48

    Predefinito



    No Fiorella, ad esempio il lavoratore autonomo che dovesse essere dichiarato inabile, prima di percepire la pensione deve chiudere la partita IVA, un professionista (ad esempio un avvocato), deve chiedere la cancellazione dall'albo professionale.


    Per maggiori informazioni questa e' la pagina dell'INPS che parla della pensione di inabilita' http://www.inps.it/home/default.asp?...B4712%3B4714%3 B&lastMenu=4714&iMenu=1&iNodo=4714&amp ;itemDir=4 911


    ninfabirba,


    il problema e' che non esiste piu' una assoluta impossibilita' al lavoro con le nuove tecnologie. Per fare un esempio anche un tetraplegico puo' in teoria lavorare con un computer, oppure cosa impediscead una persona completamente immobilizzata a letto di scrivere un libro e pubblicarlo? Uno dei piu' grandi scienziati del mondo, e' un'astrofisico malato di SLA che non muove nemmeno un muscolo, il consigliere del Sindaco di Roma e' una disabile gravissima anch'essa completamente paralizzata braccia e gambe.


    Praticamente se volessimo stabilire chi effettivamente non e' in grado di lavorare, dovremmo includere solo persone in coma o con gravi deficit mentali. Pero' fra l'esserci la possibilita' di lavorare e il poter lavorare effettivamente ce ne corre....


    Claudio



  10.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Clicca su per accettare. Per negare il consenso e saperne di più Leggi qui.
Cliccando su "accetto", scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.